• prova_slide2
  • prova_slide2

Nuovo corso di Yoga Ratna

Nuovo corso di Yoga Ratna

presso lo Studio di Via Scano 9

A partire da mercoledì 2 Maggio avranno inizio le lezioni di meditazione e rilassamento basate sui principi dello “Yoga Ratna“.

Le lezioni saranno strutturate principalmente utilizzando gli esercizi di Pranayama (respirazione yogica) e meditazione profonda, basata sulla visualizzazione creativa, praticata a scopo terapeutico/rilassante a cui verranno integrati dei sogni guidati dalla voce dell’insegnante Corrado Artizzu (insegnante diplomato a Piacenza nella Scuola di Yoga Ratna di Gabriella Cella).

Durante le lezioni verranno inoltre inserite alcune Asana (posture) e tecniche pratiche di autoguarigione, per poi terminare con un profondo silenzio durante il quale ci si può addormentare.

Questa serie di tecniche permetteranno all’allievo di purificare e rilassare la propria mente e di conseguenza incamerare in modo più profondo ed incisivo l’energia del lavoro svolto durante la lezione.

Sarà una piacevole opportunità per riposare e ricaricarsi, ma sopratutto, per riportare in modo graduale il proprio sistema corpo-mente ad uno stato naturale di benessere psico-fisico ed emotivo.

Vi aspettiamo numerosi presso la nostra sede PPM di via Scano 9.

Per info e prenotazioni contattateci ai seguenti recapiti:
tel.0704515177
cell.3890041967

Il respiro, fonte di vita e energia

Tutti noi conosciamo l’importanza fondamentale della respirazione.

Ma quanto conosciamo la nostra respirazione?

Come funziona nel concreto l’atto respiratorio?

Per conoscere meglio la respirazione è doveroso iniziare un percorso che, partendo dall’osservazione del proprio modo di respirare, porta alla consapevolezza del proprio respiro per migliorarlo attraverso semplici esercizi.

In un minuto respiriamo circa 15 volte, in un’ora circa 900 e in un giorno circa 21.600 volte.

Secondo la tradizione Yoga, a un uomo sano sono donati 800 milioni di respiri, per vivere 100 anni.

Sprecando i nostri respiri non faremmo altro che accorciare la durata della nostra vita.

Il primo passo è osservare la propria respirazione..

Se prestiamo davvero attenzione, quando respiriamo, coinvolgiamo diversi organi.

Purtroppo spesso, di questi, prendiamo reale consapevolezza solo quando il loro funzionamento ne è intaccato: prendiamo ad esempio un raffreddore, basta avere il naso chiuso per accrgerci della sua fondamentale importanza!

Attraverso la respirazione apportiamo ossigeno al nostro corpo ed espelliamo le sostanze tossiche accumulate.

Sia il corpo che la mente, per funzionare correttamente, hanno bisogno del giusto apporto di ossigeno.

L’ossigeno tuttavia non può essere immagazzinato: per questo dobbiamo “rifornirci” in maniera regolare

e per far ciò dobbiamo imparare a respirare bene.

Purtroppo la maggior parte di noi utilizza solo un terzo delle proprie capacità respiratorie.

Cosa ci impedisce di respirare bene?

Se respirassimo in maniera corretta, saremmo tutti più sani, più energici e anche più sereni.

Difatti, fatta eccezione per tutti quei casi in cui la respirazione corretta sia impedita da un danno fisico o meccanico, respirare in maniera errata è direttamente correlato alla nostra psiche.

Riflettiamoci un attimo..quante volte abbiamo utilizzato frasi come “tirare un sospiro di sollievo”, “respirare a pieni polmoni”, “sentirsi soffocare” o “restare col fiato sospeso”?

Sono tutti frasi che non ci riportano a duna situazione “fisica” ma al nostro stato d’animo.

Come respirare correttamente

Una corretta respirazione utilizza i polmoni nella loro interezza.

Al giorno d’oggi invece, molto spesso, utilizziamo un’unica parte polmonare: quella alta.

Lasciando inutilizzata la parte più bassa del polmone non facciamo altro che ridurre la ventilazione e, di conseguenza, l’ossigenazione del sangue e di tutto il corpo.

Il principale colpevole di ciò è lo stress.

Vi è mai capitato di osservare un bimbo mentre respira? Non essendo ancora vittima dello stress e della frenesia utilizza esattamente la respirazione che anche ogni adulto dovrebbe detenere!

