• prova_slide2
  • prova_slide2

Posts Taggati ‘benessere’

Sabato 10 Giugno Presentazione Gratuita Ipohpharma con Lotteria e Buffet

Sabato 10 Giugno

Serata gratuita

in compagnia di

Ipohpharma

ore 17.00 via Scano 9

Se per perseverare la nostra salute è importante svolgere una costante attività fisica, altrettanto fondamentale è garantirsi un riposo di qualità.

Sabato 10 vi aspettiamo per scoprire assieme come migliorare il nostro riposo grazie ai prodotti firmati Ipohpharma, veri e propri dispositivi medici certificati dal MINISTERO DELLA SANITÀ, risultati ottimi coadiuvanti contro il dolore derivante da numerosissime disarmonie posturali.

Al termine della presentazione vi sarà una lotteria totalmente gratuita grazie alla quale una coppia partecipante si potrà aggiudicare uno di questi dispositivi.

Il tutto si concluderà con un buffet al quale tutti i partecipanti sono invitati.

Per poter partecipare è necessario presentare all’ingresso l’invito cartaceo che vi verrà rilasciato presso il nostro Studio.

La partecipazione è riservata alle coppie.

Vi aspettiamo alle ore 17.00 presso la sede PPM di via Scano per una serata dedicata al vostro benessere! 🙂

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Super cibi anti-affaticamento

Crescono le giornate, si alzano le temperature, in lontananza vediamo già spiagge chiare ed acque cristalline, il vento ci porta alle orecchie un sussurro… “La prova costume…”. Presi dal panico ci iscriviamo in palestra o, se già seguiamo i nostri corsi preferiti, iniziamo diete. stanchezza primaverile2Paradossalmente il cambio di stagione, momento bellissimo che prelude l’estate, ci ostacola con la classica fiacca, portandoci via energie e voglia di fare.

 Quella che vi propongo oggi è una lista di super cibi che ci ridanno la carica necessaria per affrontare le sfide di ogni giorno.

 Ebbene si, una macchina senza carburante, o peggio ancora col carburante sbagliato, non va da nessuna parte, quindi la prima cosa da fare è rivedere le nostre abitudini alimentari.

La convinzione che per dimagrire si debba digiunare è medievale, nociva e spesso comporta snervanti effetti boomerang: un corpo privato del cibo tende ad immagazzinare tutto ciò che gli viene dato, si tratta di un semplice meccanismo di sopravvivenza. Fate capire al vostro organismo che è amato e ben nutrito e vi renderete conto che uno stile di vita sano non ha nulla a che vedere con il senso di privazione!

 

I pasti

breakfastPartiamo dalle basi, la saggezza popolare insegna: colazione da re, pranzo da principe, cena da povero.

Iniziate la giornata con la giusta carica, a colazione concedetevi quello che più vi piace e prendetevi il tempo di gustarvelo. A pranzo iniziate con qualcosa di crudo, per preparare lo stomaco, e assumete carboidrati, pasta, riso, farro, orzo e verdure. La cena è un pasto meritatissimo, vi accoglie al rientro a casa, prediligete proteine e verdure, meglio cotte. Andare a letto né troppo pieni né a stomaco vuoto, concilia un sonno di qualità, fondamentale per il recupero fisico.

È importante non arrivare ai pasti principali affamati, quindi a metà mattina e a metà pomeriggio concedetevi degli spuntini leggeri e adatti al tipo di attività che svolgete nella giornata. Inutile dire che il fabbisogno calorico giornaliero è soggettivo.

I super alimenti che ci ridanno l’energia!

  acqua

1)    L’acqua

Sembra strano trovarla nella lista degli alimenti ma è innegabile il ruolo fondamentale che l’acqua ha nella nostra dieta. Quando non beviamo il corpo si disidrata, il volume del sangue diminuisce, la pressione si abbassa e possono comparire nausea e mal di testa. Anche per combattere la ritenzione idrica e la pelle a buccia d’arancia è importante bere almeno 1,5/2lt d’acqua al giorno;

frutta2)    Le banane

Frutto energetico per eccellenza, la banana è ricca di potassio e vitamine A, B1, B2, C e PP.

