• prova_slide2
  • prova_slide2

Open Day Olistico presso lo Studio via De Magistris 29

Sabato 7 Aprile

dalle ore 9.30

Open Day Olistico

presso lo Studio di via De Magistris 29

Sabato 7 Aprile vi aspettiamo numerosissimi per il nostro Open Day Olistico, per una giornata speciale dedicata al benessere con le nostre discipline ed i nostri trattamenti!

Una giornata ricca di novità che non vediamo l’ora di condividere con voi!


Ore 9:30 Incontro con la Naturopatia a cura della Dott.ssa Elisa Orrù
Verranno affrontate tematiche quali alimentazione naturale, fitoterapia, floriterapia, ecc. Su prenotazione sarà inoltre possibile ricevere un consulto o un trattamento prova.
Ore 11:30  Pilates Ballet 
La consapevolezza del proprio corpo e dell’uso che se ne fa, migliorando la propriocettività ovvero la capacità di sentire, e non solo di vedere davanti ad uno specchio, il proprio movimento e la postura; migliorando la sensibilità verso il proprio corpo permette una migliore gestione muscolare, con una riduzione degli infortuni e dei dolori.
Ore 11:30  Tris Reformer – Pilates con i grandi macchinari Reformer 
Il Pilates svolto grazie all’ausilio dei grandi macchinari utili ed indicati sopratutto se ci si avvicina alla disciplina per la prima volta e se si presentano delle disarmonie posturali di vario genere.
Ore 12:00  Yoga Pilates 
Il connubio perfetto fra due fantastiche discipline: grazie allo Yoga mira a far ottenere benefici mentali e fisici e con il Pilates insegna ad assumere una corretta postura e a dare maggiore armonia e fluidità ai movimenti con il conseguente aumento della forza e del tono muscolare, miglioramento del respiro e della circolazione sanguigna.
Ore 15:30  Yoga in gravidanza 
Corso indicato alle mamme che si trovino almeno al quarto mesemdi gravidanza; venite a scoprire tutti i benefici che un corso di Yoga può fornire durante la gravidanza ma anche nel post parto!
Ore 16:30  Tris Reformer 
Ore 17:00  Pilates Matwork – a corpo libero con i piccoli attrezzi
Il Pilates svolto su tappetino grazie all’ausilio di props quali fisioball, ring, shapeband, ecc. volto alla tonificazione muscolare e alla correzione posturale.
Sarà altresì possibile prenotarsi per ricevere un trattamento o un massaggio prova a vostra scelta: shiatsu, thai, decontratturante, di riflessologia plantare, reiki, emo-linfatico, ecc.

Per poter partecipare alle attività e/o trattamenti è obbligatoria la prenotazione.

Non sai quale sia la disciplina a te più adatta? Non preoccuparti!
Contattaci e sapremo indicarti il corso più indicato!


Per info e prenotazioni:

389.00.41.967
070-4515177
333.35.73.921
070-3325650
demagistris@pilatescagliari.it

Seminario di approfondimento su Pilates Posturale e Macchinari

Sabato 24 Marzo

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Seminario di approfondimento su

Pilates Posturale e Macchinari

 

Sabato 24 Marzo presso lo Studio PPM Postural Pilates di via Scano 9 si terrà il Seminario di Approfondimento relativo al Pilates e l’utilizzo dei Grandi Macchinari.

Nello specifico vedremo una serie di esercizi su Springwall (innovativo strumento per il workout Pilates) e Reformer (il macchinario Pilates più conosciuto al mondo).

I macchinari sono degli strumenti fondamentali per l’allenamento posturale, per far lavorare il corpo alleggerendo il movimento dal peso e lavorare pertanto in fluidità, ma anche per potenziare gli strati profondi della muscolatura.

Alcuni dei principali benefici del Pilates sui grandi macchinari sono: correzione della postura, sollievo dal mal di schiena (in quanto i movimenti vengono guidati in sicurezza), tonificazione muscolare e rinforzo della muscolatura profonda, attenuazione dei dolori articolari.

Venite a scoprire gli altri innumerevoli benefici di un percorso Pilates.

