• prova_slide2
  • prova_slide2

Posts Taggati ‘yoga cagliari’

Seminario Stress e Postura: la relazione col Respiro

Sabato 13 Ottobre

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via De Magistris 29

Seminario Stress e Postura:

la relazione con il Respiro

Sabato 13 Ottobre presso lo Studio PPM di Via De Magistris terremo il Seminario “Stress e Postura: la correlazione col Respiro” a cura di Riccardo Atzori.

Dopo alcuni cenni sulla fisiologia della respirazione e sulla meccanica posturale dei muscoli respiratori, si metteranno in pratica diverse tecniche, esercizi e metodologie di respirazione, tentando di acquisire un maggior controllo del corpo e dello stato tensivo del corpo.

In particolare vedremo: -Perchè la postura e la respirazione si influenzano; -Perchè stress e respirazione sono in relazione reciproca; -Il Significato della respirazione nello Yoga e nel Pilates; -La descrizione e l’esecuzione di alcuni semplici esercizi.

Il Seminario è a numero chiuso, per parteciparvi è necessaria la prenotazione.

Per avere maggiori info, per la prenotazione e per conoscere i costi contattateci ai seguenti recapiti:
tel.0704515177
cell.3890041967

Open Day Yoga & Pilates via De Magistris

Sabato 15 Settembre

dalle ore 10.00

Open Day Yoga & Pilates

presso lo Studio di via De Magistris 29


Lo Studio PPM di via De Magistris per la giornata del 15 Settembre vi propone un Open Day all’insegna del benessere: tante lezioni di Pilates, Yoga e un ricco buffet di benvenuto.

Concediti del salutare relax insieme a noi!

Ecco il programma delle attività:

10:00 Power Yoga
11:00 Circuito Pilates (Matwork, Arc, Reformer)
12:00 Yin Yoga
15:00 Pilates Matwork
16:00 Pilates Reformer
17:00 Circuito Pilates

Le lezioni avranno una durata di 45 minuti ciascuna e saranno totalmente gratuite.
È possibile parteciparvi solo previo appuntamento con la Segreteria.

Prenota subito la tua lezione!

A tutti i partecipanti verrà donato un fantastico gadget targato PPM 🙂

 

Per info e prenotazioni:

Segreteria via Scano Segreteria via De Magistris
070-4515177 070-3325650
389.00.41.967 333.35.73.921
scano@pilatescagliari.it demagistris@pilatescagliari.it

Open Day Olistico presso lo Studio via De Magistris 29

Sabato 7 Aprile

dalle ore 9.30

Open Day Olistico

presso lo Studio di via De Magistris 29

Sabato 7 Aprile vi aspettiamo numerosissimi per il nostro Open Day Olistico, per una giornata speciale dedicata al benessere con le nostre discipline ed i nostri trattamenti!

Una giornata ricca di novità che non vediamo l’ora di condividere con voi!


Ore 9:30 Incontro con la Naturopatia a cura della Dott.ssa Elisa Orrù
Verranno affrontate tematiche quali alimentazione naturale, fitoterapia, floriterapia, ecc. Su prenotazione sarà inoltre possibile ricevere un consulto o un trattamento prova.
Ore 11:30  Pilates Ballet 
La consapevolezza del proprio corpo e dell’uso che se ne fa, migliorando la propriocettività ovvero la capacità di sentire, e non solo di vedere davanti ad uno specchio, il proprio movimento e la postura; migliorando la sensibilità verso il proprio corpo permette una migliore gestione muscolare, con una riduzione degli infortuni e dei dolori.
Ore 11:30  Tris Reformer – Pilates con i grandi macchinari Reformer 
Il Pilates svolto grazie all’ausilio dei grandi macchinari utili ed indicati sopratutto se ci si avvicina alla disciplina per la prima volta e se si presentano delle disarmonie posturali di vario genere.
Ore 12:00  Yoga Pilates 
Il connubio perfetto fra due fantastiche discipline: grazie allo Yoga mira a far ottenere benefici mentali e fisici e con il Pilates insegna ad assumere una corretta postura e a dare maggiore armonia e fluidità ai movimenti con il conseguente aumento della forza e del tono muscolare, miglioramento del respiro e della circolazione sanguigna.
Ore 15:30  Yoga in gravidanza 
Corso indicato alle mamme che si trovino almeno al quarto mesemdi gravidanza; venite a scoprire tutti i benefici che un corso di Yoga può fornire durante la gravidanza ma anche nel post parto!
Ore 16:30  Tris Reformer 
Ore 17:00  Pilates Matwork – a corpo libero con i piccoli attrezzi
Il Pilates svolto su tappetino grazie all’ausilio di props quali fisioball, ring, shapeband, ecc. volto alla tonificazione muscolare e alla correzione posturale.
Sarà altresì possibile prenotarsi per ricevere un trattamento o un massaggio prova a vostra scelta: shiatsu, thai, decontratturante, di riflessologia plantare, reiki, emo-linfatico, ecc.