Non si direbbe a giudicare dalla consistenza ma è ricchissima di acqua e sali minerali e, non da poco, ha una buona percentuale di vitamina B6, necessaria per sintetizzare la serotonina: l’ormone della felicità!

Le varietà di frutta della bella stagione sono tante, date libero sfogo alla vostra fantasia. Il mio consiglio è di scegliere frullati, centrifughe e spremute per i vostri spuntini intermedi: notate come i colori accesi di ogni frutto, i profumi e gli incontri di sapore gioveranno al vostro umore!

 

Assortment of nuts3)    Le mandorle

Ferro, calcio, magnesio, zinco e acidi grassi: ecco il contributo della frutta secca alla vostra dieta. Le mandorle in particolare, ma anche noci, nocciole, pistacchi e pinoli vi danno la carica e vi permettono di portare una ventata di cambiamento in cucina, nelle macedonie così come nelle insalatone.

Mi raccomando però, solo al naturale, evitate tostature e salature!

 

yogurt4)    Lo yogurt

Questa preziosa fonte di fermenti lattici favorisce, insieme ad altre bevande probiotiche, la regolare funzionalità dell’intestino e quindi il corretto assorbimento dei nutrienti. Per gli sportivi ottimo anche lo yogurt greco che ha una percentuale proteica molto più alta. Il mio consiglio è di prediligerlo al naturale, così da sapere cosa immettete nel vostro organismo ma non solo: lo yogurt è un alimento versatile, squisito sia con miele, frutta e cereali, che salato, magari al posto della maionese, per preparare salse o cucinare. Provare per credere!

Semi-oleosi5)    I semi

Semi di girasole, semi di lino, semi di zucca e chi più ne ha più ne metta, un altro ingrediente che non solo rende più interessanti le nostre ricette, ma è fonte di minerali come ferro, calcio, magnesio, potassio e zinco; vitamine E, B e acido folico; e ultimo ma non meno importante l’acido grasso essenziale omega-3!

 

pappa-reale6)    Pappa reale

Grazie alla caratteristica composizione (vitamine del gruppo B, A, C, D, E, acido folico e minerali) e all’effetto rinvigorente, antianemico, stimolante dell’appetito e dell’umore, la pappa reale è un must nei periodi di forte stress o affaticamento.

evo7)    L’Olio Extra Vergine di Oliva (EVO)

Ecco un elemento che rende la cucina mediterranea una delle migliori al mondo, l’Evo è un ingrediente su cui non dovremmo risparmiare, sceglietelo con cura e se potete rivolgetevi ad un produttore di fiducia che vi assicuri la spremitura a freddo. Il colore e il profumo di un olio buono sono già di per sé un tonico, le proprietà e i benefici dell’Evo sono tantissimi. In particolare grazie ai polifenoli combatte l’azione dei radicali liberi e ha un’azione antiossidante e anti-tumorale, oltre a far bene al sistema cardiovascolare.

Il mio consiglio è di evitarne la cottura ad alte temperature, il miglior modo di gustarlo è a crudo!

salmone8)    Il salmone

Questo grande pesce è unanimemente riconosciuto come cibo energetico, ricco di proteine costituite da amminoacidi essenziali e acidi grassi di quelli buoni come l’omega-3. Facile da preparare in padella, al forno, a vapore o crudo questo alimento dona colore e sostanza ad un buon pasto. Il mio consiglio è di non abusarne: essendo un pesce di grandi dimensioni le sue carni possono contenere metalli pesanti che a lungo andare sono nocivi se il corpo non ha il tempo di smaltirli.

fave9)    Le fave

A primavera le possiamo trovare fresche e profumate, mai provate con la menta? Questi legumi sono un vero e proprio concentrato di minerali, vitamine, carboidrati e proteine. Accompagnandole con pasta o riso otterrete gli amminoacidi necessari a sintetizzare le proteine di cui i muscoli hanno bisogno.