Ad una breve presentazione teorica, nella quale verranno viste le situazioni nelle quali si trova maggior giovamento con la disciplina posturale, seguirà la parte pratica nella quale vedremo nel concreto come utilizzare i grandi macchinari. Al termine dello stesso verrà rilasciata una breve dispensina riepilogativa con gli esercizi visti durante la lezione.

Il Seminario è dedicato a tutti: sia a chi vorrebbe avvicinarsi alla disciplina per esigenze personali, a chi la pratica già (anche se solo a corpo libero) e a tutti coloro i quali vogliano intraprendere il percorso per diventare istruttori di Pilates.

Per avere maggiori info, per la prenotazione(obbligatoria per poter partecipare trattandosi di un Seminario a numero chiuso) e per conoscere i costi contattateci ai seguenti recapiti:
tel.0704515177
cell.3890041967

Il respiro, fonte di vita e energia

Tutti noi conosciamo l’importanza fondamentale della respirazione.

Ma quanto conosciamo la nostra respirazione?

Come funziona nel concreto l’atto respiratorio?

Per conoscere meglio la respirazione è doveroso iniziare un percorso che, partendo dall’osservazione del proprio modo di respirare, porta alla consapevolezza del proprio respiro per migliorarlo attraverso semplici esercizi.

In un minuto respiriamo circa 15 volte, in un’ora circa 900 e in un giorno circa 21.600 volte.

Secondo la tradizione Yoga, a un uomo sano sono donati 800 milioni di respiri, per vivere 100 anni.

Sprecando i nostri respiri non faremmo altro che accorciare la durata della nostra vita.

Il primo passo è osservare la propria respirazione..

Se prestiamo davvero attenzione, quando respiriamo, coinvolgiamo diversi organi.

Purtroppo spesso, di questi, prendiamo reale consapevolezza solo quando il loro funzionamento ne è intaccato: prendiamo ad esempio un raffreddore, basta avere il naso chiuso per accrgerci della sua fondamentale importanza!

Attraverso la respirazione apportiamo ossigeno al nostro corpo ed espelliamo le sostanze tossiche accumulate.

Sia il corpo che la mente, per funzionare correttamente, hanno bisogno del giusto apporto di ossigeno.

L’ossigeno tuttavia non può essere immagazzinato: per questo dobbiamo “rifornirci” in maniera regolare

e per far ciò dobbiamo imparare a respirare bene.

Purtroppo la maggior parte di noi utilizza solo un terzo delle proprie capacità respiratorie.

Cosa ci impedisce di respirare bene?

Se respirassimo in maniera corretta, saremmo tutti più sani, più energici e anche più sereni.

Difatti, fatta eccezione per tutti quei casi in cui la respirazione corretta sia impedita da un danno fisico o meccanico, respirare in maniera errata è direttamente correlato alla nostra psiche.

Riflettiamoci un attimo..quante volte abbiamo utilizzato frasi come “tirare un sospiro di sollievo”, “respirare a pieni polmoni”, “sentirsi soffocare” o “restare col fiato sospeso”?

Sono tutti frasi che non ci riportano a duna situazione “fisica” ma al nostro stato d’animo.

Come respirare correttamente

Una corretta respirazione utilizza i polmoni nella loro interezza.

Al giorno d’oggi invece, molto spesso, utilizziamo un’unica parte polmonare: quella alta.

Lasciando inutilizzata la parte più bassa del polmone non facciamo altro che ridurre la ventilazione e, di conseguenza, l’ossigenazione del sangue e di tutto il corpo.

Il principale colpevole di ciò è lo stress.

Vi è mai capitato di osservare un bimbo mentre respira? Non essendo ancora vittima dello stress e della frenesia utilizza esattamente la respirazione che anche ogni adulto dovrebbe detenere!

Respirazione consapevole: dirigere il respiro

Il flusso del respiro viene guidato nel corpo, iniziando con una respirazione lenta o veloce, e concentrandosi poi sul processo di inspirazione e di espirazione.

Il controllo non è mai forzato: è l’intenzione che avvia il movimento e la respirazione si fa naturale. Il metodo iniziale consiste nel divenire consapevoli della respirazione contando il numero di inspirazioni e di espirazioni mentre il processo è in atto.

In genere si ricorre a questa tecnica per arrestare il flusso selvaggio dei pensieri o per allontanare la mente dagli avvenimenti dalla realtà esterna.

