• prova_slide2
  • prova_slide2

Settimana dell’Alimentazione

Dal 16 al 19 Ottobre

Settimana dell’Alimentazione

In occasione della Settimana dell’Alimentazione, che trova il suo culmine nella giornata di Martedì 16 Ottobre con la Giornata Internazionale dell’Alimentazione, lo Studio PPM offre consulenze complete (con consigli alimentari, ma non solo) con la nostra Operatrice olistica e Naturopata Elisa Orrù al costo promozionale di 10 euro.

Mangiare consapevolmente significa aver innanzitutto maggior benessere generale, maggiori energie, effettuare una massiccia prevenzione contro un numero innumerevole di patologie, ma significa anche aver maggior coscienza dell’ambiente che ci circonda e combatterne un inquinamento purtroppo sempre in maggiore crescita.

Le giornate dal 16 al 19 Ottobre saranno interamente dedicate al perseguimento del vostro benessere!

Chiunque aderisca all’iniziativa avrà inoltre uno sconto pari al 20% su un primo trattamento (shiatsu, thai, di riflessologia plantare,ecc) a scelta.

Prenota la tua consulenza presso una delle nostre sedi e approfitta della promozione sui nostri trattamenti.

Disponibilità Studio via Scano 9
Martedì: mattino e pomeriggio
Mercoledì: pomeriggio
Giovedì: pomeriggio
Venerdì: tardo pomeriggio

Disponibilità Studio via De Magistris 29
Mercoledì: mattino
Giovedì: mattino
Venerdì: pomeriggio

Per info e prenotazioni:

Segreteria via Scano Segreteria via De Magistris
070-4515177 070-3325650
389.00.41.967 333.35.73.921
scano@pilatescagliari.it demagistris@pilatescagliari.it

Alimentazione e Pilates

Un corretto stile alimentare dovrebbe essere prerogativa di tutte quelle persone che vogliono mantenersi in salute e non solo di chi desidera perdere peso.
Spesso si fa l’errore di considerare la dieta come la privazione dei piaceri della tavola, ma in realtà il termine “dieta” sta a significare nutrirsi nel modo giusto e nelle giuste quantità, soddisfacendo le richieste metaboliche dell’organismo e sfruttando al massimo le proprietà nutrizionali dei cibi.
Ciò però non vuol dire affatto rinunciare al gusto e alla buona tavola.

Di questi tempi in cui si dibatte tanto di alimentazione è fondamentale saper dirigere le proprie scelte verso modelli alimentari consapevoli facendo affidamento, se necessario, ad esperti nel settore per nutrirsi nel modo più corretto e bilanciato.
Il nostro organismo è come una macchina che necessita di costante carburante per svolgere le sue funzioni al meglio.

Per questo, a prescindere dal modello alimentare a cui ci si affida, è bene rispettare alcune regole.

Ripartire i nutrienti in cinque pasti al giorno (colazione, spuntino, pranzo, spuntino, cena) proprio per fornire costante carburante al metabolismo, un termine con il quale si indica il complesso di reazioni che avvengono nel nostro organismo per mantenerne in vita tutti gli apparati che lo costituiscono.
Spesso l’errore di chi vuole dimagrire è proprio quello di saltare i pasti pensando così di introdurre una minore quantità di calorie, ma questi stratagemmi vanno ad inceppare la nostra macchina metabolica sortendo l’effetto opposto!

Mangiare grandi quantità di frutta e verdura: numerosi studi hanno messo in evidenza quanto questi alimenti siano degli alleati contro diversi tipi di malattie tra cui quelle cardiovascolari o i tumori, solo per citarne alcune.

Limitare l’assunzione degli zuccheri, non solo per evitare malattie quali il diabete, ma perché questi vanno a costituire il terreno di crescita di diversi tipi di tumore o creano condizioni favorevoli all’innescarsi delle malattie autoimmuni.

Limitare l’uso di sale, soprattutto per contrastare l’ipertensione arteriosa associata a diverse patologie cardio vascolari.

Limitare l’assunzione di grassi saturi prediligendo quelli polinsaturi contenuti ad esempio nelle noci e nell’olio extra vergine di oliva.

Bere almeno due litri di acqua al giorno per mantenere la giusta idratazione corporea e contrastare la ritenzione idrica.

Ricorda: Al mantenimento di un buon equilibrio psicofisico concorrrono diversi fattori tra cui uno stile di vita sano, una corretta alimentazione e la pratica di un’attività fisica regolare.


Cosa mangiare prima di una lezione di Pilates

A livello metabolico il pilates agisce come una sorta di acceleratore, grazie all’attenzione sulla respirazione e alla precisa e controllata esecuzione degli esercizi che lo caratterizzano.
Seppur non inquadrandosi come una disciplina dimagrante poiché non aerobica, questo metodo rende più efficiente e veloce il metabolismo, tonifica la muscolatura e rende più armoniosa la figura.
Ecco perché diverse persone, pur non seguendo una dieta particolare, scoprono di aver perso peso dopo alcuni mesi che praticano la disciplina.

Prima di una lezione di pilates, soprattutto se questa si svolge all’ora di pranzo, è bene mangiare qualcosa di leggero almeno un’ora e mezza prima, ad esempio una merenda come uno yogurt e della frutta secca, o frutta secca e frutta fresca, rappresentano un’ottima fonte di energia per l’organismo.
Successivamente è consigliabile non saltare il pranzo per evitare di arrivare troppo affamati al pasto successivo.

Stesso discorso se la lezione si svolge la sera, non saltare mai lo spuntino ma mangiare sempre qualcosa di leggero prima per arrivare alla cena con il giusto grado di appetito, evitando in questo modo di abbuffarsi.

Seguendo questi piccoli accorgimenti sarà più facile seguire la lezione di pilates con la giusta concentrazione traendo grandi benefici sia a livello fisico che mentale.

Cibi Detox

È estate! È iniziato il caldo, la pressione si abbassa, i gusti alimentari stanno cambiando, basta con zuppe e cose calde, è tempo di piatti freschi e colorati, possibilmente crudi o che richiedano la minor cottura possibile.

