• prova_slide2
  • prova_slide2

Gianna Nannini ed il Pilates “VERO”

Gianna Nannini ed il PilatesEstratto di un’intervista fatta a Gianna Nannini che racconta di come abbia scoperto il Pilates: «Ho scoperto il Pilates quattro anni fa e la mia vita è cambiata. L’inizio non fu dei migliori. Non sapevo che ci fossero regole severe e comp
etenze riconosciute per insegnare questa disciplina. Una volta, per una distrazione di un istruttore, mi si bloccò la schiena per cinque mesi… Mi dovettero portare via in ambulanza». E perché mai ci ha riprovato?«Mi ero resa conto che poteva farmi molto bene. Ero solo finita nelle mani sbagliate. Così sono andata a New York . Ho fatto una lezione e poi ho chiesto di un centro riconosciuto al quale rivolgermi in Italia. Da sei mesi ho ricominciato da capo. E non mi ricordo d’esser mai stata così bene».In che cosa le ha giovato? «Da anni ho incidenti con una regolarità disarmante. Qualunque cosa faccia, riesco sempre a schiantarmi contro qualcosa. Non importa che stia scendendo in snowboard o stia guidando un’auto. Mio fratello (l’ex pilota di Formula 1 Alessandro Nannini; ndr) mi dice sempre che al volante sono un pericolo pubblico!».Ed è vero? «Non del tutto. Il fatto è che mi distraggo facilmente. L’ultima volta che mi è successo è stato per colpa del cellulare. Mentre guidavo mi è venuta in mente una melodia e, per non dimenticarla, la stavo registrando sulla segreteria telefonica». Come può aiutarla il Pilates? «Da quando lo pratico regolarmente e sotto l’occhio di un’insegnante certificata tutti i dolori derivati dai miei traumi sono spariti. Sono praticamente di… gomma». Come funziona esattamente? «In apparenza non sembra troppo diversa da altre forme di ginnastica. Il punto è che qui i risultati non si ottengono con il semplice sforzo fisico. Il centro di ogni movimento è la zona addominale definita “powerhouse” (letteralmente “casa della forza”; ndr). È un’area che offre stabilità e sostegno al corpo in tutti i movimenti che una persona compie quotidianamente. Ma è necessario imparare a usarla e a controllarla. Ogni movimento deve partire da questo centro. I benefici sono immediati. E di ogni tipo. Io, per esempio, ho scoperto che adesso canto meglio». Com’è possibile? «Anche le corde vocali sono muscoli. E con il Pilates si impara ad allenarle e a controllarle meglio. Certo che fa effetto vederla appassionata di una cosa così salutare. Proprio lei, dalla vita spesso esagerata…«Infatti temo di non essere l’allieva perfetta. Vivo da sempre di grandi eccessi e di pentimenti. Ma senza un pò di sregolatezza le canzoni mica vengono fuori…». C’è qualche punto di contatto tra la musica e il Pilates?«In un certo senso sì. Imparare a praticarlo è come imparare a suonare uno strumento. Ma, in questo caso, lo strumento musicale è il proprio corpo».

Trackback dal tuo sito.

Lascia un commento

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it