• prova_slide2
  • prova_slide2

Come migliorare le posture ipercifotiche dorsali

Una delle disarmonie più frequenti tra le persone è la marcata cifosi del tratto dorsale, che può essere acquisita, ovvero il frutto di atteggiamenti posturali errati o congenita, quindi esser presente fin dalla nascita.

Sono prevalentemente la sedentarietà e l’assunzione di posizioni scorrette, soprattutto in ufficio, a causare, nella maggior parte dei casi, l’accentuarsi della fisiologica curvatura cifotica dorsale.

Anche fattori psicologici, come un’eccessiva insicurezza caratteriale, possono concorrere a determinare questa condizione.

Il pilates offre una vasta gamma di esercizi che riequilibrano questo tipo di posture, come ad esempio lo Swan dive o tuffo del cigno, lo Swimming e tutti i pre pilates di questi, ma anche il Pesciolino sul macchinario reformer.

Il Pilates Swan Dive è ottimo per aprire il tratto dorsale e al tempo stesso per rinforzare i muscoli profondi del dorso come il multifido.

Lo swimming rinforza la catena posteriore ed estende la muscolatura dorsale, quindi è un esercizio indicato per l’ipercifosi dorsale.

In questo esercizio è ottimo il lavoro di apertura dorsale e di estensione della catena anteriore.

Perché aspettare ad avere la figura armoniosa che si è sempre desiderata?

Presentazione Gratuita Nuovo Corso Pilates Mamma & Bimbo

Martedì 25 Giugno

dalle ore 17.00

presso lo Studio di Via De Magistris 29

🎀👩‍👧 PILATES MAMMA & BIMBO 👩‍👧🎀

Martedì 25 Giugno a partire dalle ore 17:00 vi aspettiamo per una lezione speciale e gratuita dedicata alle neo mamme: un’occasione preziosa da condividere con i vostri bimbi per prendervi cura del vostro e del loro benessere. 👩‍👧‍👦

Verranno proposti esercizi del Metodo Pilates mirati in particolare a riequilibrare e rafforzare il pavimento pelvico e ad alleviare le fastidiose contratture muscolari dovute talvolta ad una cattiva postura durante l’allattamento o ad un sovraccarico per la costante tenuta dei bimbi in braccio. 🤱

Durante la lezione il piccolo sarà sempre in contatto con il corpo della mamma e verrà coinvolto attivamente, favorendo così il suo sviluppo emotivo e cognitivo con notevoli benefici per le sue capacità sensoriali e mnemoniche. 🌸

La lezione si concluderà con un tenero momento di coccole e un dolce massaggio al vostro bimbo. 💜

L’attività è consigliata ai bimbi da 0 mesi fino a due anni di età e alle mamme a partire dalla terza settimana dopo un parto naturale o dalla sesta in caso di parto cesareo (salvo diversa disposizione medica).

Per partecipare è necessaria la prenotazione

Vi aspettiamo!

📍 Via De Magistris, 29
☎ 070.33.25.650

Pilates e Alimentazione in Gravidanza e Post Partum

Sabato 22 Giugno

dalle ore 10.30

presso lo Studio di Via Scano 9

CORSO DI PILATES IN GRAVIDANZA E POST PARTUM

Incontro di presentazione e prova pratica

Coniugare il benessere e l’equilibrio alla maternità è possibile e noi siamo desiderosi di accompagnarvi con professionalità lungo questo cammino di salute.

Il Pilates è una disciplina che può essere praticata dolcemente anche in gravidanza: aiuta a imparare a respirare, a rilassarsi, a creare fluidità ed armonia nei movimenti. Per le donne in gravidanza (o post parto), gli esercizi Pilates sono di beneficio perché aiutano la concentrazione sulle zone coinvolte dalla grande trasformazione in atto, costituendo un’ottima preparazione per il parto ed un aiuto essenziale durante la fase di recupero post parto.

La dieta mediterranea non è solo il modello alimentare migliore per stare in salute senza rinunciare al gusto e alla convivialità, ma rappresenta, infatti, uno stile di vita attivo, tanto da essere riconosciuta come Patrimonio dell’Unesco. La Dieta Mediterranea è protettiva anche in gravidanza perché assicura il giusto apporto di nutrienti necessari alla gestante e al corretto sviluppo del feto, evitando le più frequenti patologie legate alla cattiva alimentazione.

Grazie al Pilates quindi e ad una sana alimentazione, la gravidanza, ma anche il momento del travaglio e del parto, e, successivamente, l’allattamento, potranno essere affrontati con più facilità e serenità.