La forma più perfezionata di controllo del respiro è lasciare che l’intenzione guidi la respirazioneconosciuto come.

Quando la mente è svuotata dai pensieri, la vera intenzione emerge.

Una volta che l’intenzione si è raggiunta, il controllo cosciente scompare e il movimento della respirazione segue i canali aperti del sistema circolatorio e scorre naturalmente nel corpo.

S.O.S : Discipline che ci aiutano nella respirazione

Lo yoga ed il Pilates, oltre ad aiutarci dal punto di vista fisico a livello scheletrico e muscolare, hanno un’importanza fondamentale anche nella respirazione.

La respirazione Pranayama dello yoga è di grande beneficio generale.

Il sangue viene reso più ricco di ossigeno, non tanto nel momento preciso dell’applicazione della tecnica, quanto durante tutta la giornata, poiché la respirazione normale viene stimolata e resa più proficua per un periodo di circa 24 ore.

Il sangue risulta migliorato in qualità e quantità, nutre più adeguatamente l’intero organismo, specialmente il cervello, la spina dorsale, nervi relativi e quelli spinali, con notevole vantaggio di tutto il corpo che viene mantenuto sano, forte e giovane.

L’eccezionale influenza della respirazione yoga sul sistema nervoso ed endocrino – le respirazioni lente e profonde è noto hanno un effetto sedativo – creano l’armonia necessaria alla salute.

È stato osservato che più le respirazioni controllate sono lente e più facilitano l’acume, la visione e la creazione della mente ed eliminano con la pratica la tendenza all’agitazione psichica.

“Per respirare correttamente si deve inspirare ed espirare completamente, cercando sempre con forza di spremere ogni atomo di aria impura dai polmoni, proprio come si farebbe strizzando ogni goccia di acqua da un panno bagnato.”

Questo sosteneva Joseph H. Pilates, ideatore dell’omonima disciplina.

Il Pilates dimostra come la respirazione coinvolga i polmoni, il diaframma e la gabbia toracica portando a sviluppare pienamente i muscoli che aiutano ad espandere la cassa toracica.

La respirazione deve essere correttamente coordinata con i movimenti che si compiono ed è per questo che ogni esercizio del metodo Pilates è accompagnato da istruzioni per una corretta respirazione, ci si muove durante l’espirazione, favorendo la fluidità dei gesti, che non devono mai essere eseguiti in maniera affrettata.

I benefici del Pilates in gravidanza

Il Pilates è una disciplina che può essere praticata da tutti e in qualunque fase della vita, proprio per la sua grande versatilità ed efficacia.
In particolare i benefici di questa disciplina sono molto utili a sostenere periodi di grande cambiamento come quelli che vivono le donne in stato interessante.
Gli sconvolgimenti ormonali, i mutamenti fisici e le fluttuazioni umorali che caratterizzano i nove mesi della gravidanza condizionano e modificano la vita della donna in attesa che necessita di trovare un equilibrio e un benessere nuovi.

Se la gravidanza ha un decorso fisiologico, superato il primo trimestre di gestazione gli esercizi del Pilates non solo sono consigliati ma permettono alla gestante di entrare in contatto profondo con se stessa e con il suo bambino.
Attraverso la respirazione la muscolatura si rilassa e si scaricano tensioni e stress, la pressione sanguigna viene regolata e vengono sensibilizzati e attivati i muscoli profondi che sostengono la colonna vertebrale come il trasverso dell’addome e il pavimento pelvico e perineale, importantissimi nel contrastare il naturale spostamento in avanti del baricentro dovuto all’incremento ponderale.
La respirazione rappresenta inoltre un valido alleato per le donne che, nonostante abbiano superato il primo trimestre, soffrono ancora di nausee gravidiche.

Gli esercizi si svolgono in posizioni studiate per meglio supportare la colonna vertebrale, spesso con l’utilizzo di piccoli attrezzi come ad esempio la fisioball, ottima per agevolare la gestante negli esercizi in stazione seduta, migliorare la mobilità, l’allungamento e la distensione muscolare, riattivare la circolazione venosa e linfatica e quindi prevenire i tipici gonfiori della gravidanza, migliorare le funzionalità digestive e il transito intestinale.
Inoltre a livello simbolico la fisioball è l’attrezzo che maggiormente ricorda il ventre materno.
Anche le mini e le small ball sono ottimi attrezzi che possono essere utilizzati in vario modo, ad esempio, per decontrarre le spalle e il collo, soggetti a una maggiore tensione a causa dell’aumento del seno e della minore forza dei legamenti.

