• prova_slide2
  • prova_slide2

Posts Taggati ‘asana’

Presentazione Gratuita del nuovo corso di Kundalini Yoga

 

Sabato 16 gennaio 2016 :

CalmKundalini

     Presentazione Gratuita

   teorica e pratica

del Nuovo Corso “Kundalini Yoga”

ore 10:00

   presso la sede di Via De Magistris 29

“La kundalini è l’energia che sta alla base della coscienza, del suo sviluppo e delle trasformazioni. È la totalità dell’energia cosmica contenuta nell’individuo. Kundalini deriva dalla parola sanscrita Kundal che significa «Il ricciolo dei capelli dell’amato»”

 

Di cosa si tratta :

Il Kundalini Yoga, così come insegnato dal Maestro indiano Yogi Bhajan (arrivato in Occidente verso la fine degli anni ’60), consiste in un sistema originale ed integrato che unisce esercizi fisici e precise posizioni (asana), controllo delle fasi del respiro e tecniche specifiche di respirazione (pranayama), meditazione e recitazione di mantra (ripetizioni di fonemi e sillabe che tra l’altro permettono mediante la stimolazione con la lingua di 84 punti meridiani situati sul palato di agire direttamente sul sistema nervoso centrale).

È molto più di un semplice insieme di esercizi ginnici che coinvolgono solo il corpo: si tratta in realtà di uno strumento potente e dinamico, sicuro e alla portata di tutti, per espandere in maniera completa la propria consapevolezza (unione/armonia tra corpo, mente e spirito/anima). Per questa ragione, praticare Kundalini Yoga mantiene il corpo in forma ed aiuta a scaricare lo stress sia fisico sia mentale, allenando la mente ed il corpo ad essere forti e flessibili di fronte alle difficoltà e ai cambiamenti. Le tecniche aiutano a migliorare la circolazione sanguigna e linfatica, agiscono per riequilibrare il sistema ghiandolare, agiscono sul sistema immunitario e rafforzano il sistema nervoso. I praticanti arrivano a possedere un maggiore autocontrollo, una più stabile tranquillità della mente, una migliore capacità di concentrazione ed una più profonda e consapevole fiducia in se stessi.

Per partecipare a una classe di kundalini yoga, che dura in media un’ora e mezza, è consigliato indossare abiti comodi, non mangiare nelle due ore precedenti, portare un telo da stendere sul tappetino.

   Insegnante :

Cesarina Trillini (Devajot Kaur) pratica yoga da una decina di anni. Ha seguito i corsi per diventare insegnante di kundalini yoga organizzati dal Centro Yogi Bhajan Akhara di Roma.

    Come contattarci :

                 0704515177; 3890041967; info@pilatescagliari.it

    Orari segreteria:

                dal lunedì al venerdì dalle 16 alle 20 via De Magistris 29, Cagliari
                    dal lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 20 via scano 9, Cagliari

Lo Yoga per un sonno migliore

Le-regole-per-dormire-bene

Secondo i ricercatori dell’Università di Harvard, lo yoga aiuta a conciliare il sonno, poiché favorisce un rilassamento di corpo e mente, svolgendo anche un’azione distensiva sui muscoli. Prima di andare a dormire sarò sufficiente praticare 10 min di yoga per ottenere dei buoni risultati.

E’ bene praticare in un ambiente rilassato, tranquillo, privo di rumori, che ci aiuti a disconnettere con la mente e faciliti l’esecuzione di asana che agiscono soprattutto su gambe, schiena e spalle. Inoltre si raccomanda di realizzare ogni posizione in maniera lenta, equilibrata e confortevole.

Vediamo alcune asana che guidano il corpo e la mente verso un sonno sereno e ristoratore:

Posizione delle gambe al muro

yoga-leg-up-wall

 Si esegue portandosi in posizione supina, con le gambe perpendicolari appoggiate al muro, ben distese, il bacino il più possibile vicino alla parete e le braccia aperte distese al suolo con i palmi rivolti verso l’alto. Questa postura migliora la circolazione del sangue, da sollievo alle gambe e rilassa la mente. Va tenuta almeno 5 min.

Posizione del cobra

Bhujangasana_Yoga-Asana_Nina-MelSdraiarsi pancia sotto, appoggiare le mani al suolo e sollevarsi lentamente con il busto sino a portare la braccia distese creando un arco con la schiena. Questa asana rafforza schiena, braccia, tonifica i glutei, distende gli addominali ed elimina lo stress, respirare dolcemente come se il respiro passasse attraverso la colonna vertebrale. Questa respirazione è utile in caso di dolore o fastidio nella zona lombare, dove si crea l’arco con la schiena. Va tenuta almeno 5 min.

Posizione della fermezza

vajrasana

 Mettersi nella posizione a quattro zampe e lentamente scendere con i glutei sino a sedersi sui talloni, trovare la stabilità e appoggiare le mani sulle cosce, schiena dritta e allineata. Questa postura migliora la digestione, il portamento, stabilizza la psiche aiutandola ad affrontare con maggiore sicurezza le difficoltà quotidiane. Tenere almeno 5 min.

Posizione dell’aratro

Halasana, plow pose

Mettersi supini con le gambe distese unite e le braccia lungo i fianchi, lentamente sollevare le gambe sino a portarle perpendicolari al suolo e con l’aiuto delle braccia sollevare i glutei e portare la gambe oltre il capo, fino a che le punte dei piedi non toccano il suolo. Gambe distese e braccia appoggiate al pavimento con le mani in un mudra. Si raccomanda di non forzare il movimento ma di portare le gambe sin dove possono arrivare. Quest’asana ha un effetto rigenerante sul sistema nervoso, aiuta a migliorare memoria, concentrazione e percezioni sensoriali, armonizza i flussi ormonali, allevia tensioni al collo e spina dorsale. Risulta molto rilassante, tenere almeno 3-5 min.