L’evento è rivolto a tutte le Donne in stato di Gravidanza.

Il corso (teorico e pratico) è organizzato con l’ottica di favorire uno stato di benessere ed equilibrio fisico, mentale, emozionale, in armonia con lo sviluppo del bambino durante la gravidanza e con gli adattamenti del corpo della donna nell’accompagnamento subito dopo il parto.

La parte relativa all’Alimentazione sarà curata dalla Nutrizionista Dott.ssa Giorgia Antoni – Nutrizione Consapevole, Specialista in Scienza dell’Alimentazione.

La parte pratica di Pilates sarà guidata dall’insegnante Barbara Cardia specializzata in varie discipline del benessere come yoga e pilates.

Durante la serata accoglieremo i professionisti dell’Equipe Mammatumammapiù, che ci presenteranno il loro servizio di assistenza domiciliare post natale integrata.

QUANDO: Sabato 22 Giugno a partire dalle ore 10:30

DOVE: Studio PPM YogaPilates via Scano 9

Posti limitati, per partecipare all’evento è obbligatoria la prenotazione in Segreteria; si raccomanda puntualità e si consiglia di indossare un abbigliamento comodo e calzine antiscivolo.

☎️ 070-4515177
📞 389.00.41.967

Promo Giugno Osteopatia

😍 PROMO GIUGNO OSTEOPATIA 😍

Per tutto il mese di Giugno sarà possibile prenotare con la nostra fisioterapista prima visita posturale e trattamento osteopatico al costo di 50 euro. 👩‍⚕️

☎️ 070-4515177
📞 389.00.41.967

Pilates per il Pavimento Pelvico

Sabato 11 Maggio

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via De Magistris 29

Pilates per il Pavimento Pelvico

Il pavimento pelvico è l’insieme dei muscoli e legamenti che chiudono inferiormente la cavità addominale e pelvica.
Le sue strutture avvolgono e sostengono gli organi dell’apparato genitale, l’intestino e la vescica, andando a formare gli sfinteri nel loro tratto finale.

Preservare una buona tonicità del pavimento pelvico è fondamentale per le donne di qualsiasi età, in quanto ricopre un ruolo indispensabile in ogni fase della loro vita: dall’età fertile alla gravidanza, dal post-partum alla delicata fase della menopausa. 🎀

Sabato 11 Maggio presso lo Studio PPM di via De Magistris terremo un seminario di approfondimento in cui concentreremo la nostra attenzione proprio su questo complesso sistema muscolare, su come attivarlo e rinforzarlo attraverso la pratica del Pilates.

Verranno proposti degli esercizi per mantenere il pavimento elastico e tonico, al fine di prevenire disturbi quali incontinenza, difficoltà sessuali e, nei casi più severi, prolassi.

Parleremo inoltre della sua importanza durante il parto e come rieducarlo nel post partum.

Vi aspettiamo numerosi!

Per avere maggiori info, per la prenotazione e per conoscere i costi contattateci ai seguenti recapiti:

☎ 070.33.25.650 – 070.45.15.177
? 333.35.73.921 – 389.00.41.967

Lezione Speciale “Pilates Ballet”

Sabato 29 Aprile

alle ore 19.00

presso lo Studio di Via De Magistris 29

Lezione Speciale “Pilates Ballet”

Lunedì 29 Aprile si celebra la Giornata Internazionale della Danza. Per l’occasione lo Studio PPM di via De Magistris vi propone una speciale lezione di Pilates Ballet.

Fin dai suoi esordi il Pilates ha instaurato con la danza un legame particolare, un connubio che ancora oggi possiamo ritrovare in molte posizioni ed esercizi di questa disciplina.

Durante la lezione eseguiremo alcune tra le sequenze che meglio si sposano con la danza.

Vedremo inoltre come il Metodo Pilates sia indicato per preparare ed allenare i danzatori, ma anche per riabilitarli e accelerare il processo di guarigione da eventuali traumi ed infortuni.

Per avere maggiori info, per la prenotazione e per conoscere i costi contattateci ai seguenti recapiti:

☎ 070.33.25.650
📞 333.35.73.921

Pilates e Trattamenti Olistici per Sportivi

Sabato 6 Aprile

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Pilates e Trattamenti Olistici

per Sportivi

In occasione della Giornata Internazionale dello Sport lo Studio PPM organizza una mattinata all’insegna del lavoro propedeutico per gli sportivi attraverso l’ausilio del Pilates: lavoro a corpo libero, con i piccoli attrezzi e con i grandi macchinari Reformer e Springwall si alterneranno per un allenamento specifico e completo su tutta la muscolatura.

