• prova_slide2
  • prova_slide2

Archivio Autore

Perchè lo Yoga e la Meditazione funzionano bene insieme

yoga-meditazione  Molti meditatori tendono a concentrarsi solo sulla testa e hanno bisogno di concentrarsi principalmente sul corpo. I praticanti di yoga, invece,  sono spesso preoccupati per il loro corpo, l’aspetto fisico e la flessibilità. Quando tornano a casa dopo una lezione di yoga, può capitare che si deconcentrino e perdano nuovamente l’equilibrio interiore. La meditazione aiuta a raggiungere il punto cruciale, ad aprire il cuore,  sviluppare una mente più stabile, più equilibrata e calma.

Lo Yoga è stato progettato fin dall’inizio per supportare la pratica della meditazione, perché rilassa ed equilibra meglio la pratica della seduta. Si dice che purifica e pulice il corpo, calma il sistema nervoso ed equilibria gli ormoni. La meditazione permette di migliorare l’ attenzione, è in grado di calmare la mente e sviluppare l’intuizione sul funzionamento della mente. Imparare a scoprire gli schemi mentali ed emozionali  limitanti e distruttivi, attraverso la pratica di prestare attenzione e  rendersi conto di ciò che accade nel nostro interno, e, ad un certo punto, impareremo a lasciar andare questi atteggiamenti sbagliati. Combinando la pratica dello yoga con la meditazione si impara a rilassare, non solo il corpo, ma anche a sciogliere il cuore e la mente.

Nuove e curiose forme di praticare Yoga

lo-stile-di-yoga-giusto Il successo dello yoga è tale che le Nazioni Unite hanno dichiarato il 21 giugno come giornata internazionale, è un buon momento per prendere in considerazione la pratica di questa disciplina, che cerca un equilibrio tra mente e corpo. L’ultima novità (dopo le sessioni ad oltre 40 gradi del Bikram o lo yoga aereo) è quella di puntare sulle classi mix, vale a dire, quelli che traggono il massimo vantaggio dalloyoga in combinazione con altri esercizi di maggiore intensità.

Sulla tavola da surf

yoga surf

Praticare le asana più difficili in  costume da bagno o bikini è una soluzione perfetta per l’estate. Non solo è possibile terminare la lezione con un tuffo, ma lavora in maniera specifica l’ equilibrio e la coordinazione, dal momento che i movimenti di questa nuova disciplina si realizzano su una  tavola di SUP (Stand Up Paddle, questo esercizio che molte persone cominciano a  praticare remando su una tavola) o, se troppo complicato, sulla sabbia.

Spinning e Asana

spynga

Conosciuto anche come Ciclo Yoga, CYGA o Spingyoga, questa modalità, la preferita dalle celebrità è numero uno nelle palestre degli Stati Uniti, permette di scaricare adrenalina, bruciare calorie, e nella stessa sessione, allungare e rilassare il corpo e la mente. Ogni lezione ha una durata media di 50 minuti, comprende un riscaldamento iniziale, successivamente, circa 20 minuti di cardio ciclo indoor, e, infine, altri 20 minuti dedicati a eseguire esercizi di yoga che permettono di estendere sia la parte inferiore che la parte superiore del corpo. E ‘adatto per chi ha poco tempo per andare in palestra, perché in una singola sessione può bruciare tra 300 e 600 calorie. Anche per coloro che considerano eccessiva un’intera sessione di Spinning e anche per chi cerca il relax dallo stress di tutti i giorni.

Yogalates o Piloga

yogalates

Queste classi combinano il ‘meglio di ogni cosa’. In un’ora o un’ora e mezza di lezione, si praticano esercizi  di pilates matwork (con fitball, palline ed elastici) destinati ad allenare la power house,i  glutei e, soprattutto, la schiena con le asana di yoga. Inoltre, queste sessioni di solito iniziano con ripetizioni di addominali per intensificare i risultati. E ‘la scelta migliore per coloro che vogliono sviluppare sia la flessibilità che la forza.

Yoga a ritmo di musica

yoga musica

La Musica (campane tibetane, didgeridoo o hang) diventa il miglior accompagnamento delle asana più impegnative nelle lezioni di Vinyasa Flow, poichè si gode degli effetti vibratori del suono che contribuiscono al raggiungimento di un più profondo stato di meditazione. In alcuni Centri  la pratica avviene in un ambiente caldo a 38 gradi, questo perchè, ad una temperatura così alta si purifica e si disintossica il corpo e la mente, e al contempo lo sviluppo di forza e flessibilità migliora con ogni lezione.