Questo accade perchè in gravidanza viene prodotto un ormone, la relaxina, che determina una maggiore lassità legamentosa. In particolare la sua azione è volta ad incrementare la flessibilità del bacino durante il parto.
Proprio al fine di non sovraccaricare le articolazioni è molto importante mantenere una corretta postura in gravidanza.

Attraverso le sequenze del Pilates l’insegnante aiuta la donna a sensibilizzare la conoscenza e la consapevolezza del suo corpo, in particolare grazie al corretto utilizzo dei muscoli profondi posti alla base della colonna come il pavimento pelvico e perineale, sarà in grado di gestire con maggiore controllo e serenità non solo la gestazione ma anche il momento del parto e il recupero post partum.

Una madre che affronta la gravidanza con serenità prendendosi cura del suo corpo e della sua mente con un’attività a misura dei suoi bisogni, influenzerà il suo bambino in modo estremamente positivo. Le endorfine prodotte durante l’attivita fisica sono recepite anche dal feto che ne beneficerà quanto la madre.

Seminario “Pilates e Yoga per chi soffre di fibromialgia”

Sabato 10 Febbraio

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Pilates – Yoga – Tecniche di Respirazione e

Fibromialgia

Sabato 10 Febbraio vi aspettiamo presso il nostro Studio di via Scano 9 per un Seminario di approfondimento interessante che tratta di una patologia spesso non riconosciuta e sottovalutata: la Fibromialgia.

La sindrome fibromialgica è una forma comune di dolore muscoloscheletrico diffuso e di affaticamento che colpisce circa 2 milioni di Italiani. Il termine fibromialgia significa dolore nei muscoli e nelle strutture connettivali fibrose (i legamenti e i tendini).

La fibromialgia spesso confonde poiché alcuni dei suoi sintomi possono essere riscontrati in altre condizioni cliniche. Sebbene possa assomigliare ad una patologia articolare, non si tratta di artrite e non causa deformità delle strutture articolari.

La fibromialgia è in effetti una forma di reumatismo extra-articolare o dei tessuti molli. La diagnosi dipende principalmente dai sintomi che il paziente riferisce.

Chiaramente, negli stadi più avanzati, la sindrome è caratterizzata da dolori molto intensi; ciò non deve tuttavia portare all’immobilità fisica: anzi, è auspicabile che chiunque sia affetto da questa sindrome, continui a svolgere (un adeguato) esercizio fisico.

Gli esercizi e le tecniche respiratorie del Pilates e dello Yoga sono un ottimo coadiuvante nel trattamento della sintomatologia.

Il Seminario è aperto a tutti: persone interessate all’argomento, fibromialgici che vorrebbero avvicinarsi alle discipline o che comunque vorrebbero conoscerne i benefici, allievi pilates di vari livello ed insegnanti di yoga e/o pilates.

Il Seminario avrà inizio alle ore 11:00 e terminerà intorno alle ore 12:30 e prevederà sia una parte teorica che una parte pratica.

Seminario Yoga e Sciatica

Sabato 2 Dicembre

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Yoga e sciatica:

esercizi per alleviare dolore e infiammazione

  Sabato 2 Dicembre vi aspettiamo per il Seminario interamente dedicato a chi soffre di sciatalgia. Insieme vedremo alcuni consigli ed esercizi utili sia per prevenire il disturbo che, quando esso è invece presente, alleviarne gli stati dolorosi. Il Seminario avrà una breve presentazione teorica, nella quale verranno illustrate le cause più diffuse dell’infiammazione del nervo sciatico, come poterla prevenire e alcune norme comportamentali che si dovrebbero detenere. In seguito si passerà al lato pratico dove verranno praticati, insieme ad un’insegnante esperta, gli esercizi yogici più adeguati, i quali potranno essere ripetuti anche individualmente nel momento del bisogno. Il seminario si terrà in via Scano 9 alle ore 11:00.  