Si lavorerà in maniera specifica sulla Powerhouse, che coinvolge tutta la muscolatura interna dal muscolo trasverso dell’addome fino ai glutei (allenarla è fondamentale qualunque disciplina sportiva si pratichi), sull’equilibrio (essenziale per ogni sport ma in particolare per danzatori, surfisti, ginnasti…) e sulla propedeutica al salto (utilissima in particolar modo a calciatori, giocatori di basket, ballerini, atleti, pallavolisti, ecc.).

Il lavoro sarà articolato in un’ora e mezza e al fine di garantire la possibilità di svolgere la lezione chiediamo gentilmente la prenotazione in Segreteria entro Venerdì 5 Aprile.

In occasione della stessa giornata sarà altresì possibile prenotare un trattamento propedeutico allo sport della durata di 25 minuti a scelta tra Thai, Shiatsu o Ayurveda, utili per rilassare e decontrarre l’intera muscolatura.

Vuoi partecipare gratuitamente all’evento? Scopri le semplici istruzioni da seguire.

Vi aspettiamo numerosi!

Per avere maggiori info, per la prenotazione e per conoscere i costi contattateci ai seguenti recapiti:

☎ 070.33.25.650 – 070.45.15.177
? 333.35.73.921 – 389.00.41.967

Yoga e Pilates per Sportivi

Lo Yoga e il Pilates sono due discipline tanto differenti quanto finalizzate al medesimo scopo: migliorare le condizioni fisiche della persona che le pratica.
Equilibrio, flessibilità, rinforzo muscolare e riabilitazione dagli infortuni sono i punti di incontro che accomunano queste due pratiche nate in tempi e contesti differenti.

Lo Yoga vanta origini decisamente più antiche, si stima infatti la sua nascita intorno al 5000 A.C. e vanta di essere uno dei sei sistemi filosofici dell’India antica.
Mentre il Metodo Pilates nasce nei primi anni del Novecento in un contesto totalmente differente: il sistema “Contrology” vede la sua origine dapprima nei campi di concentramento, per poi essere elaborato e definito tra gli infermi ospedalieri dell’isola di Mann e successivamente i ballerini newyorkesi.

Come mai allora queste due discipline sono così importanti per chi pratica sport?

Che si tratti di un calciatore, un tennista, un surfista o un ballerino, qualunque sportivo che attinga da queste discipline potrà riscontrare enormi benefici, sia in funzione propedeutica all’allenamento per una gara, sia in funzione preventiva degli infortuni, sia in fase di riabilitazione dopo questi.

Lo sport e lo Yoga

Benché lo Yoga di fatto non sia uno sport, in quanto per sua stessa natura non prevede una competizione sportiva, il connubio Sport e Yoga è tutto fuorché improbabile se si pensa all’utilità che quest’ultimo ha per l’atleta.
Per prima cosa possiamo osservare che una pratica di Yoga ha una durata che va dai 60 ai 90 minuti e che molte asana sono tenute da 1 a 5 minuti in modo che sia il tessuto connettivo che i muscoli siano simultaneamente allungati e rinforzati.

Per questo motivo sport e yoga possono (e dovrebbero) spesso accompagnarsi in quanto questa pratica riesce a dare ai tessuti dello sportivo un ricordo elastico non raggiunto dagli esercizi tradizionali (questo avviene sopratutto nell’Hatha Yoga, nel Ratna Yoga e nello Yin Yoga, definiti spesso erroneamente come yoga “statici”, sopratutto per distinguerli da altre tipologie di Yoga come l’Ashtanga o il Power Yoga).

Questo fattore è di estrema importanza quando parliamo dei benefici che derivano dal praticare costantemente uno sport e lo yoga in quanto il tessuto connettivo si attacca al muscolo dell’osso stabilizzando le articolazioni e prevenendo o addirittura minimizzando le lesioni.

Si può dire che lo Yoga migliori la flessibilità del corpo, la circolazione sanguigna e quella linfatica, favorisca l’eliminazione delle tossine e che l’unione di sport e yoga sia positivo perchè l’atleta ritrovi equilibrio, la concentrazione e acutezza mentale; non meno importante si rivela utile nella gestione dell’ansia e dello stress pre-gara.
Se facciamo riferimento ad uno sportivo che abbia bisogno di rinforzare le caviglie, come un corridore o un calciatore, noteremo che ci sono alcune asana dello Yoga che aiutano ad allungare, distendere e rinforzare i muscoli e tutti gli alleati dei muscoli per le ginocchia.

