• prova_slide2
  • prova_slide2

Posts Taggati ‘yoga e meditazione’

Perchè lo Yoga e la Meditazione funzionano bene insieme

yoga-meditazione  Molti meditatori tendono a concentrarsi solo sulla testa e hanno bisogno di concentrarsi principalmente sul corpo. I praticanti di yoga, invece,  sono spesso preoccupati per il loro corpo, l’aspetto fisico e la flessibilità. Quando tornano a casa dopo una lezione di yoga, può capitare che si deconcentrino e perdano nuovamente l’equilibrio interiore. La meditazione aiuta a raggiungere il punto cruciale, ad aprire il cuore,  sviluppare una mente più stabile, più equilibrata e calma.

Lo Yoga è stato progettato fin dall’inizio per supportare la pratica della meditazione, perché rilassa ed equilibra meglio la pratica della seduta. Si dice che purifica e pulice il corpo, calma il sistema nervoso ed equilibria gli ormoni. La meditazione permette di migliorare l’ attenzione, è in grado di calmare la mente e sviluppare l’intuizione sul funzionamento della mente. Imparare a scoprire gli schemi mentali ed emozionali  limitanti e distruttivi, attraverso la pratica di prestare attenzione e  rendersi conto di ciò che accade nel nostro interno, e, ad un certo punto, impareremo a lasciar andare questi atteggiamenti sbagliati. Combinando la pratica dello yoga con la meditazione si impara a rilassare, non solo il corpo, ma anche a sciogliere il cuore e la mente.

Sei cose che non sapevi sullo yoga..

1) Indolenzimento muscolare post pratica

agujetas

Anche se viene praticato nelle palestre, lo yoga non è uno sport, coloro che credono che lo yoga consista semplicemente nell’ incrociare le gambe e cantare “om” tutto il tempo, durante la pratica se la passeranno davvero male! Lo yoga consiste in una serie di esercizi di stiramento ed equilibrio, asana- in sánscrito- che rivelano al neofita perplesso quanto possa essere “ossidato” muscolarmente, o al contrario rivelano a persone che credevano si essere molto rigidi la loro agilità. La sopravvivenza di questa disciplina nei secoli dimostrano la sua efficacia dal punto di vista fisico, mentale e spirituale, l’ indolenzimento muscolare che può insorgere il giorno seguente alla pratica non sono altro che “dolori di miglioramento”.

2) Non è necessario mascherarsi

22globe-mumbai-bollywood-blogSpan

 No, una lezione di yoga non è un casting per un film di Bollywood, quindi lasciamo tuniche, pantaloni thailandesi e gonne a pieghe  per carnevale. La cosa principale in un’ attività fisica è quella di stare comodi e non  preoccuparsi se la gonna sale su durante la posizione della candela, per non parlare dell’aratro. Ideale è il cotone, che permette alla pelle di respirare ed è  molto pratico. 

3) Dimenticarsi del senso del ridicolo

yoga 

Diciamolo, alcune posizioni yoga sono complesse e strane, il nostro corpo non è abituato a tenere simili posizioni e alle volte possiamo sentirci un pò ridicoli nel assumere tali posture. Quando un neofita si sente in questa situazione di imbarazzo, la colpa è dell’ insegnate che non è in grado di motivarlo o togliere importanza a qualcosa di molto umano, che è l’esposizione alla frustrazione. Le posizioni sono molto naturali, perché sono prese dalla natura: animali, piante … Ognuno lavora per se stesso, non si tratta di vincere un campionato.

4) Non è una disciplina solo per donne

0001203561

Lo yoga nasce come una disciplina praticata da parte di tutti in maniera indifferenziata, in occidente ha inizialmente attratto molto il pubblico femminile, poiché è una disciplina non competitiva, ma negli ultimi anni sempre più uomini si stanno avvicinando alla pratica, spinti dalla voglia di migliorare la propria salute fisica ma anche mentale e spirituale.