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Open Day Yoga in Volo Sabato 14 Ottobre

Sabato 14 Ottobre

dalle ore 17.30

presso lo Studio di Via Scano 9

Open Day Yoga in volo

Lo Yoga in volo, o Yoga acrobatico, è una disciplina mista, nonché completa: si tratta infatti di una sorta di connubio tra Pilates, Yoga e danza aerea, il quale sfrutta la gravità grazie alle speciali amache poste a mezz’aria. Questa modalità permette di effettuare movimenti più facilmente e in modo controllato, poiché restando sospesi in aria molte asana dello Yoga sono semplificate e dunque più facilmente eseguibili. Rimanendo sospesi in aria si è in grado di utilizzare appieno le membra nell’esecuzione di ogni movimento, cosa che ci costringerà a mantenere il pieno controllo del nostro corpo, che insegnerà a conoscere meglio sè stessi e i propri limiti, al fine di affrontarli e migliorare poco a poco. Tutto ciò rende lo yoga in volo una buona attività per dare forza ai muscoli e alle articolazioni, difatti è ampiamente usato quale tecnica di riabilitazione, poiché ridona ai muscoli il loro normale tono e la loro salute (sopratutto per via delle diverse posizioni e dello stretching che si effettuano in ogni movimento). L’Open Day sarà tenuto presso la sede di via Scano 9 da Maria Vittoria Sideri istruttrice di pilates, personal trainer e ballerina professionista.

Venite a farvi catturare dalla magia delle amache!

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

I gruppi saranno formati da massimo 5 persone e avranno la durata di 25 minuti ciascuno.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Combattere i dolori alla bassa schiena con il Pilates

Nell’arco della nostra vita tutti possiamo essere colpiti dai fastidiosi dolori alla bassa schiena. La buona notizia è che il Pilates può non solo alleviarli, ma farli scomparire! Rafforzare l’addome, prendere coscienza della propria postura e compiere esercizi di distensione e allungamento, sono tutte azioni estremamente incisive per prevenire e trattare i fastidi della bassa schiena. Naturalmente, l’allenamento non basta, è importante fare propri i principi del Pilates per applicarli nella vita di tutti i giorni. All’inizio può sembrare difficile, ma la ricompensa sarà incommensurabile.  

Sei esercizi Pilates per la bassa schiena

La posizione neutra della colonna insegnata nel Pilates è la posizione ideale per i nostri corpi. Focalizzandosi sul rafforzamento degli addominali più profondi (il trasverso addominale) il Pilates sviluppa i muscoli che supportano la spina dorsale dall’interno del nostro corpo.

Implementando queste tecniche di attivazione profonda nella vita di tutti i giorni, possiamo iniziare a risolvere i problemi alla base invece di tamponarli momentaneamente.

Gli esercizi che vi propongo possono essere eseguiti giornalmente per portare sollievo al tratto lombare e prevenirne l’infiammazione. Praticate sempre nel rispetto di voi stessi con movimenti lenti e controllati.

 
  1. Pelvic Tilt: Mobilità della Bassa Schiena

Questo semplice ma incisivo esercizio attiva i muscoli addominali più profondi e costruisce un sistema di supporto per la colonna tonico, elastico e forte.

Preparazione:

Stendetevi sul tappetino, braccia lungo il profilo del corpo e mani in appoggio, tenete i talloni in prossimità dei glutei e il triangolo del piede (sotto alluce, sotto V dito e centro del tallone) bene in appoggio. Immaginate di avere una mela tra le ginocchia, le gambe sono parallele dall’anca ai piedi.

Il vostro sguardo è sereno al soffitto, il mento punta verso lo sterno permettendo al collo di distendersi. Le spalle sono lontane dalle orecchie, le scapole spalmate a terra. La vostra schiena è in posizione neutra, i muscoli sono rilassati e le curve naturali.

Azione:

Inspirando inarcate la parte bassa della colonna puntando il pube verso i piedi, come per far passare un piccolo animaletto sotto di voi.

Espirando risucchiate l’ombelico e premete la colonna al tappetino.

Ripetete 6-8 volte cercando la fluidità del movimento.