Raw beef on cutting board isolated10) La carne

In una dieta onnivora bilanciata la carne non deve mancare, scegliete dei tagli magri che non rallentino la digestione e non vi appesantiscano, il freddo è passato e con esso la necessità di cibi grassi. Assumere carne è utile contro il senso di affaticamento: assicura un buon apporto di amminoacidi, vitamine e minerali. Anche qui la cottura è fondamentale per non perderne nutrienti, in particolare per pollo e maiale cucinateli bene ma evitando di bruciacchiarli, il manzo, se di buona qualità, è più digeribile al sangue.

 

La regina è la tiamina

Importantissimo per combattere la fiacca è ricercare cibi ricchi di vitamina B1(o tiamina) la vitamina anti-stanchezza per eccellenza. Nell’organismo presiede alla trasformazione di carboidrati e amminoacidi in energia ed è vitale per la salute delle cellule nervose. La sua carenza si palesa con stanchezza, torpore agli arti e depressione! Tra le categorie che ne contengono di più abbiamo semi, legumi e cereali integrali. Nello specifico: germe di grano, lievito di birra, prosciutto crudo, noci di macadamia, lenticchie, pappa reale, semi di papavero, crusca, soia e pistacchi.

 

Questi cibi sono indicativi ma non i soli a tirarvi su, variate la vostra dieta e ovviamente scegliete solo quei cibi verso cui non avete intolleranze.

                           

Vegetarianismo

untitled1untitled1untitled1untitled1vegan

Nel mondo dello Yoga vi è una generica tendenza al vegetarianismo, la maggior parte degli yogin seguono una dieta vegetariana o vegana, ossia, un’alimentazione priva di carne, pesce e uova, per i vegetariani, o nel caso dei vegani, priva anche di latticini e derivati animali.

Quando ci si avvicina al mondo dello yoga e alla pratica, si pensa che sia obbligatorio diventare vegetariani o vegani, in realtà molto dipende dall’intenzione con cui si inizia la pratica dello yoga, non per tutti questa disciplina è vissuta come una filosofia di vita, come una scelta naturale e cosciente di condurre il proprio cammino esistenziale.

Molti praticanti si avvicinano allo yoga prevalentemente per motivi di salute, per migliorare la propria elasticità e l’agilità del corpo, ossia per ragioni legate ad un benessere fisico. In questo caso non è indispensabile una dieta vegetariana, ma è bene sapere che la carne appesantisce il nostro corpo a livello energetico e impedisce che il prana fluisca liberamente nel corpo.

Molto spesso accade che coloro che si avvicinano allo yoga solo per un benessere fisico o per diminuire lo stress e le tensioni, poi rimangano affascinati dalla storia e dalla filosofia di quest’antica disciplina e poco a poco decidano di abbracciarne alcuni principi, tra cui anche l’adozione di una dieta priva di carne. In nessun caso, comunque, da parte degli insegnanti o dei centri yoga vi è mai un’imposizione ad un’alimentazione vegetariana, la scelta sarà sempre dell’allievo.

Nella Bhagavad-gita, il testo vedico più importante in India, si afferma che la carne, il pesce e le uova “causano ansietà, sofferenza e malattia,” per tanto si raccomanda la consumazione di cibi influenzati dalla virtù, cibi vegetariani: “I cibi cari a coloro che sono influenzati dalla virtù accrescono la durata della vita, purificano l’esistenza e danno forza, salute, soddisfazione e felicità.” “I corpi di tutti gli esseri viventi si nutrono di alimenti che crescono con le piogge.”

Con ciò non si vuole indurre il lettore ad adottare un regime vegetariano, ma semplicemente informarlo sui benefici che arreca questa scelta alimentare, renderlo cosciente del fatto che anche solo diminuire il consumo di carne apporterebbe un miglioramento nella salute propria e del pianeta. E’ infatti risaputo che grandi foreste pluviali vengono distrutte per fare spazio agli allevamenti di bovini nei paesi in via di sviluppo.