5) Richiede concentrazione

le_basi_dello-yoga_02g

Lo yoga è una disciplina nella quale è fondamentale ascoltare e quindi concentrarsi sul proprio corpo per sentire i benefici e imparare a conoscersi meglio fuori e dentro. Lo yoga allena la mente per guidarla a quello stato di ambita pace interiore e liberarla da qualunque tipo di malessere. Non esiste yoga senza attenzione.

6) Ti cattura

hot-yoga

Altra caratteristica dello yoga per il neofita, è la rapidità con cui trascorrono le lezioni, ciò è dovuto alla sua struttura, si inizia con esercizi di respirazione, riscaldamento e scioglimento del corpo, per passare alla pratica delle asana terminando con un rilassamento totale.  La lezione trascorre velocemente in maniera piacevole.

Generalmente apprezziamo un poco di disciplina nella nostra vita, e molti trovano nello yoga un porto di pace al quale tornare ogni giorno con più voglia. Ci si lascia catturare dall’ esperienza di vita che suppone lo yoga, dato che trascende il semplice esercizio per diventare uno stile di vita.

Meditazione transpersonale e suoi benefici

539674_481114848583467_419666977_n

In questi tempi difficili in cui viviamo, è importante un collegamento con la propria pace interiore, aprire uno spazio interno dove trovare le soluzioni alle sfide che ci si presentano di fronte. Uno spazio, un livello più profondo da cui osservare i nostri meccanismi mentali, conoscerci e imparare, l’accesso a una progressiva scoperta di sé, una maggiore presenza e serenità nella nostra vita, attraverso la pratica contemplativa.

Ciò che noi chiamiamo meditazione ha a che fare con il risveglio della consapevolezza e imparare ad osservare un modo neutrale, senza essere coinvolti con ciò che si osserva, prendendo una distanza interna e vivendo il qui e ora, il presente.

Per fare questo, la pratica viene effettuata attraverso il silenzio interiore, da cui assistere al flusso di pensieri, sentimenti, emozioni che si svolgono nel nostro mondo interiore.

La meditazione ha molti benefici, alcuni dei quali sono:

* Miglioramento della salute fisica ed emotiva.

* Riduce il livello di ansia, aiuta ad essere più sereni e connettersi con la pace profonda che risiede in ognuno di noi.

* Allevia il dolore e contribuisce alla progressivo miglioramento dello stesso.

* Dissolve risentimento e vecchie ferite annidate nel subconscio, con tutto il carico di negatività che esso comporta.

* Promuove il distacco dalle cose materiali.

* Aiuta la maturità emotiva della persona e promuove l’autocoscienza.

* Aumenta la lucidità mentale, risveglia la creatività e la scoperta di sé.

* Permette di far emergere l’amore universale espresso attraverso il perdono, il rispetto e la compassione per tutti gli esseri viventi.

* Disidentifica l’oggetto osservato dall’osservatore, dal personaggio o dalla maschera creata dalla dell’ego che costituisce la parte più rilevante della nostra personalità.

* Aumenta la concentrazione e la sensibilità nella vita quotidiana, consentendo una maggior godimento delle piccole cose.

Tutte le pratiche meditative hanno un legame comune: l’esperienza intima di espansione della coscienza e l’esperienza di totalità, alla quale tutte conducono.

I modi per ottenere questa esperienza, cioè quello stato di coscienza che trascende la mente pensante, sono molteplici, e a seconda delle culture, si pone l’accento su un aspetto o un altro.

La meditazione transpersonale è molto semplice, e anche se integra alcuni aspetti fondamentali della pratica Zen, si sviluppa principalmente in 3 punti:

1 – La posizione.

2 – La respirazione.

3 – L’atteggiamento.

La meditazione transpersonale, si impara piacevolmente in un breve periodo di tempo, raffinandosi man mano che la si pratica, sino a diventare una sana abitudine quotidiana per tutta la vita.

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

info@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

info@pilatescagliari.it
ИТ новости