Per poter partecipare alle attività e/o trattamenti è obbligatoria la prenotazione.

Non sai quale sia la disciplina a te più adatta? Non preoccuparti!
Contattaci e sapremo indicarti il corso più indicato!


Per info e prenotazioni:

389.00.41.967
070-4515177
333.35.73.921
070-3325650
demagistris@pilatescagliari.it

Il respiro, fonte di vita e energia

Tutti noi conosciamo l’importanza fondamentale della respirazione.

Ma quanto conosciamo la nostra respirazione?

Come funziona nel concreto l’atto respiratorio?

Per conoscere meglio la respirazione è doveroso iniziare un percorso che, partendo dall’osservazione del proprio modo di respirare, porta alla consapevolezza del proprio respiro per migliorarlo attraverso semplici esercizi.

In un minuto respiriamo circa 15 volte, in un’ora circa 900 e in un giorno circa 21.600 volte.

Secondo la tradizione Yoga, a un uomo sano sono donati 800 milioni di respiri, per vivere 100 anni.

Sprecando i nostri respiri non faremmo altro che accorciare la durata della nostra vita.

Il primo passo è osservare la propria respirazione..

Se prestiamo davvero attenzione, quando respiriamo, coinvolgiamo diversi organi.

Purtroppo spesso, di questi, prendiamo reale consapevolezza solo quando il loro funzionamento ne è intaccato: prendiamo ad esempio un raffreddore, basta avere il naso chiuso per accrgerci della sua fondamentale importanza!

Attraverso la respirazione apportiamo ossigeno al nostro corpo ed espelliamo le sostanze tossiche accumulate.

Sia il corpo che la mente, per funzionare correttamente, hanno bisogno del giusto apporto di ossigeno.

L’ossigeno tuttavia non può essere immagazzinato: per questo dobbiamo “rifornirci” in maniera regolare

e per far ciò dobbiamo imparare a respirare bene.

Purtroppo la maggior parte di noi utilizza solo un terzo delle proprie capacità respiratorie.

Cosa ci impedisce di respirare bene?

Se respirassimo in maniera corretta, saremmo tutti più sani, più energici e anche più sereni.

Difatti, fatta eccezione per tutti quei casi in cui la respirazione corretta sia impedita da un danno fisico o meccanico, respirare in maniera errata è direttamente correlato alla nostra psiche.

Riflettiamoci un attimo..quante volte abbiamo utilizzato frasi come “tirare un sospiro di sollievo”, “respirare a pieni polmoni”, “sentirsi soffocare” o “restare col fiato sospeso”?

Sono tutti frasi che non ci riportano a duna situazione “fisica” ma al nostro stato d’animo.

Come respirare correttamente

Una corretta respirazione utilizza i polmoni nella loro interezza.

Al giorno d’oggi invece, molto spesso, utilizziamo un’unica parte polmonare: quella alta.

Lasciando inutilizzata la parte più bassa del polmone non facciamo altro che ridurre la ventilazione e, di conseguenza, l’ossigenazione del sangue e di tutto il corpo.

Il principale colpevole di ciò è lo stress.

Vi è mai capitato di osservare un bimbo mentre respira? Non essendo ancora vittima dello stress e della frenesia utilizza esattamente la respirazione che anche ogni adulto dovrebbe detenere!

Respirazione consapevole: dirigere il respiro

Il flusso del respiro viene guidato nel corpo, iniziando con una respirazione lenta o veloce, e concentrandosi poi sul processo di inspirazione e di espirazione.

Il controllo non è mai forzato: è l’intenzione che avvia il movimento e la respirazione si fa naturale. Il metodo iniziale consiste nel divenire consapevoli della respirazione contando il numero di inspirazioni e di espirazioni mentre il processo è in atto.