Un esempio sono:

Eka Pada Pranamasana
Posizione di preghiera sulla gamba

Sviluppa il senso dell’equilibrio rinforzando al contempo gambe, caviglie e piedi.


Garudasana
Posizione dell’Aquila

Rinforza i muscoli delle braccia e delle gambe, tonifica i nervi e ammorbidisce i legamenti degli arti.



Virabhadrasana I, II e III
Posizione del Guerriero

Ottime per fortificare la parte inferiore del corpo. Rinforzano la muscolatura delle gambe lasciando spazio a muscoli fini, tonici, lunghi ed eleganti.

Malasana
Posizione della ghirlanda

Aiuta a rilassare le gambe mentre si rafforzano.
Ottima per incrementare equilibrio e flessibilità e la giovinezza di ginocchia e caviglie.


Lo sport e il Pilates

Anche praticare uno sport e il pilates dona numerosi benefici all’atleta: gli esercizi Pilates infatti hanno la capacità di attivare la muscolatura profonda che difficilmente si riesce ad allenare con le altre discipline ma che è fondamentale per aumentare il livello delle prestazioni sportive (arrivando a quello più elevato) ed evitare infortuni.
Lo sport e il pilates si differenziano perchè, così come lo Yoga, anche ques’ultimo non può essere considerato un’attività sportiva a tutti gli effetti in quanto non prevede competizione, tuttavia fondamentale e complementare nella vita dell’atleta.

Un esempio eclatante di ciò lo abbiamo nel fatto che in molti sport si potenziano i muscoli già grandi e forti penalizzando quelli più piccoli, deboli e meno allenati che però sono fondamentali per un assetto funzionale dell’intero corpo e per donare stabilità.
Per questo motivo l’abbinamento sport e pilates fa sì che gli atleti svolgano un allenamento fisico ma anche mentale: con la presa di coscienza del proprio corpo e dei propri squilibri è possibile migliorare gli schemi di movimento, correggere errori di postura e migliorare tutta la muscolatura.

Una corretta interazione fra sport e pilates permette agli atleti di rendere i movimenti più efficaci e meno dispersivi, bilanciando forza ed elasticità, dando mobilità alla colonna vertebrale e distendendo i muscoli in modo da migliorare la circolazione e lubrificare le articolazioni.
L’allenamento della famigerata Powerhouse del Pilates, ovvero la fascia muscolare che concerne l’addome fino allo strato più profondo e coinvolge ileo-psoas, pavimento pelvico, il muscolo multifido fino ad arrivare al medio e grande gluteo, risulta di vitale importanza per il benessere e la preparazione di qualunque sportivo.


Per capire più nel concreto questo concetto vediamo quali esercizi siano più indicati in differenti tipologie sportive.

Per un calciatore, ma anche per un corridore, risulta fondamentale l’allungamento e l’allenamento del muscolo ileo-psoas, implicato nei movimenti delle cosce, dell’anca e necessario al nostro equilibrio strutturale in quanto collega le gambe alla colonna vertebrale.

Allenarlo è semplice e può essere fatto in maniera diversificata: sia col semplice corpo libero, basti pensare ad esercizi come lo shoulder bridge, il one leg circle o il one leg stretch, sia con l’ausilio dei grandi macchinari Pilates come lo Knee stretch sul Reformer.



Per un surfista sarà invece di estrema importanza tutto il lavoro sulla Powerhouse che preveda un incremento dell’equilibrio e della stabilità che riporterà successivamente sulla tavola.

Anche questi ultimi praticabili sia a copro libero che con l’ausilio di props come disco propriocettivo, il rullo o la fisioball per creare maggiore instabilità e quindi richiedere maggiore equilibrio, sia sul Reformer dove sono utilissimi sia gli squat che il leg circles.


I Principi Tradizionali del Pilates: l’Importanza della Routine

Il pilates è una disciplina che si basa su 8 principi cardine che la caratterizzano e contraddistinguono dalle altre ginnastiche.

Questi principi sono:
1. Respirazione
2. Centralizzazione
3. Concentrazione
4. Controllo
5. Precisione
6. Fluidità
7. Isolamento
8. Routine

In questo articolo ci soffermeremo a sottolineare l’importanza della routine con la quale si intende la costanza di allenamento.

Ma perché è così importante?
Ricordiamo la celebre affermazione di Joseph Pilates:

Tutto vero, ma come ottenere questi risultati?
Come giovare al massimo dei benefici che questa bellissima disciplina ci offre?