Respirazione consapevole: dirigere il respiro

Il flusso del respiro viene guidato nel corpo, iniziando con una respirazione lenta o veloce, e concentrandosi poi sul processo di inspirazione e di espirazione.

Il controllo non è mai forzato: è l’intenzione che avvia il movimento e la respirazione si fa naturale. Il metodo iniziale consiste nel divenire consapevoli della respirazione contando il numero di inspirazioni e di espirazioni mentre il processo è in atto.

In genere si ricorre a questa tecnica per arrestare il flusso selvaggio dei pensieri o per allontanare la mente dagli avvenimenti dalla realtà esterna.

La forma più perfezionata di controllo del respiro è lasciare che l’intenzione guidi la respirazioneconosciuto come.

Quando la mente è svuotata dai pensieri, la vera intenzione emerge.

Una volta che l’intenzione si è raggiunta, il controllo cosciente scompare e il movimento della respirazione segue i canali aperti del sistema circolatorio e scorre naturalmente nel corpo.

S.O.S : Discipline che ci aiutano nella respirazione

Lo yoga ed il Pilates, oltre ad aiutarci dal punto di vista fisico a livello scheletrico e muscolare, hanno un’importanza fondamentale anche nella respirazione.

La respirazione Pranayama dello yoga è di grande beneficio generale.

Il sangue viene reso più ricco di ossigeno, non tanto nel momento preciso dell’applicazione della tecnica, quanto durante tutta la giornata, poiché la respirazione normale viene stimolata e resa più proficua per un periodo di circa 24 ore.

Il sangue risulta migliorato in qualità e quantità, nutre più adeguatamente l’intero organismo, specialmente il cervello, la spina dorsale, nervi relativi e quelli spinali, con notevole vantaggio di tutto il corpo che viene mantenuto sano, forte e giovane.

L’eccezionale influenza della respirazione yoga sul sistema nervoso ed endocrino – le respirazioni lente e profonde è noto hanno un effetto sedativo – creano l’armonia necessaria alla salute.

È stato osservato che più le respirazioni controllate sono lente e più facilitano l’acume, la visione e la creazione della mente ed eliminano con la pratica la tendenza all’agitazione psichica.

“Per respirare correttamente si deve inspirare ed espirare completamente, cercando sempre con forza di spremere ogni atomo di aria impura dai polmoni, proprio come si farebbe strizzando ogni goccia di acqua da un panno bagnato.”

Questo sosteneva Joseph H. Pilates, ideatore dell’omonima disciplina.

Il Pilates dimostra come la respirazione coinvolga i polmoni, il diaframma e la gabbia toracica portando a sviluppare pienamente i muscoli che aiutano ad espandere la cassa toracica.

La respirazione deve essere correttamente coordinata con i movimenti che si compiono ed è per questo che ogni esercizio del metodo Pilates è accompagnato da istruzioni per una corretta respirazione, ci si muove durante l’espirazione, favorendo la fluidità dei gesti, che non devono mai essere eseguiti in maniera affrettata.

I benefici del Pilates in gravidanza

Il Pilates è una disciplina che può essere praticata da tutti e in qualunque fase della vita, proprio per la sua grande versatilità ed efficacia.
In particolare i benefici di questa disciplina sono molto utili a sostenere periodi di grande cambiamento come quelli che vivono le donne in stato interessante.
Gli sconvolgimenti ormonali, i mutamenti fisici e le fluttuazioni umorali che caratterizzano i nove mesi della gravidanza condizionano e modificano la vita della donna in attesa che necessita di trovare un equilibrio e un benessere nuovi.

Se la gravidanza ha un decorso fisiologico, superato il primo trimestre di gestazione gli esercizi del Pilates non solo sono consigliati ma permettono alla gestante di entrare in contatto profondo con se stessa e con il suo bambino.
Attraverso la respirazione la muscolatura si rilassa e si scaricano tensioni e stress, la pressione sanguigna viene regolata e vengono sensibilizzati e attivati i muscoli profondi che sostengono la colonna vertebrale come il trasverso dell’addome e il pavimento pelvico e perineale, importantissimi nel contrastare il naturale spostamento in avanti del baricentro dovuto all’incremento ponderale.
La respirazione rappresenta inoltre un valido alleato per le donne che, nonostante abbiano superato il primo trimestre, soffrono ancora di nausee gravidiche.