Per ognuna di queste asana è bene controllare la respirazione in modo corretto e in ogni caso farsi seguire da un bravo insegnante che possa consigliarvi una sequenza di esercizi creati su misura.

Lo Yoga della forza, asana per gestire l’irruenza

Sin da tempi immemori l’uomo ha dovuto imparare a conoscere e gestire la propria energia, con il modificarsi della struttura umana e l’evoluzione, l’uomo ha cercato di convogliare l’impulso primitivo verso una più intima dimensione del sé. Resta di fatto che l’irruenza è un tipo di energia presente in chiunque, alle volte questa energia è in equilibrio in noi, nascosta, latente, ma in grado di emergere quando la situazione lo richiede. Altre volte risulta invece repressa, compressa, restia a manifestarsi, ed emerge in forme inaspettate quando la compressione è talmente forte da raggiungere il picco e l’irruenza implode. Altre volte invece l’irruenza è un energia sin troppo manifesta, mal gestita e pronta ad emergere in qualunque momento, anche in maniera inopportuna, risultando molesta, sgradevole, eccessiva. Negli ultimi due casi, è evidente il disequilibrio di questa energia, comunque vitale e utile all’uomo, allora come fare in modo che essa non esploda in maniera incontrollata all’esterno o che al contrario imploda all’interno minandone gli equilibri?

Lo Yoga può essere una risposta efficace alla domanda, con lo yoga non si cerca di analizzare il “fenomeno” ma piuttosto trovare una via per risolvere ed equilibrare l’impulso aggressivo.

Avvicinarsi allo yoga e conseguentemente alla meditazione è un modo per conoscere e riconoscere quest’energia vitale, ed essere in grado di incanalarla correttamente evitandone l’inutile dispersione.

La meditazione ci aiuta nella gestione dell’aggressività poiché il primo passo è quello di portare il corpo verso l’immobilità completa, scegliamo una posizione comoda e cerchiamo di sciogliere tutte le tensioni portando il corpo al rilassamento, immobile. Una volta raggiunta la stabilità nel corpo, la nostra attenzione potrà rivolgersi alla mente, prima porteremo la nostra concentrazione in un unico punto, per poi successivamente portare la mante a liberarsi, svuotarsi. L’immobilità e il vuoto mentale sono fondamentali per comprendere il movimento e il pensiero cosciente non dispersivo. In questo modo la forza latente è stata portata in superficie attraverso una meditazione costante, un primo passo nella gestione della nostra irruenza.

Attraverso lo yoga della forza, e specifiche asana, integriamo e completiamo il percorso per la conoscenza e la gestione dell’aggressività.

Hatha Yoga Vidya vuol dire “scienza della forza”, questo tipo di yoga ci aiuta a dominare corpo e mente attraverso la forza della volontà, vediamo alcune asana.

YOGA MUDRA

yoga-mudra-asana

E’ il gesto del saluto con cui si inizia questa serie, si portano i piedi nella posizione del loto:

Padmasana

images

si giungono le mani dietro la schiena e con una profonda espirazione ci si piega sino a toccare con la fronte il suolo, in questa postura tutti i Chakra vengono attivati, anche quelli del sole e della luna che si trovano ai due lati del plesso solare (terzo chakra) e che vengono stimolati dai talloni che premono sulla pancia.

PADMA TULITASANA

DSC_0025 ananta-yoga-poses-1

E’ la posizione di tutto il corpo sostenuto, si sollevano le gambe in loto, e ci si aiuta sorreggendosi con le braccia e scaricando il peso del corpo attraverso i gomiti a terra. In quest’ asana l’energia compie un circuito chiuso con le gambe ed è convogliata nel quinto chakra, il chakra della gola.

PADMA MATSYASANA

fish1

E’ la postura del pesce ma eseguita nel loto, seduti per terra si va nella posizione del loto, e poi lentamente aiutandosi con gli avambracci si scende inarcando il busto, sino a toccare il suolo con il vertice del capo, la mani afferrano gli alluci. L’energia inizia a fluire dai chakra bassi per poi raggiungere la massima espansione nel quarto chakra, il chakra del cuore, nel centro del petto, poi lentamente si espande anche nei chakra alti.

PADMA MAYURASANA

yoga_ad910706pa

Posizione del pavone ma eseguita nel loto, tutto il corpo si solleva con le gambe in Padmasana sorretto dalle braccia e dagli addominali su cui premono i gomiti. Questa postura è molto potente e richiede molta forze ed equilibrio, tutta l’energia viene convogliata nel terzo chakra, plesso solare.

KARNAPIDASANA

Karnapidasana, deaf man's pose

Vuol dire posizione dell’ orecchio e del dolore, chiamata anche posizione del solco, ci si distende supini e si portano le gambe oltre il capo piegando le ginocchia ai lati delle orecchie, mentre le braccia sono distese e le mani in un mudra, il dorso dei piedi tocca il suolo. Si effettua un massaggio al cuore e l’energia dalla gola sale verso il capo.

KURMASANA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Posizione della tartaruga, le gambe sono aperte e le braccia scivolano sotto le ginocchia, il busto tocca il suolo. L’energia si concentra nel plesso solare per poi uscire dalle estremità degli arti, espellendo tutta l’energia negativa.

YOGA NIDRA

yoga_nidra6

Posizione di riposo, sonno profondo dello yoga, in cui il corpo si rilassa, e in cui si sprigiona un calore energetico dal centro, chakra del plesso solare. In questa posizione finale il corpo e la mente riposano in perfetto equilibrio guidati dal respiro.

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

info@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

info@pilatescagliari.it
ИТ новости