TRX per yogi

TRX YOGA

Sembrano discipline opposte: il  lavoro di forza e intensità che implica l’allenamento in sospensione  ha poco a che fare con il rilassamento che si sente dopo una lezione di yoga. Ma in questa fusione, le elzioni con i  TRX permettono di allungare e rinforzare il corpo nel modo più organico possibile. Le lezioni sono condotte interamente utilizzando il proprio peso corporeo, vale a dire, incorpora posture di yoga eseguite con i TRX e alterna esercizi addominali,  posture di equilibrio… sempre alla ricerca di sfidare il corpo al massimo.

Yoga per l’insonnia

 

insonnia

Ci sono volte in cui un’eccessiva tensione  muscolare e stanchezza ci impediscono di prendere sonno. In realtà, è sempre più frequente e negli ultimi anni vi è stato un aumento delle visite mediche per l’insonnia. Esiste una soluzione: praticate yoga per ridurre la tensione muscolare e conciliare il sonno.

insonnia (1)

Come sapete, l’insonnia è l’incapacità di dormire o mantenere il sonno abbastanza a lungo per sentirsi riposati. Durante il sonno il sistema nervoso parasimpatico domina sul simpatico. L’uomo si ritira dal mondo esterno per concentrare tutta la sua attività biologica nei processi di costruzione di cellule e dei suoi tessuti. Inutile dire che, se non riusciamo a dormire e riposare, il ripristino o la riparazione del nostro corpo non si verifica, invece, al contrario, si verifica una maggiore usura  in tutti i sensi.

Perché lo yoga?

yoga insonnia

L’insonnia colpisce di solito le persone il cui sistema nervoso è eccitato in modo permanente. In questo senso, la semplice pratica dello yoga attiva il sistema nervoso parasimpatico e scollega il simpatico, che è quello che ci prepara a fuggire. Praticare lo yoga aumenta i livelli di melatonina, un ormone secreto dalla ghiandola pineale e aiuta a regolare l’orologio interno. I livelli di melatonina naturalmente aumentano durante la notte e diminuiscono durante il giorno, perché la sua secrezione è inibita dalla luce. Lo Yoga insegna e promuove la respirazione lenta e profonda, che può aumentare i livelli di anidride carbonica, un sedativo naturale che ti aiuta a dormire. Quando la respirazione è rapida e poco profonda, la CO2 viene persa ed è più difficile addormentarsi.

La posizione migliore per dormire

Viparita Karani o postura parziale della candela. Viparita-Karani_Yoga-Asana_Nina-MelViparita-Karani   Inserite trasversalmente  un  cuscino spesso attaccato alla parete. Sedetevi su di esso,  appoggiate la schiena sul letto e sollevate le gambe per appogiarle distese sul muro. Potete tenere le cosce unite con una cintura per far in modo che  la postura sia più rilassata. Il bacino deve essere appoggiato sul cuscino e proprio vicino al muro, sul letto, in modo che la parte bassa della schiena disegni un leggero arco. Sogni d’oro!!

Cos’è il Vinyasa Flow?

vinyasa-flow-yoga-retreat

In tempi recenti il Vinyasa Flow è diventato un ramo dello yoga molto popolare, soprattutto tra alcune celebrità internazionali. Questo tipo di yoga ha la particolarità di combinare e coordinare le posizioni e la respirazione, creando così un movimento più dinamico.

Da dove viene?

vinyasa_-flow_-collage_for_web

L’insegnante Brahmachari ha studiato un testo chiamato Yoga Karunta dove troviamo gli inizi di questa forma di yoga. Il Maestro ha insegnato al suo discepolo Satguru Krishnamacharia (1888-1989), che, a sua volta, lo tramandò al Maestro Sri. K. Pattabhi Jois (1915-2009) e, grazie ai suoi studenti, si diffuse in tutto l’Occidente.

Come si pratica?

v. yoga

Come ho detto prima, questo tipo di yoga implica un costante movimento. Le posture sono eseguite in modo fluido e con una respirazione continua (flusso). Il Vinyasa Flow si basa nel realizzare la successione delle asana (posture) passo dopo passo. È uno yoga che richiede un grande sforzo e dove la componente fisica è enorme; ma si raggiunge anche uno stato mentale di concentrazione e relax.