La nostra routine cambia, abbiamo bisogno di sentirci energici e vitali, depurati e sgonfi. Se avete già provato il ciclo disintossicante di cui parlo QUI, perché non continuare in questa direzione?

Uniamo allora l’utile al dilettevole e per dare una bella sferzata di energia alla nostra dieta, in questo articolo vedremo 15 alimenti con proprietà disintossicanti.

Scopriremo ad uno ad uno questi cibi fantastici da inserire nella vostra dieta per rendere ogni pasto colorato, sano e fantasioso.

I benefici maggiori inizieremo a sentirli dall’interno, ripulendo il tratto gastrointestinale, favorendo la circolazione linfatica e ringiovanendoci con una bella azione antiossidante. All’esterno vedremo diminuire la circonferenza di cosce e girovita, mentre la pelle diventerà più elastica e luminosa!

 

15 Cibi purificanti e rigeneranti per un’estate da sogno

  1. Acqua

La regina, importante per la vita sulla Terra come il Sole, l’acqua è ciò di cui siamo fatti all’80%. Se riusciamo a vedere la differenza tra le acque di un piccolo stagno e quelle di un bel fiume di montagna, sappiamo quanto sia importante idratare il nostro organismo quotidianamente, stimolando la diuresi, il drenaggio dei liquidi e il corretto funzionamento dei reni. Bevete almeno 1,5-2 litri di acqua al dì.


  1. Limoni

In questi anni c’è stato un boom nell’utilizzo di questo meraviglioso agrume davvero efficace per ripulire l’organismo. Oltre ad essere ricchi di vitamina C, i limoni essendo alcalini, sono utilissimi per riequilibrare l’acidità dello stomaco. La dieta più famosa è quella dell’Acqua e Limone. Posso affermare, per esperienza personale, che è un’abitudine incredibilmente sana e i risultati arrivano davvero. Se soffrite di reflusso, acidità di stomaco, stitichezza, o pelle impura, bere una tazza di acqua tiepida e limone la mattina a stomaco vuoto, può davvero aiutarvi. Scegliete prodotti biologici e potrete consumare anche la buccia, ottima per la preparazione di carni bianche e pesce, ricca di oli essenziali e quindi incredibilmente profumata.


  1. Tè bianco o verde

Il tè verde è un ottimo alleato per accelerare il metabolismo e favorire il drenaggio dei liquidi, ma il tè bianco non è da meno. In fatto di depurazione questo tè è il migliore. Si tratta dei germogli essiccati al sole della pianta del tè. In questo modo non si perdono le proprietà antiossidanti e soprattutto la sua capacità di tenere basso il colesterolo.

 
  1. Erbe

Godetevi l’esperienza di entrare in un’erboristeria, tra i mille profumi balsamici, oli e incensi. Chiedete del tarassaco, dell’ortica o della bardana. Queste erbe hanno incredibili proprietà rimineralizzanti e disintossicanti. Il tarassaco in particolare agisce sul fegato, alleggerendolo; stimola la diuresi e aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso. È una bomba di antiossidanti: zinco, ferro, potassio e vitamine A, C e D.


  1. Crescione

Da non confondere con la crescenza, questa pianta è nota fin dall’antichità per le sue tante proprietà. Ricco di vitamine (C, B2, PP ed E) e sali minerali (ferro, fosforo, manganese, zinco, rame, iodio e calcio) è un importantissimo alleato per disintossicarsi, soprattutto a livello polmonare. Ha anche preziose proprietà digestive e diuretiche.

Ultimamente è molto usato negli smooties di frutta e verdura. È ora di far entrare questo antibiotico naturale nelle vostre cucine!


  1. Spezie

Coloratissime e profumate, le spezie hanno il merito di aiutarci ad eliminare il sale in eccesso dalla preparazione dei nostri piatti. Sono tantissime, facili da inserire in tutte le ricette, dolci o salate, e hanno tante proprietà, come la curcuma e lo zenzero, per fare un piccolo esempio. Rispettivamente provenienti dalla tradizione medica ayurveda indiana e quella cinese, queste due radici sono due potentissimi antinfiammatori e favoriscono la digestione.


  1. Aglio

Spesso snobbato per l’inconciliabilità del suo utilizzo con una ridente vita sociale, l’aglio è tra gli antisettici naturali più potenti. Aiuta a depurare il sangue, mantiene basso il livello del colesterolo e regola la pressione sanguigna.

Volete la dritta definitiva? Per consumarlo intero e godere di tutte le sue proprietà senza doverne subire le conseguenze olfattive… Mangiate quello sott’olio. Provare per credere. Attenzione: crea dipendenza!


  1. Cipolla

La regina della cucina, la cipolla! Buona cotta, buona cruda, Buona per la salute. Facciamo una rapida carrellata delle sue proprietà: è ricca di sali minerali, vitamine e oligoelementi; è efficace per liberare i bronchi; è antinfiammatoria, antibatterica e digestiva; contrasta l’innalzamento della glicemia; fluidifica il sangue; è un ottimo rimedio contro la cistite; riduce il colesterolo. E, ultimo ma non meno importante, l’alto contenuto d’acqua favorisce la diuresi e l’eliminazione delle scorie, combattendo così la ritenzione idrica!

Provatela cruda nelle insalate, marinata con del pesce, centrifugata con foglie verdi di sedano e mezza zucchina cruda.


  1. Verdure a foglia verde

L’insalatona è protagonista dei pranzi di un’altissima percentuale di uomini e donne, in estate, con il caldo, diventa davvero una benedizione. Allora gioiamo del fatto che insalata, sedano, spinaci, cicoria, broccoli e cavolo sono tutte verdure ricche di clorofilla e disintossicano dai metalli pesanti, dagli inquinanti e dalle tossine. Sono fibre, e al loro passaggio nell’intestino lo ripuliscono e lo idratano favorendone la regolarità. Se non bastasse, sono ricche di vitamine, calcio e betacarotene per un’abbronzatura perfetta.