In genere si ricorre a questa tecnica per arrestare il flusso selvaggio dei pensieri o per allontanare la mente dagli avvenimenti dalla realtà esterna.

La forma più perfezionata di controllo del respiro è lasciare che l’intenzione guidi la respirazioneconosciuto come.

Quando la mente è svuotata dai pensieri, la vera intenzione emerge.

Una volta che l’intenzione si è raggiunta, il controllo cosciente scompare e il movimento della respirazione segue i canali aperti del sistema circolatorio e scorre naturalmente nel corpo.

S.O.S : Discipline che ci aiutano nella respirazione

Lo yoga ed il Pilates, oltre ad aiutarci dal punto di vista fisico a livello scheletrico e muscolare, hanno un’importanza fondamentale anche nella respirazione.

La respirazione Pranayama dello yoga è di grande beneficio generale.

Il sangue viene reso più ricco di ossigeno, non tanto nel momento preciso dell’applicazione della tecnica, quanto durante tutta la giornata, poiché la respirazione normale viene stimolata e resa più proficua per un periodo di circa 24 ore.

Il sangue risulta migliorato in qualità e quantità, nutre più adeguatamente l’intero organismo, specialmente il cervello, la spina dorsale, nervi relativi e quelli spinali, con notevole vantaggio di tutto il corpo che viene mantenuto sano, forte e giovane.

L’eccezionale influenza della respirazione yoga sul sistema nervoso ed endocrino – le respirazioni lente e profonde è noto hanno un effetto sedativo – creano l’armonia necessaria alla salute.

È stato osservato che più le respirazioni controllate sono lente e più facilitano l’acume, la visione e la creazione della mente ed eliminano con la pratica la tendenza all’agitazione psichica.

“Per respirare correttamente si deve inspirare ed espirare completamente, cercando sempre con forza di spremere ogni atomo di aria impura dai polmoni, proprio come si farebbe strizzando ogni goccia di acqua da un panno bagnato.”

Questo sosteneva Joseph H. Pilates, ideatore dell’omonima disciplina.

Il Pilates dimostra come la respirazione coinvolga i polmoni, il diaframma e la gabbia toracica portando a sviluppare pienamente i muscoli che aiutano ad espandere la cassa toracica.

La respirazione deve essere correttamente coordinata con i movimenti che si compiono ed è per questo che ogni esercizio del metodo Pilates è accompagnato da istruzioni per una corretta respirazione, ci si muove durante l’espirazione, favorendo la fluidità dei gesti, che non devono mai essere eseguiti in maniera affrettata.

Seminario Yoga e Sciatica

Sabato 2 Dicembre

dalle ore 11.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Yoga e sciatica:

esercizi per alleviare dolore e infiammazione

  Sabato 2 Dicembre vi aspettiamo per il Seminario interamente dedicato a chi soffre di sciatalgia. Insieme vedremo alcuni consigli ed esercizi utili sia per prevenire il disturbo che, quando esso è invece presente, alleviarne gli stati dolorosi. Il Seminario avrà una breve presentazione teorica, nella quale verranno illustrate le cause più diffuse dell’infiammazione del nervo sciatico, come poterla prevenire e alcune norme comportamentali che si dovrebbero detenere. In seguito si passerà al lato pratico dove verranno praticati, insieme ad un’insegnante esperta, gli esercizi yogici più adeguati, i quali potranno essere ripetuti anche individualmente nel momento del bisogno. Il seminario si terrà in via Scano 9 alle ore 11:00.  

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Massaggi e Messaggi d’Armonie Sonore: Riequilibrio dei Chakra

Sabato 24 Giugno

dalle ore 17.30

presso lo Studio di Via Scano 9

Riequilibrio dei Chakra

Riequilibrio dei Chakra Accordarsi gioiosamente col proprio sé e con l’Universo

Vi aspettiamo Sabato 24 Giugno in compagnia di Paola Tomasi per il riequilibrio dei Chakra con la tecnica del suono.

I suoni infatti esercitano un loro potere specifico sull’umore, le tensioni, la postura, la gestualità ed il benessere delle persone.

Grazie alla magia delle campane tibetane e al suono dell’Om in tutte le sue tonalità, si ritrova la pace e ci si riequilibria con Madre Terra.