Quali sono i vantaggi?

vinyasa

Grazie al coordinamento tra movimento e respirazione il corpo rimane ossigenato per tutto il tempo, pertanto migliora la nostra capacità polmonare. Si sviluppa forza, flessibilità ed equilibrio essendo esercizi più complicati, migliora anche l’umore e calma i nervi. Il Vinyasa Flow contribuisce anche a migliorare la percezione mentale e fisica del nostro corpo. A tutti coloro che amano  un’ attività fisica più intensa  questo è il modo perfetto per avvicinarsi a  questa disciplina. 

Benefici dello yoga antigravity

yoga antigravity

Questa attività ha una serie di vantaggi.

In primo luogo si tratta di un modo diverso di praticare lo yoga utilizzato spesso dalle persone che hanno avuto difficoltà a praticare lo yoga in maniera convenzionale.

Questa modalità permette di effettuare movimenti più facilmente e in modo controllato, poiché restando sospesi in aria molte di queste posizioni sono semplificate e sono più facili da eseguire.

Rimanendo sospesi in aria siamo in grado di utilizzare meglio tutte le membra nell’esecuzione di ogni movimento, cosa che ci costringerà a mantenere il pieno controllo del nostro corpo, che ci insegnerà a conoscere meglio noi stessi e i nostri limiti, al fine di affrontarli e migliorare poco a poco.

Tutto ciò rende lo yoga antigravity una buona attività per dare forza ai muscoli e alle articolazioni, quindi è ampiamente usato come tecnica di riabilitazione, poiché ridona ai muscoli il loro tono normale e la loro salute a causa delle diverse posizioni e stretching che si effettuano in ogni movimento.

La pratica di questa attività non solo ci aiuta a migliorare le condizioni generali dei muscoli e delle articolazioni, ma migliora la nostra funzione cerebrale, aumentandone l’attività poiché viene coinvolto per la corretta realizzazione di ogni postura.

È una pratica che aumenta notevolmente la nostra attenzione e fa si che l’attività mentale venga incrementata.

A questo si aggiunge quanto sia utile per noi per lo sviluppo di un allenamento con peso posteriore, in quanto ci aiuterà a conoscere meglio il movimento naturale del corpo e usare questa conoscenza durante l’esecuzione di ciascuno dei movimenti richiesti per ogni esercizio di fitness. A questo bisogna aggiungere il più basso rischio di lesioni, dovuto ad articolazioni più forti e ad un tono muscolare più elastico.

Nello yoga aereo possiamo regolare l’intensità di ogni sessione adattandola alle nostre esigenze e alla nostra condizione fisica.

È importante frequentare sempre lezioni tenute da insegnanti qualificati ed esperti in materia.

Yoga Antigravity

yoga_aereo

Lo yoga antigravity consiste nel praticare yoga in aria.

Questo è un tipo di yoga che ha molti benefici per il corpo e la mente.

È un ramo dello yoga in cui il corpo si rilassa e i muscoli sono lavorano costantemente.

Lo yoga aereo è un tipo di yoga che si basa sulla modellazione del corpo conferendogli maggior flessibilità, soprattutto nel lavoro di tonificazione e stretching.

Lo yoga antigravity aumenta la forza, la flessibilità, l’equilibrio e la resistenza, è un esercizio completo di corpo e mente, ideale per le persone che vogliono allenarsi e divertirsi allo stesso tempo.

Le posture dello Yoga Antigravity si realizzano in una sorta di amaca che combina le tecniche ginnastica acrobatica, circense, pilates e arti aeree.

Nello Yoga Aereo il corpo combatte la gravità realizzando posizioni che in linea di principio sono difficili da raggiungere, per il semplice fatto di essere in “aria”.

Le posture invertite dello yoga antigravity migliorano il sistema circolatorio e assicurano che sia trasportato più sangue alla testa che svuota la mente e il corpo viene meglio ossigenato.