  1. Semi di lino

Questi piccolissimi semini, utilizzabili in frullati e insalate, sempre a crudo, sono ricchi di omega3 e contengono tantissime fibre. Se volete un effetto liberatorio del tratto gastrointestinale vi consiglio di lasciarli a mollo in un bel bicchierone di acqua tutta la notte. Otterrete una specie di mucillagine o gel, non proprio piacevole da ingoiare, ma incredibile per l’intestino. La mattina mescolate e bevete tutto a stomaco vuoto. Evitate sempre di cucinare i semi.


  1. Avocado

Una delle star dell’attuale cucina mondiale, l’avocado fa impazzire un po’ tutti. Per fortuna possiamo dire che non è solo buono, ma anche incredibilmente prezioso per la nostra salute. Il primo grande beneficiario delle sue proprietà è il cuore: ricco di omega3, questo frutto cremoso combatte il colesterolo cattivo e i trigliceridi. Per quanto sia molto calorico rispetto a qualsiasi altro frutto, non fa ingrassare, perché da velocemente senso di sazietà. Inoltre nutre la pelle, cosa non da poco in estate, quando la pelle deve rigenerarsi. Una porzione di avocado vi assicura l’apporto di vitamine quali A, B, C, D, E e K, fibre, potassio e ferro.


  1. Papaya e Ananas

Due frutti decisamente esotici, l’occasione giusta per dare un tocco nuovo alle vostre macedonie. La papaya e l’ananas, come molti frutti tropicali, contengono una quantità incredibile di vitamina C, ma anche A, E, K; acido folico, magnesio, potassio, rame, acido pantotenico e flavonoidi. In più stimolano gli enzimi responsabili della digestione.


  1. Pompelmo Rosa

Questo bel frutto, meno amaro del fratello giallo, è ricco di licopene, un potente antiossidante. Grazie all’alta percentuale di vitamina C in esso contenuta, rafforza il sistema immunitario. È diuretico e drenante, previene i calcoli renali. In una dieta è ottimo perché smorza la fame, riduce il colesterolo e i trigliceridi ematici. Inoltre depura il fegato, le sue fibre aiutano la digestione e cosa importantissima, protegge la mucosa del colon. Insomma, un frutto incredibile! Se non siete sicuri di apprezzarne la nota amara, vi consiglio di usarlo come liquido nei frullati di frutta al posto di acqua o latte!


  1. Melograno

Sarà pronto a settembre ma siate pazienti! Questo particolarissimo frutto è ricchissimo di antiossidanti, vitamina C (parliamo del 20% del fabbisogno giornaliero di un adulto), vitamina K, vitamine del gruppo B, proteine e carboidrati. È ricco anche di potassio, che aiuta le funzioni cellulari, oltre che di minerali (ferro, calcio, magnesio, fosforo e in quantità ridotte di manganese e zinco). Tutti questi benefici li avete con un bassissimo apporto calorico.

La prima qualità in assoluto del melograno è di essere un antitumorale, grazie a tannini e polifenoli che aiutano a ridurre i radicali liberi. In più, le antocianine contenute nel suo succo, svolgono un’azione protettiva contro i danni da raggi UV.

È importante per ridurre i livelli di colesterolo e aiuta la digestione rinforzando la mucosa gastrica.

Ultima cosa: è un grande aiuto per le donne in menopausa, perché ne riduce i disagi. Grazie ai suoi fitoestrogeni è in grado di riequilibrare il sistema ormonale. Mica male!


  1. Mirtilli Neri

Ultimi di questa lista ma non meno importanti, i mirtilli neri contengono tannini, zuccheri, sali minerali, flavonoidi, vitamine A, C e B e soprattutto Mirtillina. Quest’ultima riduce la permeabilità dei capillari, rafforzando ed elasticizzando i vasi sanguigni. Integrandoli alla vostra dieta ridurrete i disturbi circolatori e la fragilità capillare. Questo implica una maggiore capacità drenante a livello periferico, quindi depurazione dei tessuti e senso di maggiore leggerezza alle gambe!  
Spero che questa lista vi dia buone idee per la vostra salute e per la vostra cucina. Ricordate sempre l’importanza di una dieta equilibrata e ricca che vi faccia sentire forti e amati.  

Buon appetito e Felice inizio d’Estate!

             

Diete Detox

Fate regolarmente esercizio fisico ma vi sentite gonfi e appesantiti? Probabilmente avete bisogno di un paio di giorni di disintossicazione! Questa parola fa pensare a qualcosa di grave, ma non è poi così strano, visto il nostro stile di vita frenetico, che il fegato o l’intestino siano un po’ sovraccarichi. Il benessere, come tutto, presenta l’altra faccia della medaglia: ci permette di mangiare anche più di quanto effettivamente sia necessario.  

Oggi parliamo di cicli Detox, cosa sono e perché ogni tanto servono.

 

Dieta Detox, cos’è?

Quando parliamo di dieta disintossicante o detox intendiamo un autentico regime alimentare finalizzato alla depurazione dell’organismo da tossine. Queste ultime arrivano a noi sotto forma di cibo spazzatura, bevande nervine, stress, farmaci e inquinamento ambientale.  

In questa sede non parleremo di una dieta detox in particolare ma, individuate le principali cause dell’intossicazione, selezioneremo i princìpi e i meccanismi generali di questo regime.

La dieta detox deve durare poco, ma ci lascia preziosi consigli su:
  • Alimentazione:
Scegliamo solo cibi disintossicanti ricchi di acqua, fibre, vitamine, minerali e antiossidanti. Bandiamo completamente quei cibi che contengono: additivi, grassi cattivi, colesterolo, farmaci e inquinanti. Parliamo di cibi da fast-food, merendine e prodotti confezionati, grassi aggiunti, alimenti salati o zuccherati, caffè e alcolici.

La regola d’oro è:

più è semplice e poco manipolato, meglio è!


