Migliorare la postura con il pilates

Home » blog » Migliorare la postura con il pilates

Si può migliorare la postura praticando pilates? La risposta è affermativa: andando ad allenare la muscolatura della schiena, di gambe e glutei, delle spalle, si contribuisce a migliorare la stabilizzazione della colonna vertebrale e, con il tempo, dell’intera postura. Vediamo come e quali sono gli esercizi più adatti.

Il pilates e la percezione del corpo

Come ormai sappiamo, la disciplina del pilates è volta all’allenamento di tutto il corpo e alla sua armonizzazione. Siamo infatti formati da una struttura complessa che è quotidianamente soggetta a continui stimoli, pressioni, distorsioni e spesso è difficile mantenere l’equilibrio e il “centro”. Tanti esercizi di pilates ci vengono incontro in questo senso.

Ad incidere sul sistema muscolo-scheletrico vi sono gravità, lavoro, età ma anche l’alimentazione. Iniziare a percepire il proprio corpo è alla base di una buona pratica di pilates. Solo comprendendo i limiti, le difficoltà, i “nodi” possiamo iniziare a risolverli, trovando l’esercizio giusto.

Un primo consiglio per valutare la propria postura, prima di iniziare la pratica di pilates, è quello di porsi di fronte ad uno specchio e di valutare la propria postura guardandosi con attenzione ed esaminando entrambi i lati.

Postura: una definizione

Iniziamo con una definizione. Cosa significa “postura” o meglio, cosa intendiamo quando usiamo questo termine? La postura può essere definita come l’insieme di tutti gli adattamenti che il nostro corpo ha nei confronti e in risposta all’ambiente circostante conseguentemente a diverse situazioni, condizioni fisiche ma anche emotive.

La postura nel pilates

Come abbiamo visto, il pilates permette di esercitare il sistema muscolo-scheletrico e questo produce effetti su tutto l’organismo: dalle ossa ai legamenti, dalla circolazione sanguigna agli organi interni. Quindi comprendendo come lavorano i diversi muscoli, anche in situazione di “pressione” o di squilibrio, possiamo comprendere al meglio gli esercizi migliori da effettuare per migliorare questo stato. Conoscendosi, si ha la possibilità di incanalare le energie al meglio, senza disperderle, raggiungendo prima i risultati. Per questo Pilates individuava 6 fondamenti anatomici del pilates:

I principi anatomici su cui si basa il pilates

Il pilates si basa su alcuni principi anatomici:

  • postura e allineamento della colonna
  • posizione della testa e del collo
  • distribuzione del peso uniformemente sui piedi e sulle ginocchia
  • allineamento del bacino e del cingolo scapolare
  • il concetto di posizione “neutra”.

D’altronde, uno degli obiettivi del pilates è quello di migliorare la postura. vediamo come fare.

Esercizi per migliorare la postura

Il primo obiettivo da raggiungere per migliorare la postura è quello di stabilizzare la colonna vertebrale a partire dalla testa e dal collo.

Per farlo esistono due esercizi base che si possono praticare anche a casa. Basta un materassino.

Testa-ginocchio

  • Siediti con il busto eretto
  • piega la testa lateralmente guardando un ginocchio
  • metti una mano sulla testa e abbassala con delicatezza. Guarda il ginocchio.
  • Conta fino a cinque sentendo l’allungamento.
  • Ritorna alla posizione di partenza e ripeti dall’altro lato.

Stretching collo 

  • sempre in posizione seduta
  • metti le mani dietro la testa
  • Inspira e chiudi i gomiti
  • espira e piega la testa in avanti fino a quando riesci a tendere i muscoli del collo (senza mai sforzare)
  • Ripeti l’esercizio sei volte. 

Crediti foto copertina: Foto di L B su Unsplash.