SOS post Natale

Per quanto abbiamo cercato di controllarci, a Natale è quasi impossibile non commettere eccessi, dato che il cibo e le bevande abbondano ovunque. Le celebrazioni, cene con gli amici e la famiglia ci portano a fare le ore piccole e anche sottrarre ore di sonno e di riposo. Il risultato, oltre a qualche chilo di troppo, può essere una pelle affaticata dalla mancanza di sonno, un fegato sovraccarico dall’alcol e un plus di stress a causa di eccesso impegni . Suggeriamo alcune semplici chiavi, piacevoli e facili da compiere che ti aiuteranno a perdere il peso acquisito e a ritrovare la pace e la salute del tuo corpo. 1. Zuppe di verdure e creme zuppa Dopo tanta festa, tanti dolci e salse, è necessario seguire una dieta povera di sale, dolci, cibo leggero, e poco grasso. I vostri migliori alleati saranno brodi e creme vegetali, che siano naturale e realizzati senza panna o formaggi (un soffritto di cipolle è sufficiente per darvi il sapore). La zuppa di miso con alghe e tofu, è anche un ottimo cibo, ricco di vitamine e minerali senza aggiungere grassi. Cerate di evitare minestre e creme confezionate spesso contengono troppo zucchero e sodio a meno che non siano veramente naturali. 2. Meno carboidrati no carboidrati A Natale è facile abusare di dolci e pane,pertanto cercate di rimuovere almeno per una settimana  i dolci e ridurre gli altri carboidrati, nutrendovi solo di verdure, riso e pane meglio se integrale. E ‘anche importante assumere questi carboidrati al mattino, a colazione o a pranzo, evitateli a cena, in questo modo prederete peso senza troppa fatica. Consumate anche molta frutta, meglio se a colazione in una spremuta, oppure lontano dai pasti come merenda o spuntino. Il melograno aiuta a depurare il corpo grazie al suo potere antiossidante.   3. Meno carne divieto-di-carne Preferite il pesce. Se è possibile, si dovrebbe evitare di mangiare carne rossa in questi quindici giorni.                                                     L’ideale è quello di seguire una dieta leggera a base di verdure, cereali e pesce azzurro o preparato alla griglia, bollito o al forno.   4. Bere molta acqua e infusi infusi2 Per almeno quindici giorni sarebbe bene eliminare l’ alcol.  Bere molta acqua durante il giorno, aggiungendo qualche goccia di chiodi di garofano aiuta a disintossicare il corpo.  Il tè verde è una scelta eccellente per riempire il corpo con antiossidanti e depurarti. 5. Avena e cereali integrali Cereali misti La farina d’avena è uno dei cereali con più benefici che esistano, oltre ad essere il più tollerabile per stomaci sensibili e persone con allergie. La farina d’avena mescolata con yogurt e noci è una colazione eccellente. La crusca di avena, si può aggiungere alle insalate, agli stufati o allo  yogurt, è un antiossidante. Cereali integrali. Si consiglia di consumarli al posto del pane, pasta, riso o cereali industriali (come quelli per la colazione), che essendo meno raffinati si accumulano come grasso nel corpo.   6. Aumenta l’ attività fisica yoga fisico Se controlli un po l’alimentazione non ti costerà nulla perdere il peso acquisito. Potrebbe essere il momento giusto per iscriversi ad un corso di yoga, un modo ideale per  prendersi cura di corpo e mente.

Yoga o Pilates? Meglio se entrambi!

Ci sono molte persone che ci chiedono che cosa è meglio: fare Yoga o Pilates? La risposta è che entrambe le discipline sono magnifiche. A livello fisico, si sviluppa un corpo forte, flessibile, armonioso e sano; Emotivamente: si raggiunge un alto grado di consapevolezza del corpo, si elimina il rumore mentale e vengono sciolti blocchi e tensioni inutili, di cui non siamo consapevoli, la maggior parte delle volte. Tale è il panorama, che tutti i professionisti dedicati a queste discipline, sono spesso in difficoltà nello schierarsi per l’una o l’altra attività. Tuttavia, anche se non si opta apertamente per una o l’altra, a causa dei benefici che apportano la pratica di entrambe,  è vero però che a seconda dell’individuo, alcuni potrebbero sentirsi più attratti dalla pratica fisica e tonificante che fornisce il Pilates, o sentirsi più realizzati e completi attraverso lo Yoga. Entrambe le discipline hanno differenze significative, ma sono pienamente complementari, alimentandosi a vicenda. Consideriamo i benefici che apportano la pratica combinata di entrambe le discipline:

1. INTENSA SENSAZIONE DI BENESSERE

SENSAZIONE_BENESSERE

Tanto lo Yoga come il Pilates concordano nel fatto che nei loro movimenti non c’è sofferenza, ossia,  il corpo funziona in modo da utilizzare le proprie risorse, senza sottoporlo allo stress che non è disposto a sopportare. Ognuno arriva sin dove è possibile e ciò va bene.