  • Stile di vita:
Fate attività fisica, sudate e espellete tossine; lasciatevi alle spalle il tabagismo; evitate l’esposizione all’inquinamento ambientale; imparate a gestire lo stress psicologico. Quest’ultimo punto può risultare quasi fastidioso, ma troppe sono le persone che si ammalano per aver ingoiato rabbia e frustrazioni: sfogate i vostri sentimenti, incanalate le vostre energie negative in cose positive. Fate sport, ballate, cantate, create. Siete voi i padroni di voi stessi, non le vostre emozioni. È vostra la scelta di farvi imbruttire dalle forze che si agitano dentro il vostro animo, o di sfruttarle per esprimervi in tutto il vostro splendore.
  • Utilizzo di farmaci
Non dico di abbracciare il modello spartano, né tanto meno di rinnegare i benefici della medicina, ma prima di usare farmaci che non necessitano di prescrizione medica, e della cui assunzione siamo gli unici giudici, chiediamoci: “E’ davvero necessario che io assuma questo prodotto?”.    

Da cosa ci disintossichiamo?

Le tossine, quelle molecole nocive per l’organismo, sono scarti dell’eccesso proteico; carboidrati raffinati (farine bianche e zucchero in primis); prodotti dell’affaticamento muscolare (come l’acido lattico); additivi alimentari; sale da cucina; pesticidi; ormoni; antibiotici; metalli pesanti (piombo e mercurio) e la lista potrebbe continuare.

La loro colpa è di peggiorare il nostro stato di salute, facendoci sentire a disagio: stanchi, gonfi o per l’appunto intossicati. Questa condizione indebolisce il sistema immunitario, proprio perché i nostri organi sono sovraccarichi.

  In un periodo di disintossicazione è dunque consigliato il consumo di cibi di origine vegetale crudi. Verdura, frutta, radici e spezie ci danno la possibilità di nutrirci in modo sano ma gustoso, facilitando al nostro organismo il compito di espellere quello che lo indebolisce.  

Le possibilità, se si decide di iniziare una dieta disintossicante, sono tante. Chiedete il consiglio di un esperto per trovare la più adatta a voi. Gli specialisti sconsigliano questo tipo di regime in caso di gravidanza, allattamento, patologie renali o deperimento fisico.

Critiche

Non sono pochi gli esperti che sconsigliano le diete detox. Il nostro corpo è infatti in grado di gestire lo smaltimento delle tossine autonomamente, e molti si chiedono che senso abbiano allora questi regimi.

Come sempre il mio consiglio è di usare il buon senso: se dopo giorni di abbuffate, o una serata a “La Casa del Fritto Misto”, sentite il bisogno di dare una tregua al vostro fegato, la dieta detox fa al caso vostro.

Se quello che volete è invece dimagrire, esistono altri regimi alimentari molto più completi, che possono essere seguiti per tempi più lunghi senza indebolirvi.    

Esempio di Dieta Detox

Di seguito vi propongo un’esempio di dieta disintossicante. Se soffrite di disturbi o patologie particolari, prima di apportare modifiche alla vostra alimentazione consultate il vostro medico.

Questo programma depurativo può durare da uno a massimo tre giorni, proprio perchè, per il ridotto apporto calorico, non è da intendersi come dieta equilibrata e completa. L’unico intento che ci poniamo è di alleggerire per un paio di giorni il nostro apparato digerente. Quindi vi invito alla prudenza e al buon senso. Se il vostro obiettivo è dimagrire e perdere peso, rivolgetevi ad un medico nutrizionista che studi la dieta più adatta a voi. Evitate sempre il fai-da-te che, fatto senza cognizione di causa, rischia di avere effetti contrari a quelli sperati.

Menù

 

1° GIORNO

Depura, libera e reidrata il tuo corpo con frutta, verdura e liquidi.

Colazione
  • Frutta fresca (250gr)
  • Concentrato di mirtillo
Spuntino
  • Thè verde e menta fresca(o essiccata)
Pranzo
  • Spremuta di agrumi
  • Minestrone di verdure di stagione con riso
Merenda
  • Centrifugato di mela, kiwi e finocchio
Cena
  • Verdure cotte a vapore o alla piastra, condite con olio extravergine di oliva
  • ½ ananas
 

2° GIORNO

Energizza il corpo e l’attività del fegato con i carboidrati.

Colazione
  • 1 piccolo panino ai cereali
  • 2 cucchiaini di marmellata (con succo di mela per dolcificare e non zucchero)
  • Concentrato di mirtillo
Spuntino
  • Thè verde e menta fresca(o essiccata)
Pranzo
  • ½ ananas
  • Spremuta di agrumi
  • Riso bollito (60gr) e Radicchio appassito in padella. Condite con EVO.
Merenda
  • 1 mela (ricca di fibre) o frutti di bosco (aiutano la micro-circolazione)
Cena
  • ½ ananas
  • Minestrone di patate (150gr) e legumi (60gr)
 

3° GIORNO

Reintroduci le proteine animali per dare ai tuoi muscoli nuova energia.

Colazione
  • 1 bicchiere di latte parzialmente scremato e 40gr di cereali integrali
  • Concentrato di mirtillo
Spuntino
  • Thè verde e menta fresca(o essiccata)
Pranzo
  • ½ ananas
  • Riso bollito (60gr) e Belga saltata in padella. Condite con EVO.
  • 150gr di platessa al vapore
Merenda
  • 1 yogurt magro al naturale (aggiungete un frutto a piacere)
Cena
  • Centrifuga di cipolla, foglie verdi di sedano e cetriolo con buccia
  • ½ ananas
  • 100gr di fiocchi di formaggio magro o petto di pollo alla piastra
  • 1 paninetto ai cereali
   

Consiglio:

Inizia i tuoi pasti con i crudi per preparare lo stomaco ad assimilare tutti i principi nutritivi; dare senso di sazietà; migliorare la digestione ed evitare il gonfiore; rallentare i picchi glicemici.

Bevi tanta acqua.

 

Il decotto depura fegato:

  Se ti piace coccolarti con le tisane, per depurare il fegato ti consiglio un decotto di tarassaco, bardana e ortica. Trovi tutto in erboristeria!
Preparazione:
fai bollire in 300ml di acqua 1 cucchiaio da minestra di questa miscela per 5 minuti. Lascia il tutto in infusione per 15 minuti. Filtra e bevi il tuo decotto una volta al giorno a digiuno dai pasti. Ti consiglio di prepararlo la sera per la mattina.    
Importante:

Ribadisco che i regimi detox prevedono un’alimentazione a ridotto apporto energetico, quindi favoriscono il dimagrimento, non solo riducendo lo strato adiposo, ma anche le proteine muscolari e i liquidi.