Gli esercizi si svolgono in posizioni studiate per meglio supportare la colonna vertebrale, spesso con l’utilizzo di piccoli attrezzi come ad esempio la fisioball, ottima per agevolare la gestante negli esercizi in stazione seduta, migliorare la mobilità, l’allungamento e la distensione muscolare, riattivare la circolazione venosa e linfatica e quindi prevenire i tipici gonfiori della gravidanza, migliorare le funzionalità digestive e il transito intestinale.
Inoltre a livello simbolico la fisioball è l’attrezzo che maggiormente ricorda il ventre materno.
Anche le mini e le small ball sono ottimi attrezzi che possono essere utilizzati in vario modo, ad esempio, per decontrarre le spalle e il collo, soggetti a una maggiore tensione a causa dell’aumento del seno e della minore forza dei legamenti.

Questo accade perchè in gravidanza viene prodotto un ormone, la relaxina, che determina una maggiore lassità legamentosa. In particolare la sua azione è volta ad incrementare la flessibilità del bacino durante il parto.
Proprio al fine di non sovraccaricare le articolazioni è molto importante mantenere una corretta postura in gravidanza.

Attraverso le sequenze del Pilates l’insegnante aiuta la donna a sensibilizzare la conoscenza e la consapevolezza del suo corpo, in particolare grazie al corretto utilizzo dei muscoli profondi posti alla base della colonna come il pavimento pelvico e perineale, sarà in grado di gestire con maggiore controllo e serenità non solo la gestazione ma anche il momento del parto e il recupero post partum.

Una madre che affronta la gravidanza con serenità prendendosi cura del suo corpo e della sua mente con un’attività a misura dei suoi bisogni, influenzerà il suo bambino in modo estremamente positivo. Le endorfine prodotte durante l’attivita fisica sono recepite anche dal feto che ne beneficerà quanto la madre.

Presentazione Gratuita Corso di Mindfulness

Mercoledì 24 Gennaio ore 18:00

Via Scano 9

Presentazione Gratuita
Corso di Mindfulness

Cos’è la Mindfulness e a chi è rivolta?

Pensateci un attimo: da quanto non assaporate veramente il gusto della vita? Quante volte vi capita di non rendervi veramente conto di quello che state facendo? Troppo spesso, infatti, le nostre azioni sono guidate da una sorta di pilota automatico che inseriamo senza quasi rendercene conto.

La Mindfulness è una capacità umana a disposizione di ciascuno di noi, si tratta semplicemente di riconoscerla e di svilupparla.
La parola Mindfulness significa “presenza mentale”.
E’ la consapevolezza non giudicante, portata momento per momento, con intenzione, a tutto ciò che semplicemente c’è. La consapevolezza ci permette di stare nei processi fisici anziché vagabondare nei pensieri.

La pratica intensiva della Mindfulness, nata e scientificamente validata negli anni ’90, quale integrazione al trattamento di disturbi fisici con una forte componente di dolore cronico (artropatie, fibromialgia), è stata nel tempo estesa a condizioni di natura più chiaramente psicosomatica (psoriasi, colon irritabile) e psicologica (depressione, ansia, disturbi del sonno, impulsività) e può pertanto rivelarsi un’eccellente integrazione a cure mediche e psicologiche già in essere, aumentandone l’efficacia.

Quello che andremo a proporvi Mercoledì 24 Gennaio è il Corso di Riduzione dello stress basato sulla Minduflness (MBSR).
La RSBM è un programma che viene praticato generalmente in gruppo e include tre pratiche principali: il body scan o scansione corporea, le meditazioni sedute e la pratica di alcuni esercizi di Hatha Yoga.
Con la RSBM si cerca di imparare l’arte di abbracciare l’intera catastrofe del vivere, affinché le tempeste della vita, invece di toglierci forza e speranza, ci insegnino a vivere, a crescere e a guarire, in questo mondo fluido, mutevole e a volte doloroso.

Lo stress, dannoso oggi, pericoloso nel tempo. Il protocollo Mindfulness, in maniera progressiva, ci aiuta ad acquisire gli strumenti per gestire e ridurre il nostro stress.

Il Corso sarà tenuto dalla Dott.ssa Laura Cappai, psicologa, psicoterapeuta e istruttrice Mindfulness.
 
 Proviamo a vivere intenzionalmente, momento per momento.

Vi aspettiamo numerosi Mercoledì 24 Gennaio presso la nuova Sede di via Scano 9
a partire dalle ore 18:00.

Per info e prenotazioni:
tel.0704515177
cell.3890041967

Studio Postural Pilates al Festival Scirarindi

Il 25 e il 26 Novembre ritorna a Cagliari

IL FESTIVAL DI SCIRARINDI

la grande festa interamente dedicata al mondo del benessere e allo sviluppo eco-sostenibile della Sardegna
 

Gli espositori saranno tantissimi e come ogni anno saremo presenti anche noi!