2 °. SVILUPPO DI FORZA E FLESSIBILITÀ

forza_flessibilità

Apparentemente sembrano due concetti opposti, ma, attraverso la forza sviluppata con il Pilates e la flessibilità che apporta lo Yoga,  coltiviamo una forma fisica molto completa.

3 °. MAGGIOR CONTROLLO E CAPACITA’ RESPIRATORIA

donna_meditazione

La respirazione in entrambe le discipline è fondamentale anche se diversa. Combinando la pratica dello Yoga e del Pilates  sviluppiamo un ottimo strumento da utilizzare come fonte di energia nei momenti più difficili della pratica, o come un modo per ottenere un totale relax di mente e corpo.

4 °.  CONSAPEVOLEZZA DEL CORPO

CONSAPEVOLEZZA_CORPO

Grazie agli aggiustamenti corporali che si praticano con il Pilates, come: la cintura scapolare, l’allungamento della colonna vertebrale, attivazione del centro (Powerhouse) o il posizionamento del bacino … possiamo ottenere maggiore controllo e allineamento del corpo nelle posture di Yoga più complesse, o quelle che ci costano più fatica.  

5 °. MIGLIORA LA SALUTE

salute-alimentazione-movimento-consapevolezza

Il fatto di essere così consapevole del proprio corpo, apre la porta a scoprire quali sono le nostre esigenze, e tra queste c’è l’alimentazione. Quando si pratica lo Yoga e Pilates, il corpo non ci chiede alimenti densi con elevate quantità di zucchero e grassi saturi, ma gli alimenti che ci aiutano a fare gli esercizi e le posture che sono necessarie per ognuna delle pratiche.

Autunno: Tecniche di respirazione e alimentazione

 

respiratorie autunno

Alcuni esercizi sono molto buoni per aiutare il rilassamento del diaframma: Sdraiati  su una stuoia, cercando di avere correttamente allineati la schiena e la testa, gonfiando l’addome inalate tirando l’ombelico  verso la colonna vertebrale durante l’espirazione. Sdraiati sulla schiena, inspirando profondamente alzate le braccia  sopra la testa e successivamente riportate i palmi verso il basso e in parallelo al corpo mentre espirate, in allineamento con la schiena e la testa unire le mani sulla testa a fine inalazione e ritornare alla posizione iniziale alla fine dell’espirazione. Respirazione del Fuoco: energizzante e purificante. Oltre ad un pranayama è anche una dei principali esercizi di pulizia nello yoga. (Astenersi da questo pranayama, i giorni delle mestruazioni, le donne in stato di gravidanza, le persone con condizioni di ipertensione e polmoniti. Quelli con problemi di cuore possono farlo solo dopo una lunga e consapevole preparazione.). Respirare tre volte, inspirare, espirare e create il suono “S”, che per i taoisti è il suono dei polmoni. Per quanto riguarda il cibo, questa stagione  è una buona occasione per variare la vostra dieta, arricchita con il ferro e le vitamine dai vegetali,  con le noci ricche di fibre, mangiate cibi integrali, verdure, ortaggi e cereali per aumentare il transito intestinale ed evitare congestioni dell’ intestino crasso. La frutta di stagione non dovrebbe mai mancare sulla tavola,  oltre a garantire un alimento sano e naturale, è una delizia per il palato. Vi consigliamo inoltre di aumentare l’assunzione di acqua e fluidi, poiché il tempo in autunno porta secchezza della bocca, del naso e della gola, e anche l’urina è scarsa.