L’evento avrà la durata di due ore e sarà riservato ad un numero massimo di 7 persone.

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

Sabato 10 Giugno Seminario di approfondimento su “Yoga e Sciatica”

Sabato 10 Giugno

ore 10.00

presso lo Studio di Via Scano 9

Yoga e Sciatica

a cura di Federica Mura

 

La sciatalgia – o sciatica – è un’infiammazione del nervo sciatico e, come la maggior parte delle infiammazioni, ha la brutta abitudine di causare dolore, fastidio, difficoltà nei movimenti, ma anche irritabilità, stress e tensione emotiva.

Lo Yoga può essere estremamente utile per prevenire l’infiammazione del nervo sciatico, o per alleviare il dolore nel caso l’infiammazione sia già presente. Come terapia fisica la pratica dello yoga contribuisce ad allungare e rinforzare i muscoli interessati, ed è molto utile per migliorare l’allineamento posturale. Oltre ai benefici di carattere fisico, lo yoga è in grado di aiutare chi soffre di sciatalgia ad affrontare la situazione anche da un punto di vista mentale.

Se soffri di questa infiammazione, infatti, è molto probabile che anche il tuo umore ne risenta, e posso capirti; passare tutto il giorno convivendo con quel fastidioso dolore non deve essere bello.

Lo yoga ti aiuta a rilassare la tensione cronica che potrebbe aggravare la condizione, e ti aiuta anche a sviluppare consapevolezza, in modo che poco alla volta ti sarà possibile riconoscere e cambiare le abitudini fisiche e mentali che causano o aggravano l’ infiammazione. Se fai parte di quel 40% della popolazione mondiale che soffre di questo fastidioso disturbo questo evento è fatto apposta per te 😉

Ti aspettiamo Sabato 10 Giugno presso lo Studio di via Scano per vedere insieme a noi quali siano i migliori esercizi yoga per la sciatica.

Per poter partecipare è necessaria la prenotazione.

Per info e prenotazioni:

070-4515177

070-3325650

389.00.41.967

333.35.73.921

info@pilatescagliari.it

4 esercizi contro la sciatica

Ecco a voi tre esercizi che vi aiuteranno a riporre i dolori da sciatica nel fondo del armadio dei brutti ricordi. Se fate parte di quel 40% della popolazione mondiale che soffre di questa dolorosa condizione, sapete bene di cosa si tratta: quello della sciatica è un dolore davvero acuto, che come una scarica elettrica parte dall’alto gluteo raggiungendo nei casi più gravi l’esterno del polpaccio. Questo articolo è per voi, da parte di una che da giovanissima è stata al vostro posto e ne è completamente uscita! Come? L’attività fisica costante e un paio di sedute dall’osteopata possono davvero cambiarvi la vita.

Sciatica, se la conosci la eviti

nervo-sciatico1 (1)Il nervo sciatico è il più lungo del nostro corpo, parte dal midollo spinale, raggiunge le natiche e la zona delle cosce e serve la parte posteriore delle gambe. La parola sciatica è riferita al dolore che si irradia dal percorso del nervo, cioè dalla schiena in giù. La sciatica non va considerata un disturbo a sé stante, ma è un sintomo di un problema a carico del nervo, ad esempio un’ernia del disco o un’infiammazione. A seconda della causa il dolore acuto provocato dalla sciatica di solito scompare dopo un periodo che varia dalle quattro alle otto settimane. Per lenirlo ma soprattutto per evitare che il dolore si ripresenti, il Pilates e lo Yoga sono due grandi alleati.  

Perché il dolore si presenta così spesso?

Le condizioni che possono causare la sciatica sono numerose, ma comunemente derivano dalla compressione del nervo nella bassa schiena. Le radici del nervo che escono dalla spina dorsale sono molto sensibili e facilmente irritabili da molteplici fattori. Proprio a causa del numero di ragioni per cui il nervo può dolere, è opportuno che un medico specializzato vi faccia una diagnosi appropriata su cui poter poi basare il miglior trattamento.   Attenzione: fare il tipo sbagliato di esercizio può andare a peggiorare il dolore da sciatica. Questo vuol dire che non esiste un approccio univalente per curare il problema!  