Sono contraria alle diete fai-da-te, il programma proposto va seguito per 2 massimo 3 giorni, e ha il solo scopo di alleggerire l’apparato digerente e la ghiandola del fegato.

 

Come accelerare il metabolismo

Metabolismo, questa parola è spesso menzionata in relazione alla perdita di peso, ma che cos’è in realtà? Il nostro metabolismo comprende tutti quei processi che il corpo affronta per scindere e semplificare nelle sue varie parti il cibo che consumiamo. Il cibo diventa per noi energia da usare subito, o da immagazzinare per uso futuro.  

La bellezza di avere un metabolismo veloce sta nel fatto che più velocemente il nostro corpo brucia le calorie per le varie attività, meno calorie verranno salvate sotto forma di grassi. I grassi sono, in parole semplici, la nostra riserva energetica. Un metabolismo veloce può contribuire a renderci snelli, ma non si tratta solo di una questione di forme e taglie: esso infatti contribuisce a tenerci energici, mentalmente attivi e di buon umore.

  Il nostro personale metabolismo è generalmente dettato da geni e fisiologia, ma c’è un limite entro cui abbiamo la possibilità di esercitare un controllo.

In questo articolo vedremo quali sono le accortezze che favoriscono un metabolismo più veloce e completamente operativo.

 

Ecco le 5 cose da fare per accelerare il metabolismo:

1. Dormite

Questa prima buona abitudine sembrerebbe la più facile da attuare, ma per moltissimi può rivelarsi la più difficile. Dormire abbastanza, circa 8 ore, è essenziale per essere sicuri che il vostro corpo stia bruciando correttamente e stia usando al meglio le calorie che assumete. Immaginate il sonno come un pit stop durante il quale il corpo si analizza e si risana per ripartire il giorno seguente. Avrete notato quanto si dorme quando si sta male, quello è il corpo che si mette in standby per incanalare le energie nelle operazioni di rinnovamento cellulare e guarigione. Dormire fa diminuire il livello di proteine infiammatorie, riducendo il rischio di infarti, diabete e invecchiamento precoce. È importante aggiungere che non conta solo quanto dormiamo, ma come e quando. Studi medici hanno dimostrato che andare a letto presto significa dormire meglio, riposare meglio e quindi essere più produttivi il giorno dopo. Dormire deve dunque diventare una parte importante della vostra vita, farlo in modo corretto permette al cervello di ripulirsi dalle scorie (proteine quali beta-amiloidi e tau, associate all’Alzheimer) aiutandolo a memorizzare nuove informazioni; stimolando la creatività; prevenendo stress e depressione.

2. Aggiungete un po’ di caffeina alla vostra dieta

Se vi piace il tè o il caffè, berne una tazza extra può dare uno slancio in più al vostro metabolismo. La caffeina in queste bevande aumenta l’efficienza del vostro metabolismo fino al 10%, aiutandovi a bruciare 100-200 calorie al giorno. La chiave sta nell’assicurarsi che le calorie della bevanda non superino quelle che dovrebbe farvi bruciare la caffeina, quindi evitate zuccheri o latte di qualsiasi tipo. Per lo stesso discorso si sconsigliano bevande gassate e zuccherate. Un ottimo alleato è il tè verde che, in più rispetto al caffè, contiene Epigallocatechina (EGCG) un composto polifenolico che aiuta il vostro corpo a bruciare i grassi. Non solo, l’EGCG ha effetti anti-infiammatori, anti-ossidanti e immunosoppressivi.  

Importante => Quale che sia la vostra bevanda preferita, siate giudiziosi e moderati, la dose sicura di caffeina al giorno è indicativamente contenuta in 3 tazzine di caffè espresso o 4-6 tazze di tè.


3. Non saltate la colazione

Dopo una notte di sonno, il vostro metabolismo è sopito, perché non vi siete mossi e non avete consumato energie per un lungo periodo di tempo, quindi il vostro metabolismo ha rallentato. Abituate il vostro metabolismo a riattivarsi ogni mattina con dei bei mix di frutta, proteine e carboidrati complessi. Avete l’intera giornata davanti, se non date carburante al vostro corpo, quest’ultimo entrerà in risparmio energetico tramutando ciò che ingerite in grasso! Per equilibrare al meglio i vostri pasti vi rimando a questo articolo.

4. Riducete il consumo di alcolici

Più o meno tutti sappiamo per esperienza diretta che l’alcol rallenta tutto: i movimenti, la capacità di reazione… e il metabolismo. Lo zucchero e l’alcol contenuti in un invitante cocktail tropicale o in un bicchiere di vino hanno un impatto negativo sul funzionamento del nostro metabolismo, sia nel breve che nel lungo periodo. Quindi, se potete, riducete il vostro consumo d’alcool o prediligete bevande a gradazione ridotta, come una bella birra artigianale, sicuramente più sana di altri prodotti raffinati.  

N.B. Personalmente sono convinta che una vita di privazioni non sia una vita felice, ma ancora una volta vi invito al buon senso e alla misura, in settimana cercate di portare avanti uno stile di vita sano, e concedetevi riposo, relax e piccoli vizi nel weekend. Un corpo sano recupera molto più velocemente di un corpo già sovraccarico e intossicato.


5. Diversificate i vostri allenamenti

Dopo alcune settimane in cui si ripetono sempre gli stessi esercizi, l’energia bruciata dal corpo per effettuarli diminuisce. Questo è il motivo per il quale dopo un periodo di intensa perdita di peso con un certo tipo di regime, si arriva ad uno stallo e diventa difficile vedere ulteriori risultati. Un’ottima idea allora è provare qualcosa di nuovo, nuovi tipi di esercizi o una classe di yoga differente, o addirittura un nuovo sport. Un interessante metodo per attivare il metabolismo e l’HIIT (High Intensity Interval Training) cioè allenamenti che alternano periodi brevi ad alta intensità di lavoro con periodi di recupero attivo in cui si svolgono esercizi più blandi. Se avete la fortuna di praticare in studio, periodicamente provate a cambiare insegnante: mente e corpo dovranno reimpostarsi per metodi di allenamento diversi e l’attività avrà sempre risultati incisivi!  