Oggi la maggior parte della carne è prodotta con nutrimenti a base di legumi e di cereali, e, ad esempio, sono necessari 7 chili di cereali per ottenere mezzo chilo di manzo. Una dieta vegetariana pertanto, è una dieta compassionevole, secondo il principio della tradizione spirituale dell’India, l’ahimsa, cioè il principio di non-violenza verso tutti gli esseri viventi, comporta quindi, minore sofferenza per le altre creature viventi.

Chiunque intraprenda un cammino di crescita spirituale attraverso lo yoga, col tempo, sosterrà naturalmente i principi legati a tale cammino, per tutti gli altri si consiglia una pratica consapevole e il rispetto verso la conoscenza. 

 

Vegan-Yoga

E’ primavera, la tua energia gode di buona salute?

energia-di-primavera

Con l’arrivo della primavera le giornate si allungano e torna la bella stagione, il sole rende il corpo più luminoso e forte, migliora l’umore e si risveglia un’ energia nuova. Non sempre però siamo in perfetta sintonia con l’energia primaverile, a volte ci assale stanchezza, sbalzi d’umore e sonnolenza, sarà bene allora controllare che il nostro sistema energetico goda di buona salute.

Il primo passo è osservare la coordinazione dei movimenti, eloquio fluido, prontezza di riflessi, sguardo diretto, brillantezza degli occhi, respiro regolare, se questi elementi sono in armonia, allora godiamo di una buona energia.

Il passo successivo sarà controllare il fegato, l’intestino e lo stomaco:

Il colorito giallastro indica carenza di energia, il giallo è il colore della terra, elemento connesso a milza e stomaco, due organi molto sensibili all’umidità, che provoca gonfiore di gambe e caviglie, diarrea e dermatite.

Se invece abbiamo un colorito pallido, è indice di un eccesso di freddo nel corpo, sicuramente avremo problemi a livello polmonare. Un incarnato verdastro segnala problemi al fegato e alla cistifellea, una lingua rossastra carenza di energia nel cuore e intestino. Mentre un rossore concentrato al centro della sopracciglia indica forte stress mentale.

energia_yoga

Anche controllare il colore della lingua può darci utili suggerimenti sullo stato energetico del nostro organismo, una lingua rosa e pulita indica una buona digestione e una buona circolazione. Una patina bianca indica uno squilibrio energetico, dovuto ad un’alimentazione troppo ricca di formaggi, latte, farinacei che ostacolano la digestione aumentando l’escrezione di muco e l’ accumulo di tossine.

La lingua segnata da solchi indica un accumulo di tossine nel fegato, mentre se è pallida e asciutta un deficit di energia polmonare. Come per l’incarnato se anche la lingua ha una patina giallastra allora è la conferma di problemi di milza e stomaco.

Anche i sapori che avvertiamo in bocca sono sintomi di un accumulo di tossine, l’amaro un cattivo funzionamento epatico, il dolce di milza, l’aspro di stomaco ed intestino, mentre il salato indica un calo energetico renale.

Dopo un attento check-up del proprio stato energetico, individuati eventuali disturbi possiamo combatterli con l’assunzione di tisane a base di ibisco, che rinfresca e disseta il corpo restituendogli vigore, Shanti thè, a base di petali di rosa, liquirizia e un mix di Centella asiatica e Brahmi, cura ansia, stress e aiuta a ritrovare la calma. Inoltre bollire l’acqua e immergervi dello zenzero fresco è un’ottima tisana che favorisce la digestione e contrasta l’eccesso di tossine nel corpo. Anche l’assunzione di cibo fresco e alimenti leggeri e di stagione non può che contribuire al riequilibrio energetico dell’organismo. Per non parlare di buon esercizio fisico e una pratica di yoga o meditazione che aiutano ad allineare e connettere corpo, mente e spirito.

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

info@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

info@pilatescagliari.it
ИТ новости