La risposta dello Yoga

Anche se non esiste una formula miracolosa contro la sciatalgia, lo yoga può aiutare a dare sollievo dai sintomi e soprattutto a prevenirli. Infatti, tra i tanti metodi esistenti per gestire i dolori da sciatica, lo yoga è considerato da molti professionisti il miglior metodo per trattarli. Ancora una volta… in caso di dolore molto acuto o problemi di una certa complessità, assicuratevi di avere il nullaosta del vostro medico o fisioterapista prima di provare gli esercizi suggeriti. Praticate con coscienza, compiendo i vari movimenti in modo lento e controllato. Ascoltate il vostro corpo e se sentite dolore o resistenza, fermatevi.

 1.    Posizione del Ponte

Yoga (Bridge Pose) Il ponte è una posizione fantastica per fortificare la bassa schiena, allungare i flessori dell’anca e rafforzare l’interno coscia. Assicuratevi di focalizzarvi sull’interno coscia per attivare questo movimento. Per aiutarvi potete posizionare un blocco o una piccola palla tra le ginocchia. Premendo gli alluci a terra strizzate lo spessore con la forza delle cosce. A mano a mano che prendete confidenza col movimento e non sentite fastidio al nervo, potete togliere lo spessore e semplicemente premere le ginocchia l’una contro l’altra. È importante tenere una bella linea energetica dritta che passi dalla spalla, alle creste iliache fino alle ginocchia. Tenete la posizione per tre/cinque cicli respiratori e ripetete per tre volte. Ogni volta riportate giù il bacino snocciolando le vertebre una dopo l’altra

2.    Posizione dell’Aquila

 eagle-pose-rightL’aquila serve ad aprire tutte le articolazioni e può essere terapeutica per la sciatica. Provate ad aprire bene la parte alta del busto, distendendo la zona dorsale e puntando le scapole verso il basso, portate i gomiti in linea con le spalle e piegate le gambe portando in fuori i glutei, come per sedervi. Se questa posizione vi è completamente nuova, può risultarvi difficile “attorcigliare” la gamba intorno a quella d’appoggio. Quindi, semplicemente, accavallate una gamba sull’altra appoggiando il piede di taglio al polpaccio della gamba che vi sostiene. Tenete la posizione di equilibrio per 5 cicli respiratori, ripetete con l’altra gamba.

 3.    Posizione della Piramide

 piramideMolte delle persone che soffrono di sciatica (ma non tutti) traggono un enorme beneficio da un intenso stretching dei muscoli ischio-crurali, cioè quel gruppo di muscoli che compongono la parte posteriore della coscia. Quando sono troppo corti questi muscoli sovraccaricano la bassa schiena e possono aggravare la sciatica. Detto questo è facile immaginare l’utilità di questa posizione che appunto allunga e distende tutto il gruppo dei suddetti muscoli. Con movimenti lenti e controllati, dalla posizione di partenza della Montagna fate due passi indietro con la gamba che non vi fa male. Puntate avanti le dita del piede che si trova dietro, verso l’angolo del tappetino. Questo vi aiuterà ad allineare il bacino, le creste iliache (ossa appuntite del bacino) devono guardare davanti. Potete scegliere di incrociare le braccia dietro la schiena, tenendovi i gomiti con le mani, o stenderle verso il pavimento per darvi maggiore sicurezza. Portate il busto in avanti, la schiena dritta e la pancia indentro, le gambe sono entrambe forti e distese, tendete con la fronte verso le ginocchia, dove punterete il vostro sguardo. Tenete la posizione per 5 cicli respiratori e godetevi la distensione di tutte le fasce muscolari coinvolte. Ripetete dall’altra parte.

 4.    Posizione del Piccione

pigeonQuest’asana è utile per scaricare la tensione dalla bassa schiena, soprattutto se per tendete a stare molte ore seduti. E’ possibile partire sia dal cane a testa in giù che dalla quadrupedia. Piegate la gamba destra portando il ginocchio tra le mani, il polpaccio e l’esterno del piede toccano il tappetino, il tallone punta al pube. La gamba sinistra è lunga e completamente distesa, compreso il collo del piede, sul tappetino. Le vostre mani sono appoggiate al mat e premendole allungate le braccia raddrizzando il busto e aprendo le spalle, lo sguardo è dritto davanti a voi. Cercate l’allungamento della colonna. Noterete come la posizione distende tutto il gluteo destro e l’interno coscia sinistro. Godetevi l’apertura del bacino e distendete tutto il resto del corpo. È possibile portare il busto verso il tappetino, appoggiando gli avambracci e tenendo il collo in linea con la colonna per non pesare sulla bassa schiena. Anche qui dopo cinque cicli respiratori potete cambiare gamba.
Come sempre, praticate nel rispetto di voi stessi 🙂