Al di là di tutto, seguire uno stile di vita bilanciato, sano e attivo vi aiuterà a massimizzare la funzionalità del vostro metabolismo e questi consigli vi aiuteranno a sentirvi più energici e produttivi.

Trovate il vostro equilibrio

Il fisico perfetto per l’estate si prepara d’inverno

Crediate sia prematuro parlare di “prova costume”?

È vero, Febbraio è in genere il mese più freddo dell’anno, le giornate sono ancora corte e dai colori cupi e prevale la voglia di restare accovacciati sul divano sotto le coperte, magari con un bel bicchiere di vino. Ma non lasciatevi ingannare! Ben presto il freddo lascerà spazio alle temperature più miti di marzo e di aprile ed ancor prima di rendercene conto, l’estate farà il suo capolino e con essa il tanto temuto appuntamento con la prova costume.

Non avrete intenzione di riacquistare la linea ad un mese dalle vacanze, ricorrendo a diete folli o ad altri drastici rimedi? Siamo proprio nel periodo ideale dell’anno per correre ai ripari e liberarci in maniera naturale dei chili di troppo accumulati durante le festività natalizie.

Come rimettersi in forma durante l’inverno

Per le piante la stagione fredda rappresenta un periodo di recupero e di ripristino dell’energia, per poi sbocciare con tutta la loro vitalità in primavera. Ma quale impatto hanno i mesi invernali sul nostro corpo?
Quando l’inverno incalza, cadiamo in una sorta di torpore, riduciamo il consumo di frutta e verdura e siamo continuamente sottoposti a sbalzi di temperatura. L’inattività, la sedentarietà ed una dieta un po’ più calorica sono ingredienti caratteristici della stagione invernale.

Perché non reagire e sfruttare questo periodo per rimettersi in forma in vista dell’estate? Nelle nostre mani abbiamo a disposizione un elemento magico: il tempo, un tempo extra grazie al quale non dovremo ricorrere a misure estreme dell’ultimo minuto ed eviteremo di cadere nella trappola delle diete lampo, dai risultati alquanto deludenti. Questo approccio a lungo termine non solo porterà degli ottimi risultati, ma farà in modo che essi siano di lunga durata.

Vi suggeriamo alcuni piccoli accorgimenti che potrete mettere in pratica da subito per sfoggiare una linea perfetta in estate.

Curare l’alimentazione

Cura l'alimentazione

Non è una novità che durante la stagione invernale sia più facile accumulare qualche chilo di troppo. Ma un’alimentazione poco sana, come quella a cui spesso ci si abbandona in inverno, può comportare svariati disturbi che non si limitano all’aumento del peso corporeo, ma includono anche problemi legati alla postura e alla circolazione sanguigna.

È opportuno cominciare già nei mesi precedenti quelli estivi a seguire un regime alimentare più sano ed equilibrato, senza per questo rinunciare a concedersi qualche sfizio di tanto in tanto.

Iniziamo limitando l’assunzione di cibi molto grassi o difficili da digerire e prediligiamo cibi detossinanti che favoriranno la purificazione del nostro organismo, riducendo il senso di gonfiore.


Bere tanta acqua

bere tanta acqua

Potrebbe sembrare il solito banale consiglio, tuttavia, bisogna ammetterlo, con le temperature fredde tendiamo a dimenticarci di bere.

L’acqua è una potente alleata per il benessere dell’organismo ed è possibile mantenere un livello di idratazione ottimale bevendo poco ma spesso ed assumendo alimenti ricchi di acqua, come la frutta di stagione che oltre a fornire buone quantità di liquidi, offrirà anche sostanze benefiche e antiossidanti.


Fare attività fisica

PilatesAnche la dieta più ipocalorica non sortirà i risultati sperati se non accompagnata dall’esercizio fisico, una componente indispensabile per rimettersi in forma in previsione della bella stagione.

Intervenendo in anticipo sull’estate, non sarà necessario sottoporsi ad allenamenti estenuanti, si potrà optare piuttosto per delle discipline che consentano gradualmente di bruciare le calorie, riattivare il metabolismo basale, tonificare e rafforzare i muscoli di tutto il corpo.

Obiettivi che possono essere raggiunti praticando lo Yoga e il Pilates, discipline grazie alle quali, oltre a stimolare e rinforzare muscoli di cui non avremo nemmeno immaginato l’esistenza, otterremo dei benefici anche sull’aspetto posturale, assolutamente da non sottovalutare. Una delle strategie più efficaci per sembrare più snelli e slanciati è proprio quella di mantenere una postura corretta.


Seguendo questi semplici consigli potrete finalmente arrivare soddisfate e preparate ad affrontare al meglio la stagione estiva che si prospetta.
Avete tutto il tempo per ritrovare la forma in modo graduale, senza sacrifici impossibili, senza fretta e senza rischi per la vostra salute.

Che aspettate a mettervi alla prova? Ricordate: il fisico perfetto per l’estate viene costruito durante l’inverno!