Allenandosi con costanza, almeno due volte a settimana, ancor meglio tre volte.
Facendo entrare nella propria routine il pilates, ritagliandosi del tempo solo per sè, per la propria cura e benessere.

D’altronde questo è vero per tutte le cose: non si può dimagrire facendo la dieta un giorno alla settimana, non si può imparare una nuova lingua se non ci si applica con regolarità e metodo.

Il pilates ha il vantaggio di essere una disciplina così completa ed efficace, distensiva per la mente e rimodellante per il corpo, che una volta preso il ritmo sarà molto semplice praticare con continuità.

Provare per credere! ?

La Respirazione Addominale nello Yoga

Nello Yoga sono presenti diversi tipi di Pranayama, il controllo volontario e consapevole dei ritmi respiratori e dell’energia che ci consente di trarre benefici sia fisici che mentali.
Quella che vorremmo illustrarvi oggi è la cosiddetta respirazione addominale, anche conosciuta come respirazione diaframmatica.
Quando il respiro va’ ad occupare la parte bassa dei polmoni si parla di respirazione addominale. Questo tipo di respirazione agisce profondamente sul diaframma.

Il diaframma è un muscolo molto esteso e potente che, quando è rilassato, ha la forma di una cupola. È situato all’altezza delle costole fluttuanti cui è collegato per mezzo di robusti tendini. Separa nettamente torace e addome.
Contraendosi, il diaframma si abbassa e si appiattisce determinando la dilatazione a botte della gabbia toracica. Durante l’inspirazione la parte inferiore dei polmoni, che è la più vasta, si distende saturandosi d’aria e ossigeno.
L’espirazione avviene con il rilassamento del diaframma, che recupera la sua forma a cupola mentre le costole si chiudono.

La respirazione diaframmatica è semplice e permette di ottenere il massimo di ossigenazione con il minimo consumo di energia!
Non a caso è la respirazione dei bambini e dei saggi…
Il massaggio diaframmatico infatti esercita un’azione salutare e rigenerante sull’organismo e sulla psiche.


Benefici della respirazione diaframmatica
Il massaggio diaframmatico esercita una pressione benefica, stimolandoli, sui visceri e sugli organi addominali, comportando rapidi miglioramenti sia nei processi di assimilazione che di escrezione.
La sensazione che si prova è quella di un piacevole calore nella zona dell’ombelico.
Infatti questa respirazione viene percepita nella pancia, sopra e sotto l’ombelico, dalla base del bacino a quella dello sterno: ci si deve allenare a sentire il respiro anteriormente, posteriormente, sui lati e internamente.

Il diaframma agisce sulla circolazione come un secondo cuore, risucchiando il sangue venoso e favorendo la circolazione di ritorno.
Utilizzare la respirazione addominale con gli arti inferiori portati in alto aiuta a eliminare ristagni linfatici e venosi dalle caviglie, a ridurre il rischio di vene varicose e flebiti.
Da non sottovalutare l’effetto calmante di questa respirazione: stress, frustrazione sono purtroppo sentimenti comuni in questo secolo.
Controllare il nostro respiro ci consente di controllare la nostra mente e di conseguenza le nostre emozioni.
Con un poco di pratica vedrete che è un qualcosa di naturale, molto più semplice di quanto si possa pensare.

Esercizi
Vi proponiamo un esercizio facilissimo, eseguibile agilmente da chiunque.
Partite dalla posizione supina, con le gambe piegate e i talloni vicini ai glutei. Mantenendo le gambe piegate, il collo diritto (o al massimo poggiato su un piccolo cuscino se vi crea fasidio la zona cervicale), i muscoli del viso e in generale di tutto il corpo rilassati, il respiro scende naturalmente.
Ora poggiate le vostre mani sull’addome e inspirate, facendo scendere il respiro verso il basso.
Immaginate che al centro del vostro addome, all’altezza dell’ombelico, vi sia un palloncino, che gonfiate totalmente con l’inspirazione.
Sentite gonfiare il palloncino mentre le vostre mani vengono sollevate dal vostro addome.
Terminata l’espirazione trattenete per qualche secondo e espirate.
Sentite le vostre mani a contatto col ventre scendere verso il basso, mentre il palloncino si sgonfia progressivamente.
L’esercizio va perfezionato cercando di percepire il movimento del respiro anche lateralmente.
Modificate quindi la posizione delle mani, spostandole sui fianchi e sentite la pressione laterale del respiro.
Fate tutto ciò molto lentamente, per un minimo di 5 minuti fino ad un massimo di 15, almeno per le prime volte, poi aumentate gradatamente.

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it