equinozio-autunno-5

Come accennato in precedenza la stipsi è una delle condizioni più comuni ma la maggior parte delle persone non sono a conoscenza delle terribili conseguenze per l’organismo. Molte volte, il senso di pesantezza alla testa, la pressione sul naso, mal di testa, mal di gola, mancanza di energia e molti altri sintomi generali sono il risultato di questa condizione. Per la costipazione è consigliabile massaggiare l’addome verso l’alto e in senso discendente, in direzione del colon trasverso, cioè, da destra a sinistra, per alcuni minuti. Inoltre, in quanto è un ottimo momento per la depurazione è anche altamente raccomandato per la pulizia del colon, eseguire una naturale idroterapia o clisteri. Non possiamo dimenticare la pelle. Questa stagione vede la purificazione della pelle attraverso il vapore per eliminare le tossine attraverso il sudore, l’uso di oli naturali, docce alternando cambiamenti di temperatura, linfodrenaggi e, naturalmente,una sana alimentazione, avrà effetto anche sul più grande organo del nostro corpo, la pelle. Ricorda, infine, che l’autunno invita all’ introspezione, a volgere lo sguardo verso l’interno, a te, chi sei, a riconnetterci con la nostra saggezza interiore e da lì, guarire.

Yoga e Ayurveda per l’Autunno

 

 16027-cambio-di-stagione-e-ayurveda-benvenuto-autunno

Lo Yoga ci insegna a vivere in armonia con il nostro sé più autentico e anche secondo le energie della natura. Per questo, si può fare riferimento anche alla medicina ayurvedica, con la quale lo yoga lavora a stretto contatto. Ayurveda afferma che sia ciascuno di noi, così come i cicli della natura, abbiamo delle qualità determinate che sono chiamate dosha  aventi le proprietà degli elementi aria, fuoco, terra, acqua ed etere in diverse combinazioni. Ci sono tre dosha: pitta, vata e kapha. Anche se abbiamo tutti i tre dosha nel nostro sistema, con tutto il necessario e complementare, abbiamo uno o due qualità dosha predominanti che ci danno (imprenditorialità, creatività, stabilità, rispettivamente), ma determinano anche caratteristiche fisiche e mentali che è importante saper contrastare per non perdere il nostro equilibrio. Sono pesante o leggero, caldo o freddo, bagnato o asciutto. L’Ayurveda ci insegna con le diete, oli e tecniche di guarigione, alcune abitudini e condizioni di vita per bilanciare gli eccessi di questi  dosha  per ognuno di noi. L’autunno è una stagione che ha molte sfaccettature. Il calore e l’umidità tipiche del dosha pita, l’energia che caratterizza l’ambiente in estate, cambia completamente le sue qualità in autunno. In realtà, l’autunno ha la sua propria energia che tende al movimento. Si tratta di una stagione in cui, secondo la tradizione ayurvedica, dominata il dosha vata: il dosha di aria ed etere. L’ Autunno, contrariamente all’estate, è freddo, secco e leggero. Non c’è da stupirsi quindi che, mentre le foglie si seccano, la temperatura si abbassa e il vento arriva, ci sentiamo un pò inclini a raffreddori e costipazione, con la pelle disidratata. Soprattutto coloro che hanno vata come uno dei loro dosha predominanti, e sono molto sensibili ai cambiamenti dell’ambiente. Questo perché il  dosha vata, avendo le qualità dell’aria, è legato al dinamismo, ma anche con sentimenti di instabilità, ansia e paura. Chi è dominato da Vata, è in grado di camminare con la testa a mille, con i pensieri cangianti e una instabilità emotiva data dalla mancanza di contatto con la terra. O si è pieni di grandi idee, ma non si sà come realizzarle perché si ha poca lucidità mentale e si è un pò travolti. Le persone Vata sono combattute tra i lampi di ingegno ed entusiasmo e la mancanza di sicurezza e metodo. Lo Yoga ci insegna a fluire e se impariamo a compensare l’aria in eccesso (anche elemento di Anahata chakra) potremo anche trarre vantaggio dai suoi benefici. La verità è che questo periodo di venti freddi viene con in regalo idee, ispirazioni, comunicazione e creatività.

autunno-600x300

E ‘importante per eliminare le tossine, migliorare il nostro sistema immunitario, riposare a sufficienza, mangiare cibi cotti, caldi e ricchi di nutrienti e bere molta acqua. Anche la pratica dello yoga consapevole, per aumentare la nostra temperatura, si connette con la terra e ci infonde pace interiore, un lungo rilassamento, meditazione, pranayama. Prendiamoci cura di noi stessi e trattiamo gli altri con amore, manteniamo la nostra mente calma e il cuore aperto per accogliere questa stagione.

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it