Summer bodies made in the winter

SOS post Natale

Per quanto abbiamo cercato di controllarci, a Natale è quasi impossibile non commettere eccessi, dato che il cibo e le bevande abbondano ovunque. Le celebrazioni, cene con gli amici e la famiglia ci portano a fare le ore piccole e anche sottrarre ore di sonno e di riposo. Il risultato, oltre a qualche chilo di troppo, può essere una pelle affaticata dalla mancanza di sonno, un fegato sovraccarico dall’alcol e un plus di stress a causa di eccesso impegni . Suggeriamo alcune semplici chiavi, piacevoli e facili da compiere che ti aiuteranno a perdere il peso acquisito e a ritrovare la pace e la salute del tuo corpo. 1. Zuppe di verdure e creme zuppa Dopo tanta festa, tanti dolci e salse, è necessario seguire una dieta povera di sale, dolci, cibo leggero, e poco grasso. I vostri migliori alleati saranno brodi e creme vegetali, che siano naturale e realizzati senza panna o formaggi (un soffritto di cipolle è sufficiente per darvi il sapore). La zuppa di miso con alghe e tofu, è anche un ottimo cibo, ricco di vitamine e minerali senza aggiungere grassi. Cerate di evitare minestre e creme confezionate spesso contengono troppo zucchero e sodio a meno che non siano veramente naturali. 2. Meno carboidrati no carboidrati A Natale è facile abusare di dolci e pane,pertanto cercate di rimuovere almeno per una settimana  i dolci e ridurre gli altri carboidrati, nutrendovi solo di verdure, riso e pane meglio se integrale. E ‘anche importante assumere questi carboidrati al mattino, a colazione o a pranzo, evitateli a cena, in questo modo prederete peso senza troppa fatica. Consumate anche molta frutta, meglio se a colazione in una spremuta, oppure lontano dai pasti come merenda o spuntino. Il melograno aiuta a depurare il corpo grazie al suo potere antiossidante.   3. Meno carne divieto-di-carne Preferite il pesce. Se è possibile, si dovrebbe evitare di mangiare carne rossa in questi quindici giorni.                                                     L’ideale è quello di seguire una dieta leggera a base di verdure, cereali e pesce azzurro o preparato alla griglia, bollito o al forno.   4. Bere molta acqua e infusi infusi2 Per almeno quindici giorni sarebbe bene eliminare l’ alcol.  Bere molta acqua durante il giorno, aggiungendo qualche goccia di chiodi di garofano aiuta a disintossicare il corpo.  Il tè verde è una scelta eccellente per riempire il corpo con antiossidanti e depurarti. 5. Avena e cereali integrali Cereali misti La farina d’avena è uno dei cereali con più benefici che esistano, oltre ad essere il più tollerabile per stomaci sensibili e persone con allergie. La farina d’avena mescolata con yogurt e noci è una colazione eccellente. La crusca di avena, si può aggiungere alle insalate, agli stufati o allo  yogurt, è un antiossidante. Cereali integrali. Si consiglia di consumarli al posto del pane, pasta, riso o cereali industriali (come quelli per la colazione), che essendo meno raffinati si accumulano come grasso nel corpo.   6. Aumenta l’ attività fisica yoga fisico Se controlli un po l’alimentazione non ti costerà nulla perdere il peso acquisito. Potrebbe essere il momento giusto per iscriversi ad un corso di yoga, un modo ideale per  prendersi cura di corpo e mente.

Yoga o Pilates? Meglio se entrambi!

Ci sono molte persone che ci chiedono che cosa è meglio: fare Yoga o Pilates? La risposta è che entrambe le discipline sono magnifiche. A livello fisico, si sviluppa un corpo forte, flessibile, armonioso e sano; Emotivamente: si raggiunge un alto grado di consapevolezza del corpo, si elimina il rumore mentale e vengono sciolti blocchi e tensioni inutili, di cui non siamo consapevoli, la maggior parte delle volte. Tale è il panorama, che tutti i professionisti dedicati a queste discipline, sono spesso in difficoltà nello schierarsi per l’una o l’altra attività. Tuttavia, anche se non si opta apertamente per una o l’altra, a causa dei benefici che apportano la pratica di entrambe,  è vero però che a seconda dell’individuo, alcuni potrebbero sentirsi più attratti dalla pratica fisica e tonificante che fornisce il Pilates, o sentirsi più realizzati e completi attraverso lo Yoga. Entrambe le discipline hanno differenze significative, ma sono pienamente complementari, alimentandosi a vicenda. Consideriamo i benefici che apportano la pratica combinata di entrambe le discipline:

1. INTENSA SENSAZIONE DI BENESSERE

SENSAZIONE_BENESSERE

Tanto lo Yoga come il Pilates concordano nel fatto che nei loro movimenti non c’è sofferenza, ossia,  il corpo funziona in modo da utilizzare le proprie risorse, senza sottoporlo allo stress che non è disposto a sopportare. Ognuno arriva sin dove è possibile e ciò va bene.

2 °. SVILUPPO DI FORZA E FLESSIBILITÀ

forza_flessibilità

Apparentemente sembrano due concetti opposti, ma, attraverso la forza sviluppata con il Pilates e la flessibilità che apporta lo Yoga,  coltiviamo una forma fisica molto completa.

3 °. MAGGIOR CONTROLLO E CAPACITA’ RESPIRATORIA

donna_meditazione

La respirazione in entrambe le discipline è fondamentale anche se diversa. Combinando la pratica dello Yoga e del Pilates  sviluppiamo un ottimo strumento da utilizzare come fonte di energia nei momenti più difficili della pratica, o come un modo per ottenere un totale relax di mente e corpo.

4 °.  CONSAPEVOLEZZA DEL CORPO

CONSAPEVOLEZZA_CORPO

Grazie agli aggiustamenti corporali che si praticano con il Pilates, come: la cintura scapolare, l’allungamento della colonna vertebrale, attivazione del centro (Powerhouse) o il posizionamento del bacino … possiamo ottenere maggiore controllo e allineamento del corpo nelle posture di Yoga più complesse, o quelle che ci costano più fatica.  

5 °. MIGLIORA LA SALUTE

salute-alimentazione-movimento-consapevolezza

Il fatto di essere così consapevole del proprio corpo, apre la porta a scoprire quali sono le nostre esigenze, e tra queste c’è l’alimentazione. Quando si pratica lo Yoga e Pilates, il corpo non ci chiede alimenti densi con elevate quantità di zucchero e grassi saturi, ma gli alimenti che ci aiutano a fare gli esercizi e le posture che sono necessarie per ognuna delle pratiche.

