Fiori eduli o commestibili: dalla natura la nostra fonte di benessere

Home » blog » Fiori eduli o commestibili: dalla natura la nostra fonte di benessere

Sai cosa sono i fiori eduli? Sono fiori utilizzati in cucina, commestibili e che apportano al piatto non solo tantissimo colore in più ma anche benefici ancora poco conosciuti. Ebbene sì, i fiori si possono mangiare! Infatti, come spesso accade, nei periodi di passaggio (come il cambio stagionale), il nostro organismo ha bisogno di maggiore energia ed è la stessa natura a suggerire la fonte da cui attingerne di nuova: i fiori, propri della stagione primaverile.

Non è una “moda”

Da molti ancora considerata una “moda”, i fiori eduli sono la nuova frontiera dell’healthy food che comprende tutti quei piatti creati con ingredienti che fanno naturalmente bene al nostro corpo o, addirittura, super food. Non è una moda di consumo: secondo alcune testimonianze, già in epoca romana i petali dei fiori gialli e rosa venivano inseriti in alcune ricette. Scopriamo qualcosa in più sul loro consumo a livello alimentare.

Cosa sono i fiori eduli

In natura si contano oltre 50 specie di fiori commestibili. Se pensiamo ai fiori nella nostra alimentazione quotidiana, ci verrà di certo in mente il loro utilizzo in decotti o tisane (vedi la più comune: la camomilla). In realtà, alcuni già li consumiamo: i carciofi sono fiori! Così come i fiori di zucca, per l’appunto, ma anche i pistilli dello zafferano. Nell’alta cucina e in quella gourmet il loro uso si è sempre più intensificato, sia perchè apporta un notevole miglioramento estetico al piatto, sia perchè si sta scoprendo sempre di più che i fiori eduli sono un’importante fonte di vitamine e minerali.

Perchè mangiare i fiori eduli: i benefici

Allora perché è importante inserire i fiori nella nostra alimentazione? Ad alcuni potrà sembrare ancora molto strano il loro uso in cucina ma in realtà, come detto, sono ingredienti preziosi per la nostra salute. Secondo alcuni studi ad alcuni fiori si attribuiscono importanti effetti antiossidanti grazie al loro quantitativo di flavonoidi e carotenoidi. Ovviamente il loro apporto calorico è minimo quindi sono perfetti per un regime alimentare ipocalorico e se si è a dieta. Contengono minerali, proteine, vitamine A e C.

Quali sono e dove trovare i fiori eduli

Ancora è difficile trovare in commercio i fiori eduli meno comuni (tranne i casi specificati sopra come carciofi, zafferano, fiori di zucca, già entrati nel nostro bagaglio culturale gastronomico) quindi è bene cercare sul territorio rivenditori certificati e specializzati, che li coltivino senza l’impiego di pesticidi. Inoltre bisogna ricordarsi di rimuovere accuratamente pistilli e gambi perché la parte commestibile dei fiori sono i soli petali.

I più comuni fiori eduli utilizzati in cucina

I fiori eduli più comuni sono:

  • angelica
  • belle di giorno
  • camomilla
  • fiori di zucca
  • lilla
  • crisantemo
  • violetta
  • calendula
  • cerfoglio
  • garofano
  • ibisco
  • borragine
  • citrus
  • roselline
  • fiori di carciofo

Le indicazioni inserite in questo articolo sono meramente informative. Prima di assumere un qualsiasi fiore, accertarsi della sua provenienza e del suo possibile uso a livello alimentare. In caso di dubbio, consultare il medico.

Crediti foto: Foto di Mohammad Amiri su Unsplash.