N.B. Focalizzate l’attenzione sulla bassa schiena, il resto del corpo è fermo e rilassato, non gonfiate e sgonfiate la pancia.

 
  1. Curl up

Ottimo per fortificare gli addominali, superficiali e profondi.

Preparazione:

Sempre sulla schiena in posizione neutra, piedi al tappetino bene in appoggio e mani intrecciate dietro la nuca. Il pavimento pelvico è attivo e l’ombelico è retratto verso la spina dorsale.

Azione:

Inspirando preparate.

Espirando salite con testa e busto fino a sfiorare il tappetino con le punte delle scapole, l’addome è attivo, le coste si chiudono.

Inspirando riportate giù la testa.

Ripetete 6-8 volte, dopodiché scaricate abbracciando le gambe al petto.

Modifica:

Per intensificare il lavoro potete portare le gambe in table-top.

 
  1. Spine twist supino

Con questo esercizio sfruttiamo la rotazione per allungare i muscoli e il controllo del movimento per fortificare gli obliqui in modo da supportare al meglio la colonna!

Preparazione:

Ancora una volta siete stesi di schiena, gambe unite e in table-top, braccia leggermente divaricate lungo il profilo del corpo per avere stabilità durante l’esercizio.

Azione:

Inspirate centrali.

Espirando e tenendo le ginocchia unite, lentamente portatele da un lato. Spalle e scapole rimangono perfettamente attaccate al pavimento.

Tenete la posizione di stretching mentre inspirate.

Espirando tornate centrali.

Ripetete l’esercizio 3-5 volte per lato, alternando destra e sinistra.

  1. Stretching di bicipiti femorali e flessori dell’anca

C’è una stretta correlazione tra i problemi alla bassa schiena e bicipiti femorali e flessori dell’anca corti. Fare un buono stretching di questi muscoli aiuta a sciogliere immediatamente la tensione alla schiena e nel lungo periodo permette di migliorare la postura stessa.  

Per i bicipiti femorali

Preparazione:

Stesi di schiena, piegate una gamba portando il piede radicato al pavimento e distendete l’altra verso il soffitto. (Se necessario usate un asciugamanino o una banda elastica per tenere su la gamba).

Azione:

Inspirate ed espirando attirate la gamba tesa verso di voi, senza sollevare il bacino.

Tenete la posizione per 15-20 secondi e respirate profondamente, cercando di rilassare tutto il corpo. Dovreste sentire l’allungamento della parte posteriore della coscia.

Ripetete con l’altra gamba.

Per i flessori delle anche

 Preparazione:

Inginocchiatevi sul tappetino, una gamba flessa avanti (piede perfettamente in appoggio). Aprite il petto e portate le spalle lontane dalle orecchie, la colonna si allunga verso il cielo.

Azione:

Sfruttando il Pelvic Tilt risucchiamo l’ombelico in dentro e, mentre portiamo la codina della spina dorsale tra le gambe, puntiamo il pube verso l’ombelico.

Con questo micro movimento otteniamo un incredibile stretching dei flessori delle anche.

Se siete molto flessibili portate il peso sulla gamba avanti senza inarcare la bassa schiena.

Tenete per cinque cicli respiratori lenti e profondi. Cambiate gamba.

 
  1. C-shape & Roll Back

Muovere la colonna vertebrale usando i muscoli addominali non solo aiuta a distendere e sciogliere la tensione dai muscoli della schiena, ma fortifica gli addominali e il core più profondo. Un roll back ben fatto equivale ad un benefico auto massaggio e aumenta la mobilità della colonna.  

Preparazione:

Sedetevi sulle ossa appuntite dei glutei (ischi), la schiena è allungata verso l’alto, l’ombelico ben retratto per attivare il trasverso addominale, le gambe sono piegate per permettere ai piedi di poggiare al tappetino. Portate le mani alla parte posteriore delle cosce.

Azione:

Inspirate.

Espirando iniziate a curvare la spina dorsale partendo dalla codina che va tra le gambe. Continuate ad arrotondarvi finché le braccia non saranno completamente distese e avrete formato una C maiuscola con la colonna (C-shape). Immaginate che l’ombelico voglia uscire dalla schiena.

Tenete la posizione e sentite lo spazio tra ogni vertebra. Inspirate.