Autunno: Tecniche di respirazione e alimentazione

 

respiratorie autunno

Alcuni esercizi sono molto buoni per aiutare il rilassamento del diaframma: Sdraiati  su una stuoia, cercando di avere correttamente allineati la schiena e la testa, gonfiando l’addome inalate tirando l’ombelico  verso la colonna vertebrale durante l’espirazione. Sdraiati sulla schiena, inspirando profondamente alzate le braccia  sopra la testa e successivamente riportate i palmi verso il basso e in parallelo al corpo mentre espirate, in allineamento con la schiena e la testa unire le mani sulla testa a fine inalazione e ritornare alla posizione iniziale alla fine dell’espirazione. Respirazione del Fuoco: energizzante e purificante. Oltre ad un pranayama è anche una dei principali esercizi di pulizia nello yoga. (Astenersi da questo pranayama, i giorni delle mestruazioni, le donne in stato di gravidanza, le persone con condizioni di ipertensione e polmoniti. Quelli con problemi di cuore possono farlo solo dopo una lunga e consapevole preparazione.). Respirare tre volte, inspirare, espirare e create il suono “S”, che per i taoisti è il suono dei polmoni. Per quanto riguarda il cibo, questa stagione  è una buona occasione per variare la vostra dieta, arricchita con il ferro e le vitamine dai vegetali,  con le noci ricche di fibre, mangiate cibi integrali, verdure, ortaggi e cereali per aumentare il transito intestinale ed evitare congestioni dell’ intestino crasso. La frutta di stagione non dovrebbe mai mancare sulla tavola,  oltre a garantire un alimento sano e naturale, è una delizia per il palato. Vi consigliamo inoltre di aumentare l’assunzione di acqua e fluidi, poiché il tempo in autunno porta secchezza della bocca, del naso e della gola, e anche l’urina è scarsa.

equinozio-autunno-5

Come accennato in precedenza la stipsi è una delle condizioni più comuni ma la maggior parte delle persone non sono a conoscenza delle terribili conseguenze per l’organismo. Molte volte, il senso di pesantezza alla testa, la pressione sul naso, mal di testa, mal di gola, mancanza di energia e molti altri sintomi generali sono il risultato di questa condizione. Per la costipazione è consigliabile massaggiare l’addome verso l’alto e in senso discendente, in direzione del colon trasverso, cioè, da destra a sinistra, per alcuni minuti. Inoltre, in quanto è un ottimo momento per la depurazione è anche altamente raccomandato per la pulizia del colon, eseguire una naturale idroterapia o clisteri. Non possiamo dimenticare la pelle. Questa stagione vede la purificazione della pelle attraverso il vapore per eliminare le tossine attraverso il sudore, l’uso di oli naturali, docce alternando cambiamenti di temperatura, linfodrenaggi e, naturalmente,una sana alimentazione, avrà effetto anche sul più grande organo del nostro corpo, la pelle. Ricorda, infine, che l’autunno invita all’ introspezione, a volgere lo sguardo verso l’interno, a te, chi sei, a riconnetterci con la nostra saggezza interiore e da lì, guarire.

Yoga e Ayurveda per l’Autunno

 

 16027-cambio-di-stagione-e-ayurveda-benvenuto-autunno

Lo Yoga ci insegna a vivere in armonia con il nostro sé più autentico e anche secondo le energie della natura. Per questo, si può fare riferimento anche alla medicina ayurvedica, con la quale lo yoga lavora a stretto contatto. Ayurveda afferma che sia ciascuno di noi, così come i cicli della natura, abbiamo delle qualità determinate che sono chiamate dosha  aventi le proprietà degli elementi aria, fuoco, terra, acqua ed etere in diverse combinazioni. Ci sono tre dosha: pitta, vata e kapha. Anche se abbiamo tutti i tre dosha nel nostro sistema, con tutto il necessario e complementare, abbiamo uno o due qualità dosha predominanti che ci danno (imprenditorialità, creatività, stabilità, rispettivamente), ma determinano anche caratteristiche fisiche e mentali che è importante saper contrastare per non perdere il nostro equilibrio. Sono pesante o leggero, caldo o freddo, bagnato o asciutto. L’Ayurveda ci insegna con le diete, oli e tecniche di guarigione, alcune abitudini e condizioni di vita per bilanciare gli eccessi di questi  dosha  per ognuno di noi. L’autunno è una stagione che ha molte sfaccettature. Il calore e l’umidità tipiche del dosha pita, l’energia che caratterizza l’ambiente in estate, cambia completamente le sue qualità in autunno. In realtà, l’autunno ha la sua propria energia che tende al movimento. Si tratta di una stagione in cui, secondo la tradizione ayurvedica, dominata il dosha vata: il dosha di aria ed etere. L’ Autunno, contrariamente all’estate, è freddo, secco e leggero. Non c’è da stupirsi quindi che, mentre le foglie si seccano, la temperatura si abbassa e il vento arriva, ci sentiamo un pò inclini a raffreddori e costipazione, con la pelle disidratata. Soprattutto coloro che hanno vata come uno dei loro dosha predominanti, e sono molto sensibili ai cambiamenti dell’ambiente. Questo perché il  dosha vata, avendo le qualità dell’aria, è legato al dinamismo, ma anche con sentimenti di instabilità, ansia e paura. Chi è dominato da Vata, è in grado di camminare con la testa a mille, con i pensieri cangianti e una instabilità emotiva data dalla mancanza di contatto con la terra. O si è pieni di grandi idee, ma non si sà come realizzarle perché si ha poca lucidità mentale e si è un pò travolti. Le persone Vata sono combattute tra i lampi di ingegno ed entusiasmo e la mancanza di sicurezza e metodo. Lo Yoga ci insegna a fluire e se impariamo a compensare l’aria in eccesso (anche elemento di Anahata chakra) potremo anche trarre vantaggio dai suoi benefici. La verità è che questo periodo di venti freddi viene con in regalo idee, ispirazioni, comunicazione e creatività.

autunno-600x300

E ‘importante per eliminare le tossine, migliorare il nostro sistema immunitario, riposare a sufficienza, mangiare cibi cotti, caldi e ricchi di nutrienti e bere molta acqua. Anche la pratica dello yoga consapevole, per aumentare la nostra temperatura, si connette con la terra e ci infonde pace interiore, un lungo rilassamento, meditazione, pranayama. Prendiamoci cura di noi stessi e trattiamo gli altri con amore, manteniamo la nostra mente calma e il cuore aperto per accogliere questa stagione.
PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it