Vi aspettiamo presso il nostro stand al Padiglione B con mini lezioni di Pilates, Yoga, Functional Pilates, dimostrazioni di trattamenti Thai e tanto altro! 

Ecco un breve assaggio di quello che proporremo:

Sabato 25 Novembre

h 12:00 Pilates

h 18:00 Yoga Dinamico

 

Domenica 26 Novembre

h 12:00 Yoga Dinamico

h 18:30 Pilates

Potete consultare il programma completo del Festival al link www.festivalscirarindi.org.

Venite a trovarci e sostenete la Sardegna che cambia!

 

Per ulteriori informazioni sulle nostre attività contatteci ai seguenti recapiti:

389 0041967 – 070 4515177 – info@pilatescagliari.it

Presentazione gratuita Massaggio Thailandese

Sabato 14 Ottobre

dalle ore 11.30

presso lo Studio di Via Scano 9

Presentazione gratuita Massaggio Thai


Il Nuat Phaen Boran nasce medicina tradizionale thailandese, per noi occidentali è più congeniale chiamarlo massaggio thailandese.

È un trattamento olistico, la cui funzione è ristabilire il naturale equilibrio di corpo-mente-emozioni. È un metodo per liberare ciò che è congesto e si palesa come insofferenza dovuta allo stress.

È una combinazione di manipolazione miofasciale e stretching assistito. Si va dal superficiale al profondo, dalla pelle ai muscoli e ai legamenti.

Si pratica su un tatami, indossando dell’abbigliamento comodo che permetta la fluidità dei movimenti ed è consigliato ricevere il trattamento a stomaco vuoto.

È un trattamento cauto: non si arriva mai oltre le possibilità di resistenza di chi riceve il trattamento. Il dialogo è fondamentale: il cliente è invitato ad esprimersi liberamente riguardo l’intensità delle pressioni o dello stretching, così come sulla temperatura della sala ecc. È un esercizio di auto ascolto e presenza sul qui ed ora.

È un trattamento creativo, versatile ed unico: studiato e creato a seconda della necessità di chi lo riceve. Non esistono schemi e la stessa persona può sperimentare diversi trattamenti ogni volta. A volte si lavora da seduti, proni o supini. A volte si inizia a lavorare dai piedi, a volte dalla testa, oppure dalle mani piuttosto che dall’addome.

È per tutti: dai sedentari agli sportivi, dai bambini agli anziani. Non è necessario essere degli yogi e infatti anche le persone snodate possono presentare delle congestioni. Sia le persone contratte che le persone flessibili beneficeranno di questo trattamento.

Sabato 14 Ottobre alle ore 11:30, presso lo Studio di via Scano 9, si terrà la Presentazione del Massaggio Thai a cura dell’operatrice Serena Busalla, certificata alla Sawadee International School of Thai Massage.

Durante la presentazione verrà esposta la storia del Massaggio Thai e verranno date alcune nozioni relative a questo trattamento per poi assistere ad una prova pratica.

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

I trattamenti successivi verranno svolti presso i Nostri Studi di via Scano 9 e via De Magistris 29.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Open Day Yoga in Volo Sabato 14 Ottobre

Sabato 14 Ottobre

dalle ore 17.30

presso lo Studio di Via Scano 9

Open Day Yoga in volo

Lo Yoga in volo, o Yoga acrobatico, è una disciplina mista, nonché completa: si tratta infatti di una sorta di connubio tra Pilates, Yoga e danza aerea, il quale sfrutta la gravità grazie alle speciali amache poste a mezz’aria. Questa modalità permette di effettuare movimenti più facilmente e in modo controllato, poiché restando sospesi in aria molte asana dello Yoga sono semplificate e dunque più facilmente eseguibili. Rimanendo sospesi in aria si è in grado di utilizzare appieno le membra nell’esecuzione di ogni movimento, cosa che ci costringerà a mantenere il pieno controllo del nostro corpo, che insegnerà a conoscere meglio sè stessi e i propri limiti, al fine di affrontarli e migliorare poco a poco. Tutto ciò rende lo yoga in volo una buona attività per dare forza ai muscoli e alle articolazioni, difatti è ampiamente usato quale tecnica di riabilitazione, poiché ridona ai muscoli il loro normale tono e la loro salute (sopratutto per via delle diverse posizioni e dello stretching che si effettuano in ogni movimento). L’Open Day sarà tenuto presso la sede di via Scano 9 da Maria Vittoria Sideri istruttrice di pilates, personal trainer e ballerina professionista.