Espirando tornate avanti tenendo la C-shape. Quando le spalle saranno sopra le ossa appuntite del bacino (creste iliache), allungate la schiena verso l’alto aprendo il petto.

Ripetete 6-10 volte.

 
  1. Stabilità e forza: il Gatto Volante

Questo esercizio fa lavorare tutti i muscoli stabilizzatori del torso.

Preparazione:

Mettetevi in quadrupedia, allineando le mani sotto le spalle e le ginocchia sotto le ossa appuntite del bacino (creste iliache). La schiena è in posizione neutra, il collo in linea con essa e lo sguardo al tappetino.

Azione:

Stabilizzate il torso attivando il trasverso dell’addome, inspirate allungando avanti un braccio e in dietro la gamba opposta. Con le dita della mano e del piede sfiorate ancora il tappetino.

Espirando allineate braccio e gamba alla schiena.

Tenete l’ombelico risucchiato verso la colonna e fate 2-3 respiri tenendo la posizione.

Inspirando allungatevi come se vi tirassero dal polso e dalla caviglia.

Espirando riportate mano e ginocchio nella posizione di partenza.

Ripetete 3-5 volte per lato.

 

Impegnatevi per eseguire questa sequenza almeno un giorno sì e un giorno no, i risultati non tarderanno ad arrivare e l’unico rimpianto che avrete sarà: “Perché non ho scoperto il Pilates prima!?”

Prima di provare questi esercizi da soli, se la vostra condizione di salute lo richiede, chiedete consiglio al vostro medico.

I nostri Studi Pilates e i nostri insegnanti qualificati, possono offrirvi la migliore soluzione per un allenamento sicuro e incisivo.

  Buona pratica a tutti.          

Massaggi e Messaggi d’Armonie Sonore: Riequilibrio dei Chakra

Sabato 24 Giugno

dalle ore 17.30

presso lo Studio di Via Scano 9

Riequilibrio dei Chakra

Riequilibrio dei Chakra Accordarsi gioiosamente col proprio sé e con l’Universo

Vi aspettiamo Sabato 24 Giugno in compagnia di Paola Tomasi per il riequilibrio dei Chakra con la tecnica del suono.

I suoni infatti esercitano un loro potere specifico sull’umore, le tensioni, la postura, la gestualità ed il benessere delle persone.

Grazie alla magia delle campane tibetane e al suono dell’Om in tutte le sue tonalità, si ritrova la pace e ci si riequilibria con Madre Terra.

L’evento avrà la durata di due ore e sarà riservato ad un numero massimo di 7 persone.

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Seminario di approfondimento sui Grandi Macchinari Pilates

Sabato 17 Giugno

ore 10.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Seminario sui Grandi Macchinari Pilates

a cura di Davide Bertolotti

..”Ho pensato, perché usare la mia forza? Così inventai una macchina che lo facesse al posto mio. Guarda, vedrai che farà resistenza ai tuoi movimenti soltanto nel modo corretto, cosicché i muscoli interni dovranno veramente lavorare contro questa forza di opposizione. In questo modo ti puoi concentrare sul movimento. Dovrai sempre farlo lentamente e con armonia. Poi sentirai completamente tutto il tuo corpo.”

Queste son le parole utilizzate da J.H.Pilates per descrivere la base del funzionamento dei grandi macchinari utilizzati nella disciplina che ha acquisito il nome del suo ideatore.

Sabato 17 Giugno alle ore 10.00, presso lo Studio di via Scano, terremo un Seminario intensivo interamente dedicato ai grandi macchinari Pilates: Reformer e Springwall.

Dopo una breve spiegazione teorica, nella quale verranno elencati i principi base del funzionamento, correlati da note storiografiche, si passerà al lato pratico con esercizi da eseguire sotto la guida di un insegnante esperto.

Questo Seminario è dedicato a tutti coloro i quali presentino disarmonie a livello posturale e/o muscolo-scheletrico e necessitino di fare un esercizio sicuro e controllato, a chi vuole avvicinarsi alla disciplina del Pilates (i macchinari difatti son propedeutici) e agli insegnanti Pilates (anche coloro che si stanno ancora formando e desiderano approfondire la conscenza dei macchinari).

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it
ИТ новости