Open day presso la sede di via De Magistris 29 Sabato 4 Febbraio

Il nuovo anno porta con sé sempre buoni propositi ed uno fra questi potrebbe essere proprio quello di prenderci più cura di noi stessi: quale modo migliore rispetto al fare della sana e controllata attività fisica? Proprio per questo Noi di PPM Postural Pilates, abbiamo organizzato , Sabato 4 febbraio, presso lo Studio di via De Magistris 29, il “Pilates Yoga Day”, una presentazione pratica delle nostre discipline che vi permetterà di conoscere e avvicinarvi alle suddette. L’Open Day si svolgerà la mattina, dalle ore 10.00 alle ore 12.30. prova_lezioni Di seguito il programma in dettaglio:
Orario Sala Mat Sala Attrezzi
10.00 – 11.00 10.00-10.30 Pilates Matwork (max 8 persone) 10.30-11.00 Pilates Reformer (max 3 persone)
11.30 – 12.30 11.30-12.00 Pilates Matwork (max 8 persone) 12.00-12.30 Pilates Reformer (max 3 persone)
Vi aspettiamo numerosi!     miniclassipilates560 N.B.Il costo per la partecipazione è pari a 10 euro e consentirà di partecipare a 2 lezioni della durata di 30 minuti ciascuna. Ogni lezione ha la durata di 30 minuti, è importante e necessario iscriversi in ciascuna disciplina perchè ogni gruppo è a numero chiuso, massimo 6-8 persone per le lezioni Matwork (corpo libero con piccoli attrezzi) massimo 3 persone per le lezioni Reformer (Grandi attrezzi Pilates). Per qualsiasi informazione non esitate a contattarci ai seguenti recapiti: Tel. 070-3325650 Cell. 333.35.73.921 Mail: info@pilatescagliari.it PPM team Orario Segreteria in Studio: Dal Lunedì al Venerdì dalle 16.00 alle 20.00 Qualora non dovessimo rispondere è per preservare la privacy degli utenti impegnati in sedute e/o lezioni. Vi invitiamo a lasciare un messaggio alla segreteria telefonica. Potete altresì prenotarvi tramite sms, whatsapp, Mail o lasciando un messaggio in Segreteria con il Vostro nome e cognome e numero di telefono e specificando quale attività vorreste svolgere.
 PPM team
 

Il Solstizio d’Inverno, energia e rigenerazione.

wll_001“Il Re è morto, evviva il Re!”, con questa formula i francesi annunciavano la morte del re e acclamavano il suo successore. Il Solstizio di Inverno, nei secoli e nei vari continenti, viene così celebrato come la morte del Sole Vecchio e la gloriosa nascita del Sole Bambino. Così come l’Araba Fenice, così il Sole si spegne tra le braccia della Madre Terra, per rinascere dal suo grembo l’alba seguente. Questo momento dell’anno affascina e domina la vita dell’uomo dall’alba dei tempi. Più l’evoluzione ci legava alla Madre Terra, più l’importanza del Sole diveniva grande. Pochi sanno che intorno alla data del 25 Dicembre, proprio in seguito al Solstizio, quasi tutti i popoli hanno celebrato la nascita dei loro esseri divini o soprannaturali: Dio Sole, principio di ogni cosa, portatore di luce e calore, regolatore delle stagioni, scintilla vitale all’agricoltura. solstizioIn Egitto nasceva il dio Horus, figlio di Osiride; nel Messico pre-colombiano il dio maya Quetzalcoath e l’atzeco Huitzilopochtli; Bacab nello Yucatan; Bacco, Ercole e Adone in Grecia; Freyr, figlio di Odino per le genti del Nord; Buddha in Oriente; Krishna in India; il dio Mithra in Persia e naturalmente per il mondo cristiano Gesù. Gli antichi Romani festeggiavano il “Dies Natalis Solis Invicti”, la festa del Sole Invitto che tornava a splendere al massimo della sua bellezza dopo i giorni del solstizio.   La bellezza di questo giorno, il più corto dell’anno, sta nel fatto di vedere nella morte del Sole un punto di ripartenza. Dall’oscurità della notte più lunga, risorgerà un nuovo Sole, una nuova giovane energia, che ha davanti a sé l’ascesa, la riconquista della luce contro l’oscurità. Potremmo dire che ogni anno ci viene offerta una nuova possibilità, che dobbiamo saper sfruttare, andando oltre la stesura dei buoni propositi per l’anno nuovo, per puntare invece alla loro realizzazione. Il solstizio è dunque un momento di rigenerazione cosmica che ci ricorda che tutto è ciclico, che all’attività bisogna alternare il riposo, e che la vita e la morte si inseguono ed esistono l’una grazie all’altra.