Venite a farvi catturare dalla magia delle amache!

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

I gruppi saranno formati da massimo 5 persone e avranno la durata di 25 minuti ciascuno.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Massaggi e Messaggi d’Armonie Sonore: Riequilibrio dei Chakra

Sabato 24 Giugno

dalle ore 17.30

presso lo Studio di Via Scano 9

Riequilibrio dei Chakra

Riequilibrio dei Chakra Accordarsi gioiosamente col proprio sé e con l’Universo

Vi aspettiamo Sabato 24 Giugno in compagnia di Paola Tomasi per il riequilibrio dei Chakra con la tecnica del suono.

I suoni infatti esercitano un loro potere specifico sull’umore, le tensioni, la postura, la gestualità ed il benessere delle persone.

Grazie alla magia delle campane tibetane e al suono dell’Om in tutte le sue tonalità, si ritrova la pace e ci si riequilibria con Madre Terra.

L’evento avrà la durata di due ore e sarà riservato ad un numero massimo di 7 persone.

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Seminario di approfondimento sui Grandi Macchinari Pilates

Sabato 17 Giugno

ore 10.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Seminario sui Grandi Macchinari Pilates

a cura di Davide Bertolotti

..”Ho pensato, perché usare la mia forza? Così inventai una macchina che lo facesse al posto mio. Guarda, vedrai che farà resistenza ai tuoi movimenti soltanto nel modo corretto, cosicché i muscoli interni dovranno veramente lavorare contro questa forza di opposizione. In questo modo ti puoi concentrare sul movimento. Dovrai sempre farlo lentamente e con armonia. Poi sentirai completamente tutto il tuo corpo.”

Queste son le parole utilizzate da J.H.Pilates per descrivere la base del funzionamento dei grandi macchinari utilizzati nella disciplina che ha acquisito il nome del suo ideatore.

Sabato 17 Giugno alle ore 10.00, presso lo Studio di via Scano, terremo un Seminario intensivo interamente dedicato ai grandi macchinari Pilates: Reformer e Springwall.

Dopo una breve spiegazione teorica, nella quale verranno elencati i principi base del funzionamento, correlati da note storiografiche, si passerà al lato pratico con esercizi da eseguire sotto la guida di un insegnante esperto.

Questo Seminario è dedicato a tutti coloro i quali presentino disarmonie a livello posturale e/o muscolo-scheletrico e necessitino di fare un esercizio sicuro e controllato, a chi vuole avvicinarsi alla disciplina del Pilates (i macchinari difatti son propedeutici) e agli insegnanti Pilates (anche coloro che si stanno ancora formando e desiderano approfondire la conscenza dei macchinari).

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Sabato 10 Giugno Seminario di approfondimento su “Yoga e Sciatica”

Sabato 10 Giugno

ore 10.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Yoga e Sciatica

a cura di Federica Mura

 

La sciatalgia – o sciatica – è un’infiammazione del nervo sciatico e, come la maggior parte delle infiammazioni, ha la brutta abitudine di causare dolore, fastidio, difficoltà nei movimenti, ma anche irritabilità, stress e tensione emotiva.

Lo Yoga può essere estremamente utile per prevenire l’infiammazione del nervo sciatico, o per alleviare il dolore nel caso l’infiammazione sia già presente. Come terapia fisica la pratica dello yoga contribuisce ad allungare e rinforzare i muscoli interessati, ed è molto utile per migliorare l’allineamento posturale. Oltre ai benefici di carattere fisico, lo yoga è in grado di aiutare chi soffre di sciatalgia ad affrontare la situazione anche da un punto di vista mentale.

Se soffri di questa infiammazione, infatti, è molto probabile che anche il tuo umore ne risenta, e posso capirti; passare tutto il giorno convivendo con quel fastidioso dolore non deve essere bello.

Lo yoga ti aiuta a rilassare la tensione cronica che potrebbe aggravare la condizione, e ti aiuta anche a sviluppare consapevolezza, in modo che poco alla volta ti sarà possibile riconoscere e cambiare le abitudini fisiche e mentali che causano o aggravano l’ infiammazione. Se fai parte di quel 40% della popolazione mondiale che soffre di questo fastidioso disturbo questo evento è fatto apposta per te 😉

Ti aspettiamo Sabato 10 Giugno presso lo Studio di via Scano per vedere insieme a noi quali siano i migliori esercizi yoga per la sciatica.

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it