In che modo affrontare questo speciale momento dell’anno?

  yoga-saluto-al-soleIl giorno del Solstizio, tra il 20 e il 21 dicembre, può essere una bella idea praticare dello Yoga, sfruttando l’occasione per compiere dei Surya Namaskara, i Saluti al Sole. Da soli ma ancor meglio in compagnia, svolgere delle pratiche energetiche come quelle yogiche, ci permette di incamerare energia positiva per poi godere serenamente dello stacco Natalizio. Nonostante le feste, gli impegni e le cose da fare, è bene riuscire a sfruttare al meglio le vacanze per riposare in vista del nuovo ciclo energetico che va ad aprirsi e culminerà con il Solstizio d’Estate. Al termine delle feste, proprio verso gli inizi di gennaio, è tradizione accendere i Fuochi di Sant’Antonio, evento ora strettamente legato alla fede cristiana, ma che affonda le sue radici nella simbologia post-solstiziale: la comunità umana che si unisce per combattere con la luce e il calore, l’oscurità e il freddo dell’inverno. La volontà di attivarsi per affrontare questo particolare periodo dell’anno. L’invito è dunque ad accogliere con gioia il Solstizio, chiudere serenamente con quest’anno ormai giunto al termine, prendere fiato durante il Natale, e ripartire attivi e determinati con l’anno nuovo. In questo l’uomo si differenzia dal resto del mondo animale e naturale: mentre con l’inverno tutto si ferma e si addormenta in attesa della rinascita primaverile, l’uomo non conosce letargo, ma deve trovare la luce dentro di sé per arrivare trionfante allo sbocciare della Primavera. In questa missione, la pratica dei Saluti al Sole come pure di un’equilibrata attività fisica, sono un aiuto concreto per:
  1. Smaltire lo stress;
  2. Aumentare la forza muscolare;
  3. Risvegliare e fortificare il sistema immunitario;
  4. Migliorare la circolazione sanguigna;
  5. Aumentare la capacità polmonare;
  6. Incrementare la concentrazione mentale;
  7. Alleviare dolori alla schiena e sistemare la postura;
  8. Migliorare la coordinazione dei movimenti;
  9. Aumentare il metabolismo;
  10. Combattere stati depressivi o apatici;
E ultimo ma non meno importante, smaltire i suntuosi pasti delle festività!

Con la serenità di riprendere un’attività fisica alla fine delle vacanze, sarà rilassante lasciarsi andare ai piaceri della tavola, senza sensi di colpa.

Il simbolo del Solstizio: il Vischio.

piante-da-regalare-natale-vischio_o_su_horizontal_fixed     Per questo periodo, per abbellire la casa, la pianta più indicata di tutte è il vischio, già per i Druidi celti simbolo di vita ed eternità oltre che di buon auspicio.   Inoltre se assunto come infuso è un ottimo alleato contro l’ipertensione e per regolare il sistema cardio-circolatorio; contro l’artrite, perché stimola la diuresi e l’espulsione dell’urea; contro reumatismi e attacchi di sciatica se applicato localmente.   Nell’augurarvi Buon Natale e Felice Anno Nuovo, vi invito a godere di questo particolare periodo dell’anno e a sincronizzarvi con i naturali cicli energetici.  

FM

PPM

PPM CAGLIARI

Via De Magistris 29, Cagliari

Tel e Cell

070.33.25.650 | 333.35.73.921

Mail

demagistris@pilatescagliari.it
PPM

PPM CAGLIARI

Via Scano 9, Cagliari

Tel e Cell

070.45.15.177 | 389.00.41.967

Mail

scano@pilatescagliari.it